Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 10 Settembre 2020),

Il mercato immobiliare Torino potrebbe essere un'ottima opportunità

Il mercato immobiliare Torino non ha avuto un andamento particolarmente positivo nel corso degli ultimi anni visto che non è riuscito ad ottenere risultati particolarmente interessanti. E' necessario tenere presente che l'andamento torinese rispecchia abbastanza bene quello nazionale che non sta riuscendo ancora a tornare a livelli di qualche anno fa. Se si vanno ad analizzare i vari grafici è facile notare come l'andamento del mercato sia sceso lentamente ma costantemente andando a raggiungere dei limiti davvero molto bassi. Prima di analizzare il valore degli appartamenti, in vendita ed in affitto, è importante ricordare che si sta parlando di media e non del reale prezzo. Solo in seguito, parlando delle varie zone della città, verranno presi in considerazione i valori reali delle zone della città. Andando a parlare dell'andamento si deve tenere presente che a dicembre 2014 il prezzo per metro quadrato era di 1928 euro per poi scendere fino a 1717 euro a gennaio del 2020. Naturalmente questo tragitto ha visto dei momenti molto complicati come il periodo marzo-aprile 2019 quando il valore scese fino a toccare i 1690 euro per poi risalire a gennaio del 2020 a 1717 euro. Ma è necessario fare un passo in avanti nella nostra analisi per poter offrire una visione completa del mercato. Sebbene non vi siano notizie incoraggianti per praticamente tutte le tipologie di immobili anche se sembra che i loft siano la tipologia di immobili che stanno reggendo al meglio. Il loro valore è partito nel dicembre 2014 a 2256 euro a metro quadro e dopo alterne vicende siamo arrivati a gennaio 2020 a 2209 riuscendo a mantenere il valore abbastanza stabile. Il punto più alto è stato raggiunto nell'agosto del 2016 che ha portato il valore a 2304 euro mentre il punto più basso è stato raggiunto nel giugno 2018 con un valore di 2075 euro a metro quadro.

Il mercato immobiliare Torino è stabile nella sua instabilità

Si è già parlato di come il settore immobiliare torinese rappresenta un momento abbastanza complicato per coloro che vogliono investire perché il valore sta diminuendo in continuazione. La cosa interessante sta nel fatto che stiamo vivendo in un incrocio molto particolare dove il valore d'acquisto degli immobili sta crescendo ma nel contempo sta rimanendo praticamente invariato il valore d'affitto. Cosa significa? Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che non si ha solo il valore d'acquisto dell'immobile ma anche quello d'affitto ovvero indica qual è il giusto prezzo d'affitto dell'immobile. Quindi chi investe nel mercato immobiliare per avere un RSI, ritorno sull'investimento quello che in termini anglosassoni è ROI, a lungo termine si deve tenere presente che l'obiettivo è quello di guadagnare tramite l'affitto dell'immobile. Parlando di valore di locazione è necessario tenere presente che il valore per metro quadro è tornato ai livelli del dicembre 2014. Sei anni fa il valore medio di affitto degli immobili del capoluogo piemontese si agirava intorno a 8,27 euro a metro quadrato mentre a gennaio 2020 il prezzo si è stabilizzato intorno agli 8,20 euro. Se si è interessati ad acquistare un appartamento per affittarlo è comunque sconsigliabile scegliere ville e ville a schiera mentre la scelta più interessanti sono gli attici che hanno ottenuto circa l'1,74% di aumento del valore d'affitto partendo da 10,25 euro del dicembre 2014 fino a 10,89 euro di gennaio 2020. Anche per gli affitti i loft sono tra i più interessanti passando da 9,46 euro del 2014 a poco più di dieci euro del 2020.

Mercato immobiliare Torino: analizziamo tutte le zone di questa interessante città

Attualmente il Torino rappresenta una buona opportunità per ottenere degli ottimi investimenti se si ha un'idea di dov'è più conveniente investire ma quali sono le zone che attualmente sono le più interessanti per ciò che concernono gli investimenti? Scopriamole:


Quotazioni immobiliari Genova: continua inesorabile la discesa