Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 10 Settembre 2020),

Conto termico: come ottenere il contributo per il risparmio energetico

Cos'è il Conto Termico? Per rispondere a questa domanda è necessario prima di tutto comprendere che lo stato italiano sta profondendo non poche energie per rendere quante più risorse è possibile nella creazione di città poco inquinanti. Si punta non solo per le case di nuova costruzione ma anche e forse soprattutto nella riqualificazione di appartamenti già esistenti. Questo bonus è stato istituito con il Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012 aggiornato e reso più completo nel 2016. La buona notizia sta nel fatto che il mercato porta una serie di interessanti prodotti di tutte le fasce di prezzo e ciò ha reso molto più abbordabile tutto il processo di aggiornamento della propria abitazione cosa che naturalmente viene facilitata dal bonus. Bisogna tenere presente che vi sono delle regole abbastanza stringenti riguardo questo argomento facilitando la creazione di città molto più ecosostenibili. Vediamo quindi quali sono gli interventi compresi in questo bonus quindi di conseguenza quali sono i possibili beneficiari.

Quali sono gli interventi validi per il conto termico?

Come accennato in precedenza, la riqualificazione del proprio appartamento sottende una serie di lavori in grado di migliorare la struttura della casa e la sua efficienza energetica. Proprio su questo secondo punto bisogna soffermarsi perché vi sono una serie di elementi che possono far risparmiare denaro sulla bolletta energetica e migliorare l'aria che respiriamo. Il primo tra gli impianti che vengono presi in considerazione è quello di climatizzazione invernale siano essi ibridi o con pompa di calore. Nel primo caso c'è un uso in collaborazione tra la caldaia a condensazione e la pompa di calore o in alternativa è possibile adottare lo scaldacqua a pompa di calore al posto di quello elettrico. A questo particolare bonus possono aspirare le amministrazioni pubbliche, i privati e le aziende fino ad un massimo di novecentomila euro all'anno. Le operazioni che vengono incluse comprendono l'installazione di convertitori a condensazione in alternativa ai tradizionali impianti di climatizzazione invernale. Installazione di pompe di calore elettriche, a gas oppure ad energia geotermica. Installazione di connettori solari dotati di solar cooling. Bisogna tenere presente che in questo caso la superficie minima per accedere a questa iniziativa deve essere di 50 mq. E' comunque possibile visionare tramite il GSE l'elenco completo di tutti gli elettrodomestici, apparecchi di vario tipo ed impianti per la produzione di energia termica. Quindi è necessario prima di far partire le operazioni per l'efficientamento energetico della propria abitazione in modo tale da poter rientrare completamente in questa fattispecie.

Quali sono i documenti che devono essere presentati per accedere a questo bonus

Sono preenti una serie di


Regolare termostato: guida completa a questo dispositivo