Il primo trimestre 2013 del Project Financing

contratti di disponibilità

Il mercato del partenariato pubblico privato (PPP) è in forte calo, queste sono le news che arrivano dagli utenti del settore.

La flessione è stata certificata dall’osservatorio www.infopieffe.it che è stato realizzato dal Cresme e promosso da Unioncamere, Ance e Unità tecnica finanza di progetto.

I dati del 2012 hanno rivelato che le iniziative che sono state messe in gara nel partenariato pubblico sono state 3.078. Rispetto al 2011 c’è stato un incremento del 9,9% nel numero, tuttavia, vi è stata una flessione del 36,9%, per un importo pari a 8,341 miliardi di euro nel 2012.

In merito al primo trimestre del 2013, l'osservatorio ha rilevato un aumento del 71% dei bandi su tutto il territorio, contando circa 303 concessioni, ma un pesantissimo calo dei valori: -72%, ovvero 602 milioni di euro.

Se torniamo ai dati del 2011 gli importi relativi al project financing incidevano per il 30,4% sul mercato dei lavori pubblici. Nel 2012 i finanziamenti dei progetti sulle opere pubbliche si sono ridotti al 22,2%, mentre nel periodo gennaio-marzo di quest'anno l'incidenza è andata in calo del 14,7%.

C’è stato un flop dei contratti di disponibilità, totale. Dall’osservatorio è stato rilevato che tali strumenti di finanziamento privato, introdotti con la L. n.27/2012, prevedono che le PA vadano ad affidare per più anni la progettazione, realizzazione e gestione delle opere ai privati, i quali vengono remunerati, con il pagamento del canone.

A distanza di un anno dal debutto dei contratti si sono contate solo 12 gare per 21,369 milioni di euro. L’importo dei bandi è pari 1,78 milioni di euro per il tipo di opere alle quali vanno applicati di più i contratti di disponibilità. Stiamo parlando degli impianti del settore fotovoltaico ai quali seguono quelli dell’edilizia scolastica.

Per leggere altri articoli in ambito immobiliare vi basterà scegliere la categoria desiderata.

Articoli simili: