Acquario in casa: come renderlo un importante elemento d'arredamento

Da sempre l'acquario in casa rappresenta un ottimo modo per rendere il proprio appartamento molto affascinante e divertente tanto che un numero sempre maggiore di persone tende ad optare per questo micro cosmo acquatico. Vi sono delle regole però che devono essere seguite con molto scrupolo perché si parla di esseri viventi che devono essere rispettati. Un altro aspetto da non tenere in bassa attenzione sono le dimensioni e le caratteristiche fisiche che devono andare ad "incastrarsi" bene con il proprio appartamento. In effetti esistono moltissime tipologie di acquari sia per grandezza sia per lo stile. In primo luogo le dimensioni contano perché vi sono piccoli acquari da inserire in stanze secondarie o se non si vuole fornire un grande impatto per poi arrivare a quelli decisamente grandi che devono essere installati nelle stanze principali, vedi per esempio il salone, anche grazie a tutti gli elementi che vengono inseriti tra le pareti di vetro. In effetti per questo settore esistono delle professioni ben precise perché in base a determinati desideri è necessario acquistare le pietre e le decorazioni specifiche. Molto spesso anche le piante ed i pesci, che comunque sono esseri viventi e non cose, assumono un ruolo fondamentale. Inoltre l'acquario tende ad emulare un ambiente marino quindi esistono molti habitat disponibili tra i quali scegliere in tutta tranquillità. Ma è necessario avere una buona conoscenza dei pesci e delle operazione per mantenere l'ambiente il più vivibile possibile includendo naturalmente il modo di inserire i piccoli amici scuamosi e le piante.

Quali sono i pesci per l'acquario più amati in assoluto?

Essendoci varie specie è opportuno riuscire a scegliere quelli che possono fornire non solo doti fisiche desiderate ma anche i loro bisogni. Inoltre un consiglio valido per tutti i pesci è quello di prendere almeno una coppia in modo da potergli donare una vita più tranquilla. Inoltre ogni pesce ha un'area di nuoto preferita andando a dividersi in zona alta, zona media con le varianti medio-alta e medio bassa quindi quelloi di fondo. I pulitori, è sempre conveniente averne da uno a tre o quattro in base alle dimensioni dell'acquario, non hanno un'area specifica perché con la loro ventosa assorbono le scorie presenti nell'acqua e la mucillagine che si accumula sui vetri quindi la loro funzione è assolutamente essenziale. Vediamo quindi quali sono le razze più amate da coloro che amano gli acquari:

  • Guppy: è un pesce di origine sudamericano d'acqua dolce, facile da allevare e molto bello con pinne e coda molto grandi di colori sgargianti. Se si vuole inserire questo pesce il proprio acquario deve avere una capienza di almeno 54 litri ed una grandezza di 60 centimetri;
  • Pesce Neon: anche questo sudmericano ha i medesimi bisogni del guppy ma essendo leggermente più piccolo possono essere inseriti in un numero abbastanza importante;
  • Platy: è una specie dell'America Centrale molto bello e socievole riuscendo ad offrire un alto grado di compatibilità con altre specie;
  • Black Molly: originario della medesima area geografica del Platy riesce ad offrire un grande fascino con il suo stile completamente nero;
  • Pesce Disco: è così bello e particolare che viene definito il re dell'acquario ma necessita di una qualità dell'acqua estremamente elevata perché è soggetto ad una serie di infezioni e parassiti che possono pregiudicare la loro salute anche in modo serio;
  • Pesce Siamese Combattente: una bellissima specie sia per la forma sia per i colori ma con un carattere decisamente difficile. Non è possibile farlo convivere con alcune specie ma anche con altri maschi della stessa specie. Ciò significa che bisogna fare in modo che i pesci preesistenti ed i nuovi arrivi possono creare dei problemi molto seri per la normale vita di un acquario.

Ora che si è deciso cosa fare è necessario scegliere il posto dove posizionarlo

E' necessario tenere presente che ogni luogo della propria abitazione possiede una serie di interessanti opportunità per dare il massimo della visibilità alla propria creazione facendo comunque attenzione a mantenere l'equilibrio dell'habitat. Tenendo comunque presente che una volta posizionato e riempito sarà molto complicato spostarlo. Vi sono due regole essenziali da tenere in grande attenzione se si vuole garantire una vita felice ai propri pesci:

  • deve essere lontano dalla luce diretta perché questa non solo favorisce la nascita indiscriminata delle alghe che poi vanno a creare dei seri problemi. Inoltre le fonti di luce diretta tendono a disorientare questi animali;
  • tenere l'acquario in luoghi non molto frequentati, un buon impiego di questo elemento è per rilassarsi, poiché i rumori non fanno bene ai nostri amici.

Queste sono le principali notizie sugli acquari e sui pesci tenendo presente che sebbene possano essere adoperati come elementi di arredamento ma non bisogna dimenticare che comunque si sta parlando di esseri viventi.