Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
,

Nuova era: vegetazione e architettura, binomio indissolubile

L’architettura, di recente, si sta orientando verso sistemi di architettura e green: un binomio indissolubile.

In Italia, il Bosco Verticale di Stefano Boeri, a Milano.

Il progetto guarda alle politiche di riforestazione e rinaturalizzazione dei bordi delle grandi aree urbane. Sulle sue torri, crescono più di 1.000 esemplari di piante.

Il precursore di questo campo, però, è Blanc, realizzatore dell'One Central Park di Sydney.

L'edificio ha ospitato il giardino verticale più grande del mondo. Questo consta di 190 piante aus

traliane e 160 specie esotiche, una facciata verde d'impatto, ed aiuta ad abbassare il livello di inquinanti presenti nell'atmosfera, attutendo l'inquinamento acustico, assorbendo l’acqua piovana e mantenendo freschi gli interni nelle stagioni più calde.

A Colombo, in Sri Lanka, lo studio Millroy Perera Associates ha realizzato un giardino verticale alto 46 piani: le Clearpoint Residences.

La struttura, ancora da terminare, potrebbe diventare uno degli edifici più verdi del mondo.

E’ stato, inoltre, realizzato un impianto di irrigazione a goccia automatizzato. Con esso, i giardini, saranno sempre irrigati. In questo modo la richiesta idrica è diminuita e sarà alimentato il rinnovabile.

Il pensile sta diventando un nuovo modo per combattere l’inquinamento acustico ed atmosferico. Emporis, società di data mining che dal 2000 raccoglie dati su edifici di tutto il mondo, a Giugno 2013 ha pubbl

icato una classifica con i migliori progetti capaci di integrare in forma armoniosa elementi naturali e forme d’architettura.

Va menzionato, inoltre, l’albergo Park Royal Hotel, progettato dallo studio di architetti WOHA e concluso nel 2013. Si trova a Singapore e consta 89 metri di altezza. Ha il punteggio Platinum del BCA Green Mark, il maggiore livello di certificazione per gli edifici green di Singapore e si è assicurato anche il Pioneer Award Solar, per il modo di sfruttare l'energia solare riducendo gli sprechi. L'hotel, consta12 pian circondati da vegetazione tropicale sulle pareti.

Vi consigliamo di dare uno sguardo a questi fantstici edifici, molti di questi sono veramente belli da vedere.


La centrale solare di Parigi