Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Alessia

Ecobonus: online l'app dell'Agenzia delle Entrate

È disponibile dal 31 gennaio 2017 l’applicazione per la comunicazione telematica della cessione del credito da parte del condominio, sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Come scaricare l'app

L’applicazione, scaricabile nella sezione software del sito http://www.agenziaentrate.gov.it/, è gratuita e servirà ai condomini a compilare i documenti per comunicare, per le spese effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 per interventi di riqualificazione energetica nelle parti comuni degli edifici, la cessione del credito dei condòmini ai fornitori. Come afferma la stessa Agenzia delle Entrate: "il software può essere utilizzato sia da chi intende trasmettere direttamente la propria richiesta di attribuzione del credito, sia dagli intermediari che trasmettono la richiesta per conto di altri". È bene ricordare che la cessione del credito deve avvenire secondo le modalità attuative previste dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 22 marzo 2016.

La trasmissione della comunicazione va fatta entro e non oltre il 31 marzo 2017, tramite uno dei due canali dell’Agenzia delle Entrate, Entratel o Fisconline. La data della scadenza è stata rinviata in seguito alle polemiche e alle lamentele di diverse associazioni di categoria, tra cui, in prima linea, l'A.L.A.C. – Associazione Liberi Amministratori Condominiali, che con un comunicato ha osservato che "la scadenza prevista confligge in modo evidente con quella relativa all'invio telematico delle CU 2017 prevista nel calendario fiscale in data 7 marzo 2017. In considerazione di quanto sopra, e considerando che ad oggi non abbiamo ancora ricevuto le specifiche tecniche per l'adeguamento dei nostri software gestionali, tenuto in debito conto che quest'anno il calendario della consegna dei modelli 730 per l'invio telematico è molto dilatato nel tempo e consentirebbe di assorbire tale dilazione senza disagio per i contribuenti, si richiede quindi una congrua ed urgente proroga per l'adempimento in oggetto".

Per le spese sostenute dal 2017 al 2021, la legge di Bilancio 2017 prevede nuovi criteri, relativi anche a interventi di riqualificazione energetica e antisismici, in corso di realizzazione da parte del Direttore dell’Agenzia.

Le informazioni da trasmettere

Il condominio deve trasmsettere: "il totale della spesa sostenuta nel 2016 per lavori di riqualificazione energetica su parti comuni, l’elenco dei bonifici effettuati per il pagamento di dette spese, il codice fiscale dei condòmini che hanno ceduto il credito e l’importo del credito ceduto da ciascuno, il codice fiscale dei fornitori cessionari del credito e l’importo totale del credito ceduto a ciascuno di essi". Il condominio è tenuto poi a comunicare ai fornitori l’avvenuto invio della comunicazione all’Agenzia delle Entrate e i fornitori, a loro volta, comunicheranno in forma scritta al condominio di accettare la cessione del credito a titolo di pagamento di parte del corrispettivo per i beni ceduti o i servizi prestati. Il mancato invio della comunicazione in questione rende inefficace la cessione del credito.

Cosa dice il Provvedimento

Il fornitore può fruire del credito ceduto in dieci quote annuali di pari importo, a partire dal 10 aprile 2017. Si può fruire negli anni successivi della quota rimasta inutilizzata nell’anno e quest’ultima non può essere chiesta a rimborso.

Com’è prevedibile, l’accertata non spettanza o l’indebita fruizione, anche parziali, della detrazione prevedono il recupero del relativo importo, maggiorato di interessi e sanzioni.

Come ricorda il provvedimento, la disposizione riguarda esclusivamente:

In altre parole, "il cedente può anche non trovarsi nella «no tax area» e può cedere il credito corrispondente alla detrazione cui ha diritto, oltre che a chi ha eseguito i lavori, anche ad altri soggetti privati; il cessionario, invece, in alternativa all’utilizzo in compensazione, può a sua volta cedere il credito" (fonte: Lavoripubblici.it).

costruzione palazzo

Possibile la cessione del credito corrispondente alle detrazioni 65%


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito