Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Mirko

E' possibile stimare l'impatto coronavirus su immobiliare?

Abbiamo spesso parlato del mercato immobiliare italiano e di come stia cambiando in seguito all'arrivo del covid19 ma è importante tenere presente che non è molto facile effettuare un giusto pronostico riguardo l'impatto coronavirus su immobiliare perché la situazione è ancora molto mutevole quindi non si può conoscere al meglio l'andamento dei prezzi e delle vendite ed acquisti. Naturalmente la quarantena prima e le limitazioni imposte dalla fase due non hanno certamente aiutato le vendite poiché è abbastanza complesso potersi muovere in modo agevole quando si va a chiudere un affare. Si deve tenere presente che i primi frutti sono già maturati creando una serie di problemi abbastanza seri soprattutto in termini di contratti non andati in porto. Si deve tenere presente che comunque nonostante tutto ciò che sta avendo i prezzi degli immobili non si sta abbassando e questo andamento si sta realizzando non perché il valore degli immobili non siano strettamente legati con la regola della domanda ed offerta ma semplicemente perché in un libero mercato ognuno sceglie il prezzo di vendita del proprio immobile. Ciò avviene non tanto perché ci si aspetti davvero il prezzo richiesto ma più semplicemente si cerca di non cedere alle offerte di sciacalli che cercano di sfruttare una situazione oltremodo grave per cercare di portare a casa un ottimo affare. Vediamo quindi come il mercato si muoverà sotto il peso dei colpi inferti dal coronavirus.

Impatto coronavirus su immobiliare: ci sarà un rimbalzo?

Come tutti sappiamo la lenta risalita del mercato immobiliare dopo il 2010, altro anno orribile, stava dando buoni risultati tanto che gli analisti pensavano di poter voltare pagina e cominciare un'incremento più o meno duraturo, dopo la stabilizzazione, dei valori ma nessuno poteva mai immaginare una pandemia che andasse a rompere questo andamento positivo. La crisi economica del 2010 aveva creato non pochi cortocircuiti sul mercato del lavoro creando seri problemi a tutti coloro che avevano intenzione di acquistare casa ma la situazione stava lentamente migliorando. La pandemia ha quindi dato il colpo di grazia ma la cosa ancor peggiore sta nel fatto che questa situazione dovrebbe durare fino a dicembre prossimo. Si prevede però avere un rimbalzo il prossimo anno, il 2021, riuscendo comunque a colmare almeno in parte le grandi perdite di questo periodo. E' ormai convinzione diffusa che il mercato immobiliare quest'anno andrà a perdere quasi diciannove punti percentuali con oltre cento miliardi di euro di perdite nell'anno corrente. Ma è comunque interessante notare come la situazione economica deve migliorare molto nei prossimi mesi per sperare che il prossimo anno sia migliore perché per accedere al credito è necessario che le persone tornino a guadagnare normalmente sperando comunque che non vi siano problematiche finanziarie tali da bloccare il futuro accesso al credito poiché i mutui rimangono il metodo principale per ottenere il denaro necessario per procedere all'acquisto.

Ma i prezzi degli immobili? Potremo avere delle ottime offerte?

Nell'introduzione s'è parlato di come i prezzi delle abitazioni non stanno diminuendo e ciò è dovuto, attualmente, alla decisione dei proprietari di conservare il valore degli immobili da più che probabili svalutazioni dovute alla pandemia ma questa situazione potrà durare ancora a lungo? Il valore del residenziale è più difficile da pronosticare, di più della ripresa, proprio perché c'è un "fattore emotivo" che difficilmente può essere valutato. Quasi sicuramente entro la fine dell'anno le grandi città dovrebbero riportare importanti perdite fino a superare i due punti a Milano. Purtroppo ci si deve attendere un accentuato calo nelle città italiane più importanti come Roma e Venezia e molti dei capoluoghi italiani ma è necessario tenere presente che tutte le città, chi più chi meno, avranno un calo importante ma non verticale delle quotazioni immobiliari. Ma in questo caso, a differenza della ripresa, non è possibile determinare in che misura ci sarà la crescita del valore degli appartamenti. Il 2021 potrebbe essere ancora abbastanza negativo anche se poi vi saranno differenze tra città e città in base ad una serie di caratteristiche.

Quale sarà invece l'andamento del mercato europeo?

Potrebbe non sembrare importante ma bisogna ricordare che l'immobiliare italiano è strettamente legato a quello europeo quindi se uno va bene è probabile che anche l'altro avrà degli ottimi riscontri. Purtroppo il mercato europeo non sta dando risultati positivi ed alla stregua di quello italiano, il mercato europeo e con esso anche l'economia. Ciò significa che il rallentamento dell'Europa porterà a minori quantità di flussi di denaro negli immobili del nostro paese, soprattutto al centro ed il nord, aiutando a far permanere la crisi di questo settore ancora per molto tempo.

impatto coronavirus su immobiliare

Mercato immobiliare europeo: conviene investire nel vecchio continente

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito