Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 11 Maggio 2021),

Riunione condominiale: tutti i consigli per organizzarne una

Si è già parlato della riunione condominiale con un approfondimento riguardante le riunioni condominiali online, ma dato che ormai sono iniziate le prime aperture, ci sono diversi condomini che riescono a svolgere le riunioni condominiali direttamente all’interno del plesso condominiale, se lo spazio permette di rispettare le misure imposte dal Governo per evitare i contagi. Il discorso Covid infatti è ancora strettamente legato allo svolgimento delle assemblee condominiali, ma è anche vero che ormai in tanti si riuniscono senza che sia necessario ricorrere al sistema online, tramite videochiamata. Altri condomini invece preferiscono continuare con questo sistema, o perché lo spazio che hanno a disposizione non è sufficiente a rispettare le misure per evitare i contagi, oppure anche perché trovano più sicura la modalità in questione.

Nei paragrafi successivi è presente un approfondimento utile riguardante i vari consigli per effettuare al meglio una riunione di condominio, sia che si svolga online, sia che invece sia fatta direttamente in presenza.

Riunione condominiale: ecco alcuni consigli utili per organizzarne una al meglio

Quando si parla di riunione condominiale, si parla dell’assemblea obbligatoria che i vari plessi condominiali sono tenuti a svolgere e che l’amministratore deve organizzare rispettando determinati punti. Il primo è che tutti i vari componenti del plesso condominiale devono essere informati riguardo la data della riunione e affinché non ci siano ritardi nel recapitare gli avvisi, un consiglio è quello di avvisare per tempo tutti quanti, soprattutto se i nuclei familiari che risultano proprietari sono tanti, in uno stesso complesso.

Questo è importante, anche perché tutti devono essere a conoscenza della riunione e in più devono essere avvisati lo stesso giorno. Non si può avvisare prima una famiglia e poi un’altra. Tutti allo stesso modo e tempestivamente sono quindi le prime due regole da tenere a mente.

Per un’ottima riunione di condominio però sarebbe opportuno stabilire anche una data e un orario che potrebbero garantire la presenza di tutti, indipendentemente dal fatto che la riunione sia svolta tramite applicazioni, quindi online, oppure in presenza.

Questo è molto importante, anche perché più proprietari saranno presenti e meglio sarà, al fine di prendere le decisioni importanti in fretta e poi agire in base a ciò che è stato deciso. Ci sono però anche altri consigli che possono essere dati, come ad esempio il fatto di contattare in videochiamata chi non può essere presente in quel determinato momento. Negli ultimi mesi infatti alcuni amministratori di condominio stanno ricorrendo a questa soluzione, per cercare di far partecipare lo stesso quelle persone che non possono recarsi alla riunione in presenza, magari perché hanno contratto il Covid, o magari perché hanno altre problematiche.

È anche vero poi che un altro consiglio è quello di avvisare tempestivamente del risultato della riunione, tutte quelle persone assenti. L’ideale sarebbe non aspettare troppo ad informarle di quello di cui si è parlato, anche perché qeusto potrebbe poi risultare scorretto e tra l’altro potrebbero sfuggire delle informazioni importanti. Oltre a questi consigli però ve ne sono anche altri che possono essere indicati.

Gli altri consigli utili da tenere in considerazione

Tra altri consigli utili da tenere in considerazione vi è anche il fatto che un buon amministratore, per svolgere al meglio una riunione condominiale, dovrà fare attenzione anche ai turni per prendere la parola. Questo significa riuscire a far svolgere un’assemblea in cui tutti riescono a esprimere la propria opinione, senza che però sia necesario parlare contemporaneamente.

Oltre a pensare a organizzare al meglio questo punto, ce n’è anche un altro di fondamentale importanza. A volte le opinioni contrarie possono generare delle liti, soprattutto se si usano determinati toni oppure se vengono espresse male. L’ideale sarebbe essere pronti a bloccare tali litigi sul nascere, al fine di evitare che poi diventino eccessivi. Questo però non è compito solo dell’amministratore, ma anche i condòmini, comportandosi in modo adeguato e civile, possono riuscire a evitare tutto questo.

Altro importante consiglio riguarda poi il fatto di cercare di trovare un luogo giusto in cui riunirsi. Sebbene infatti, prima della pandemia, sicuramente ogni condominio avesse un punto di ritrovo dove venivano svolte le varie assemblee di condominio, con il Covid non sempre i plessi condominiali hanno potuto utilizzare tali spazi.

La problematica infatti sorge nel momento in cui questi ultimi si rivelano di piccole dimensioni e non permettono di far rimanere i vari membri dell’assemblea distanziati tra di loro. Proprio per questo, è opportuno trovare un luogo adatto e tra l’altro, proprio per tale motivo, ci sono degli amministratori che ultimamente hanno stabilito di svolgere le riunioni direttamente fuori, in giardino. In effetti i luoghi aperti permettono un ricircolo dell’aria di gran lunga migliore e quindi ci sarà meno possibilità di contrarre il Covid, svolgendo una riunione negli spazi condominiali aperti.

Se questi però non sono presenti o se non è possibile comunque svolgere lì la riunione condominiale, l’amministratore può anche pensare a un luogo chiuso però abbastanza grande, in cui poter poi far entrare i vari membri dell’assemblea e far rispettare le distanze stabilite dal Governo.

Si consiglia, nel caso la riunione venisse svolta al chiuso, di lasciare tutte le finestre del posto aperte. Oltre a questo però occorre sottolineare che tutti i vari partecipanti dovranno possedere i vari dispositivi di protezione e quindi le mascherine. Diverso invece il caso della riunione online, in cui ovviamente non sarà necessario indossare la mascherina.

Altro consiglio importante poi riguarda il fatto di parlare di argomenti importanti e partire proprio da questi ultimi fin dall’inizio dell’assemblea, in modo che si darà la precedenza alle decisioni importanti e così da non farsi sfuggire di mente proprio le questioni principali.

Questo è molto importante, anche perché l’amministratore dovrà pensare a evitare discussioni su dettagli inutili e che non costituiscono alcun problema. Anche i vari membri del codnominio però dovranno fare la loro parte e dovranno sfruttare la riunione di condominio per cercare di parlare di problemi principali e di segnalarli agli altri condomini. Se poi invece le problematiche fossero urgenti, allora è il caso di contattare prima l’amministratore, senza aspettare che si svolga la riunione condominiale.


Riunione condominiale online: tutti i consigli utili