Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 10 Settembre 2020),

Le truffe degli immobili low-cost

Quello evidenziato a Milano è un vero e proprio racket di immobili a basso costo, in locazione o in vendita. Annunci a dir poco sospetti promettevano bilocali in affitto a meno di 400€ al mese e immobili in vendita al centro ad almeno 200 mila euro in meno rispetto alla media del mercato. Ma esiste una spiegazione e, prevedibilmente, ha per entrambe le fattispecie carattere di illegalità. Gli appartamenti posti in affitto a questi prezzi ridotti sono in realtà locali destinati in base ad una normativa comunale a portatori di handicap, giovani coppie con problemi economici e persone che hanno subito uno sfratto. Ma i venditori, e questo ovviamente non è previsto per legge, chiedevano ai potenziali clienti, una cifra aggiuntiva (che varia da 10 mila a 15 mila euro a seconda della tipologia di appartamento): una sorta di una tantum, totalmente “in nero” per aggiudicarsi l’immobile in locazione. Analoga la fattispecie di vendita: gli immobili costruiti in cooperativa, proprio per agevolare persone con difficoltà economiche, dovevano essere necessariamente rivenduti ad un prezzo inferiore a quello di mercato ma anche qui, agenti immobiliari e venditori, chiedono un surplus non registrato (si parla addirittura di cifre intorno ai 100-150 mila euro). State molto attenti a questo genere di truffe, bene fare le cose con calma e non farsi prendere dalla fretta.


Tempi medi di vendita: in Italia sono pari a 7 mesi