Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 11 Novembre 2020),

Ristrutturazioni fai da te: la carta da parati, un trend sempre piĆ¹ diffuso

Ti è capitato di trasferiti in una nuova casa e quando sei entrato hai trovato una sorpresa: la carta da parati. O più semplicemente ti stai apprestando a ristrutturare casa con il fai da te e vorresti applicare la carta da parati a qualche parete.

Ripresa dagli anni Sessanta e Settanta, la carta da parati negli ultimi anni è tornata di moda a decorare i nostri salotti, ed è spesso un lavoro che si presta nelle ristrutturazioni fai da te. A differenza delle stanze che ci ricordiamo nelle nonne o bis nonne, ora il design della carta da parati è decisamente più moderno e accattivante.

Proprio per questa vastità di opzioni che si sono affacciate sul mercato, se scegli di applicare la carta da parati durante le ristrutturazioni fai da te, ti suggeriamo di fare una ricerca preliminare sulle dimensioni e sullo stile della carta da parati, perché potresti ritrovarti indeciso tra l'ampio ventaglio di scelte.

Ci sono carte da parati in stile fotografico o delle grafiche iperrealistiche, quelle da design rigoroso e geometrico e quelle monocolore per chi è più minimalista, quelle dove sembra di essere entrati in una foresta o in una giungla per le personalità più eccentriche. Non mancano quelle che riproduzono i quandri più famosi, come quelli di Van Gogh o Monet.

Indubbiamente sono molto belle da vedere donando alla casa un tocco scenografico.

La carta da parati è molto versatile: puoi scegliere di applicarla solamente su una parete, ad esempio per il muro dove poggia il letto matrimoniale creando una sottospecie di testieria immaginaria e un po' fuori dal comune; è soprattutto utilizzata per puntare l'attenzione su alcuni angoli della casa, dando alle parti interessate una certa dose di carattere.

Nelle ristrutturazioni fai da te è di tendenza decorare con la carta da parati di fantasia una sola parete della zona living lasciando le altre monocolore in armonia con la stessa. L'effetto? Una focalizzazione sull’arredo che verrà sistemato davanti alla parete. Infatti se intendi dare importanza ad un elemento di arredo specifico, come il divano, ti basterà posizionarlo al cospetto della parete, fornendo una percezione diversa dell’intero ambiente.

Come applicare la carta da parati da soli

Se ti trovi in una casa con una vecchia carta da parati e vorresti rimuoverla, l’operazione sarà più lunga ma non così difficile. Le tecniche sono diverse in base alla tipologia di carta che trovate sul muro: quelle moderne sono più sbrigative e facili da rimuovere a differenza da quelle degli anni Settanta che erano fissate appositamente per durare a lungo.

In genere ci sono delle raccomandazioni da seguire:

Ristrutturazione fai da te: rimuovere la carta da parati

Possiamo dividere le operazioni in quattro fasi, e avrai bisogno di:

  1. spugna
  2. spatola
  3. prodotto per staccare la carta da parati
  4. vaporizzatore
  5. stucco e carta vetrata

La prima fase:

in questa fase preliminare la rimozione della carta da parati avviene nella parte superficiale, ossia quella più esterna. Per farlo avrete bisogno di una spatola che vi consenta di staccare leggermente gli angoli e procedere a staccare le parti interessate.

La seconda fase:

con una spugna imbevuta d’acqua puoi bagnare la carta da parati per renderla più morbida e raschiarla via dal muro più facilmente. Passa la spugna sul muro e lascia riposare per almeno dieci minuti, poi procedi.

La terza fase:

se la carta da parati si presenta ostinata puoi utilizzare un prodotto apposito che puoi trovare in commercio che serve per rimuovere le parti più difficili. In alternativa prova con un detergente diluito in acqua.

La quarta fase:

se proprio questa carta da parati da cambiare non si vuole staccare è il momento di usare un vaporizzatore. Il potere del vapore farà sciogliere la colla, rendendo più facile il lavoro di rimozione.

Assicurati di avere anche stucco e carta vetrata, perché è possibile che durante le operazioni di rimozione della carta da parati nella ristrutturazione fai da te, si creino delle righe o dei buchi sul muro, che sono da riempire prima di applicare la nuova carta da parati.

Come assicurarsi che la carta da parati una volta applicata sia facile da rimuovere

Il segreto per togliere facilmente la carta da parati nelle ristrutturazioni fa da te è… quello di applicarla bene fin dal principio.

L’installazione corretta prevede una certa manualità di chi si occupa del lavoro e il tipo di colla da utilizzare. Oggi sul mercato si trovano differenti soluzioni che semplificano sia l’applicazione sia la rimozione della carta da parati.

Ad esempio ci sono le colle che si utilizzano con acqua fredda, sono solubili e diventano facili da rimuovere. Occhio sempre alle dosi e al mixaggio degli elementi, perché questa è proprio la parte più delicata.

Comunque adesso con lo sviluppo dei materiali, la carta da parati si presenta in maniera differente da quelle tradizionali che erano attaccate direttamente sul muro. Oggi troviamo la carta da parati è supportata da un rivestimento in vinile, carta, tessuto o tessuto naturale in modo che non siano dritte contro il muro. Questo intermediario lo rende molto più facile da applicare, rimuovere e sostituire, poiché protegge il muro dai danni preparandolo per un adeguato assorbimento della colla.

Per un’ottima riuscita dei lavori, anche nella ristrutturazione fai da te, puoi consultare un esperto che ti indichi come fare e quale siano i prodotti più adatti alla tipologia di intervento che ti appresterai a compiere. Cerca di ottenere dei risultati ottimi che portino valore alla tua casa e non il contrario.


Ristrutturazione fai da te: i rivestimenti e l'arredo