Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 04 Maggio 2021),

Condominio 2021: le caratteristiche di un buon amministratore

Quando si parla di condominio 2021 viene in mente immediatamente un cambiamento che riguarda le riunioni condominiali, ovvero il fatto di svolgerle soprattutto online, per rispettare le misure di sicurezza contro il Covid.

Essere un buon amministratore significa saper gestire queste situazioni, cercando di coinvolgere tutti i condòmini e cercando di amministrare al meglio il complesso condominiale. Questo però non è tutto, anche perché le caratteristiche per essere un bravo amministratore sono diverse. La seguente guida mira a elencarle, spiegando quali sono e quali sono anche alcuni consigli che una figura amministrativa condominiale potrebbe seguire, per migliorare la situazione di un condominio o comunque per cercare di amministrarlo al meglio.

Condominio 2021: ecco quali sono le caratteristiche di un buon amministratore

Il condominio 2021 non è semplice da amministrare, come in effetti qualsiasi condominio esistente. È anche vero però che anche quest’anno è presente la pandemia, che ha complicato lo svolgimento delle riunioni condominiali, bloccandole e costringendo tante persone a svolgerle direttamente online.

Per alcuni complessi condominiali invece è possibile svolgerle in giardino, per mantenere le opportune distanze di sicurezza. Se questo spazio però non è presente, servirebbe un apposito luogo, possibilmente abbastanza grande, per cercare sempre di mantenere le distanze in questione.

Essere un buon amministratore significa anche saper gestire le difficoltà collegate a questa situazione, cercando poi di coinvolgere sempre tutti quanti i condòmini, senza lasciare indietro nessuno.

A riguardo si può fare un esempio più concreto, in modo da capire bene come si dovrebbe comportare una buona figura amministrativa. Nel caso ad esempio di una riunione condominiale online dove non tutti possono partecipare, tra cui magari alcuni anziani, sarebbe sbagliato non far arrivare loro le comunicazioni relative alla riunione alla quale non sono potuti essere presenti. Insomma, un buon amministratore dovrebbe sempre tenere aggiornati i condòmini riguardo l’andamento del condominio, riguardo eventuali lavori che si stanno svolgendo o riguardo eventuali problematiche che si stanno risolvendo.

In alternativa, anziché parlare con ogni singola famiglia, può anche incaricare un solo condomino di diffondere la voce, ma sarebbe opportuno inviare almeno una mail a ogni famiglia. Questo però non è tutto, anche perché ci sono altri elementi che permettono di capire se l’amministratore sia idoneo a svolgere il suo ruolo.

Gli altri elementi da considerare per essere un buon amministratore

Ci sono altri elementi di fondamentale importanza da considerare, per diventare un buon amministratore di condominio 2021. Prima di tutto, è necessario aver studiato abbastanza per cercare di essere esperti nel ruolo. Chi infatti non ha la più pallida idea delle mansioni o dei conteggi o di cosa sia una tabella millesimale, dovrà studiare prima di poter effettivamente ricoprire la figura di amministratore.

Oltre a questo, l’ideale sarebbe anche aver accumulato una certa esperienza nel ruolo, o comunque sarebbe opportuno farsi guidare da una persona esperta, che magari ha già avuto modo di fare l’amministratore per diversi anni.

Da sottolineare poi un altro fattore importantissimo: per essere un buon amministratore condominiale si deve sempre pensare alle proprie responsabilità. Proprio per questo, è bene essere prudenti, precisi e controllare che lo status degli spazi esterni o interni del complesso decisionale sia effettivamente funzionale e che non abbia problemi.

Questo significa anche controllare che non vi siano parti pericolanti o che comunque potrebbero essere pericolose per la salute dei condomini. Quello a cui si deve pensare quindi è, come prima cosa, la salute delle famiglie che vivono in quel determinato ambiente.

È anche vero però che queste ultime, nello stesso tempo, dovrebbero comunicare all’amministratore poi gli eventuali problemi che si verificano, in modo che egli possa agire in tempo. È opportuno anche provvedere a comunicare il tutto il prima possibile, prima che la situazione diventi più pericolosa. In tal caso infatti, la colpa di eventuali problematiche potrebbe ricadere sui condòmini, per aver ignorato un problema che invece andava risolto in fretta.

Per essere un buon amministratore però occorre anche cercare di seguire altri consigli.

Gli altri consigli utili

Un altro consiglio utile per amministrare al meglio un condominio 2021 è il fatto di saper gestire al meglio anche le eventuali controversie tra condòmini oppure con i condòmini.

Le liti infatti possono scoppiare per diversi motivi, ma sarebbe opportuno che soprattutto l’amministratore mantenesse la calma e in più che cercasse di evitare litigi, cercando di risolvere la situazione in fretta, senza perdere tempo con le controversie.

Oltre a questo però è opportuno anche essere presenti e soprattutto non ignorare le richieste dei condòmini. Questo significa interessarsi dei problemi del condominio e assumersi la responsabilità di risolverli. Questo però non è tutto, anche perché sono presenti anche altri consigli da poter seguire.

Tra questi, sicuramente il fatto di avere pazienza. Ci sono infatti anche dei casi in cui i condòmini si presentano molto precisi e anche pignoli. In tal caso è bene avere pazienza, ma nello stesso tempo è opportuno far capire loro che non si è sempre disponibili, anche per cose sciocche. Per fare un esempio, se sta ricrescendo l’erba del giardino e un condòmino chiama in piena notte per comunicarlo, ovvio che si tratta anche di maleducazione.

L’ideale sarebbe utile avere un telefono solo per le questioni lavorative e un numero invece privato. Il primo si potrebbe spegnere a una determinata ora, in modo da non essere più disturbati.

Oltre a questo, essere un buon amministratore significa anche fare attenzione con le spese e la loro suddivisione. A tal fine però occorre anche aver studiato in modo approfondito e saper usare, come accennato, le tabelle millesimali e soprattutto saper anche come devono essere divise le varie somme. In più si deve essere anche molto informati riguardo i possibili bonus offerti al Governo e che il condominio 2021 potrebbe ottenere. Un caso ad esempio consiste nel bonus per le ristrutturazioni, che potrebbe permettere di ottenere delle agevolazioni fiscali, ma ci sono anche l’Ecobonus e altri. Insomma, un buon amministratore deve essere in grado di svolgere una serie di compiti in modo ottimale, mostrando sempre la sua disponibilità e cercando di provvedere alla sicurezza e salute di tutti i condòmini che fanno parte del plesso condominiale.


Condominio: ecco i consigli per gestirlo