Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
,

Moduli unificati in modo standard per edilizia

Approvati i primi moduli unificati per l'edilizia e per le attività commerciali

Il 4 maggio 2017, con l'accordo tra Governo, Regioni ed enti locali siglato in Conferenza Unificata, è stata raggiunta l’intesa su moduli unificati e standardizzati per comunicazioni e istanze nei settori dell'edilizia e delle attività commerciali e assimilate.

Con l’arrivo dei moduli unificati a livello nazionale, cittadini e imprese che vogliono avviare interventi edilizi, come i lavori di ristrutturazione della propria casa o aprire, ad esempio, un negozio, un bar, o un esercizio commerciale, comprese le attività di e-commerce e di vendita a domicilio; avranno tempi e regole certi e



probabilmennte una riduzione dei costi e degli adempimenti con una >modulistica valida su tutto il territorio nazionale.

Le date di attuazione della nuova modulistica sono anch'esse certe ed univoche : le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l’obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale entro e non oltre il 30 giugno 2017 i moduli unificati e standardizzati, adottati con l’accordo e adattati, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali entro il 20 giugno 2017.

All'obbligo della pubblicazione della modulistica sul sito istituzionale i Comuni possono assolvere anche attraverso una delle seguenti modalità:
- con link alla piattaforma telematica di riferimento;
- con link alla modulistica adottata dalla Regione, successivamente all’accordo e pubblicata sul sito istituzionale della Regione stessa.

La mancata pubblicazione dei moduli e delle informazioni indicate, entro il 30 giugno, costituisce illecito disciplinare punibile con la sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da tre giorni a sei mesi.

Unificazione e semplificazione

Ma, vediamo le novità più importanti:

Nella modulistica commerciale poi anche il linguaggio è stato semplificato, utilizzando il più possibile termini di uso comune, ovviamente più chiari, quindi, comprensibili per chi deve compilare e firmare le dichiarazioni. Così, ad esempio, quello che prima era “un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande” è diventato, più semplicemente, un bar o un ristorante!

APRIRE UN B&B A CASA PROPRIA