Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 18 Gennaio 2021),

La domotica: che cos’è, le caratteristiche e i vantaggi

La domotica può essere considerata all’interno della categoria delle nuove costruzioni perché si tratta di un ramo nato da pochi anni. Nonostante si tratti di una tematica abbastanza recente, la sua diffusione sta diventando sempre più affermata a causa dei vantaggi che è in grado di apportare.

Non mancano certamente alcuni “contro”, anche se i fattori positivi sembrano essere più numerosi.

Oltre a questo, il ramo in questione ha lo scopo di rendere la casa più tecnologica, trasformando alcune funzioni e rendendole più pratiche, a portata di click. Usando questa forma di tecnologia si avrà una casa “intelligente”, con luci o tende che si possono spostare azionando il tutto direttamente dal proprio smartphone, ma non solo. Il settore domotico infatti è utilizzato anche in altri campi, non solo quello delle abitazioni.

La domotica: di che cosa si tratta esattamente

La domotica può essere considerata come una vera e propria disciplina che studia tutti quegli impianti e quegli elementi tecnologici in grado di trasformare la qualità della casa, rendendola “intelligente”, ovvero dotata di funzioni tecnologiche, che si possono azionare con pochi click.

In realtà il settore in questione può essere anche adoperato all’interno di altri edifici o nel campo del terziario, non solo in quello delle abitazioni.

Nonostante sia un ramo nato recentemente, sempre più persone scelgono un impianto domotico, perché apporta una notevole comodità e in più riesce ad ottimizzare meglio i consumi.

Le caratteristiche riguardano delle particolari funzioni, come ad esempio la possibilità di azionare, direttamente dal proprio smartphone o dal proprio Tablet, le luci di una sala o regolarne l’intensità con un click.

In realtà si possono anche spostare tende con la stessa modalità o alzare o abbassare le serrande, oppure persino accendere o spegnere alcuni elettrodomestici o il forno.

Si può quindi affermare che uno dei principali obiettivi del settore domotico è quello di controllare da un solo dispositivo o da tutti quelli che si sono scelti, l’intera casa.

Tra l’altro oltre alle funzioni elencate, si potranno anche regolare i riscaldamenti, sempre con pochi click e rimanendo comodamente seduti. Stessa cosa per il condizionatore. Se tutte queste caratteristiche possono essere considerate come un aiuto dal punto di vista della comodità e della praticità, in realtà ci sono anche tanti altri vantaggi. Si pensi ad esempio alle persone anziane oppure a quelle disabili: certamente sarà utile per loro avere a portata di mano un solo dispositivo da cui poter controllare tutto l’impianto elettrico e di riscaldamento/raffreddamento dell’abitazione.

La casa intelligente e gli altri vantaggi di un impianto domotico


La domotica, come accennato, è in grado di creare una vera e propria “casa intelligente”, espressione che indica un tipo di abitazione dotata di particolari funzioni tecnologiche che permettono agli inquilini di trarre diversi benefici.

Oltre a questi vantaggi e a quelli descritti precedentemente, il settore domotico è in grado di crearne anche altri. È infatti in grado di far controllare da un solo strumento anche il sistema di comunicazione, quindi quello telefonico o la connessione, ma anche i sistemi di sicurezza.

In questo modo sarà possibile, per esempio, se si hanno le telecamere in casa, controllarle anche a distanza, direttamente dal proprio cellulare.

Se quindi da una parte aumenta il livello di confort, in realtà rende migliore anche il livello di sicurezza.

A questi fattori positivi si aggiunge anche quello di risparmio energetico e in più la possibilità di richiedere un impianto domotico che abbia funzioni basilari e aggiungerne poi altre, con il passare del tempo.

Se da una parte si può controllare il riscaldamento, l’illuminazione, dall’altra di può anche usare la domotica per controllare persino l’apertura e la chiusura di porte oppure la diffusione sonora o addirittura l’irrigazione del proprio giardino.

A tutto questo si aggiunge anche il controllo del carico di corrente, per poter monitorare in continuazione quanto carico si usa e abbassarlo, in vista di un certo risparmio energetico.

Si è detto che è possibile controllare tutto tramite il proprio smartphone, ma in realtà è possibile anche tramite telecomandi appositi, pulsanti e app che si possono scaricare sia su cellulare sia su altri dispositivi. Usando un impianto domotico si ha quindi un monitoraggio continuo su tutti gli ambienti della propria casa o di un determinato edificio. Non mancano però anche alcuni svantaggi.

Svantaggi della domotica: ecco quali sono

Nonostante i vantaggi di un impianto domotico siano numerosi, non mancano anche alcuni fattori negativi. Tra questi, il fatto che la richiesta di un impianto del genere, così avanzato dal punto di vista tecnologico, possa arrivare a costare parecchio.

I costi eccessivi sono dovuti anche al fatto che non tutti gli installatori sono a conoscenza di questa disciplina così particolare. Per questo, richiedere l’installazione di un impianto domotico significa dover contattare dei professionisti, che per ora non sono così diffusi.

È anche vero però che sempre più persone che si occupano di costruzioni e di realizzazione di progetti, come architetti e ingegneri, stanno ampliano in misura sempre maggiore le loro conoscenze, proprio perché la domotica è sempre più diffusa.

La domotica anche nel settore terziario

Come già accennato, la disciplina in questione non si usa solo nel campo delle abitazioni, ma in tutto il terziario. Questo significa che è possibile rendere gli edifici “intelligenti” usando questa particolare tecnologia e lo stesso discorso vale anche per alberghi, per strutture di ricezione, nonché villaggi turistici, ambienti che fanno parte del settore turistico.

In questo modo tutti questi tipi di edifici possono essere gestiti con una maggiore sicurezza, con un maggiore controllo riguardo il risparmio energetico e di conseguenze con una maggiore efficienza e confort sia per i gestori, sia per i clienti.

Nel settore terziario però sono compresi anche altri tipi di attività e di edifici, come ad esempio palestre e anche negozi. Anche questi tipi di strutture infatti, così come ogni tipologia di edificio sportivo, possono essere dotate di un impianto domotico.

In questo modo ci sarà anche una gestione più semplice, perché tutto si potrà controllare con pochi click e da un solo o più dispositivi.

Come si è visto, la domotica è una disciplina che comporta una serie di vantaggi e anche se non sono assenti i fattori negativi, i primi risultano numerosi. Certamente, per chiunque desideri far installare un impianto di questo tipo, sarà necessario rivolgersi ad un esperto in materia, al fine di non rischiare di incorrere in errori, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza.


Impianti casa: dalla domotica alla sicurezza