Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Giada

Mercato immobiliare 2021: le previsioni e gli aggiornamenti

Il mercato immobiliare 2021 è in fase di ripresa rispetto all’anno precedente, ma va anche detto che le previsioni sono diverse in confronto a quelle che erano state effettuate a inizio anno. In effetti nessuno a inizio 2021 si aspettava un nuovo lockdown a marzo e aprile, e tanti esperti del settore immobiliare hanno pensato che potesse esserci per quest’ultimo un nuovo arresto. Tuttavia proprio i professionisti che lavorano in questo ambito, si sono prontamente espressi dichiarando che si tratta di una situazione diversa. In effetti le differenze rispetto al primo lockdown, che si è tenuto proprio nello stesso periodo dell’anno scorso, sono ben diverse. Tra l’altro un fattore molto importante da prendere in considerazione è che già dopo il 2020, il campo immobiliare ha avuto modo di ottenere nuovamente un rialzo degli investimenti. Sebbene infatti ci sia stato un arresto iniziale, nei mesi successivi poi si è anche verificata una ripresa.

Mercato immobiliare 2021: quali sono le previsioni per i mesi futuri

Il mercato immobiliare 2021 è sottoposto a ulteriori cambiamenti, rispetto alle previsioni che gli esperti avevano fatto a inizio anno. Durante i primi mesi infatti nessuno avrebbe mai ipotizzato l’arrivo di una terza ondata e di un conseguente lockdown. Tuttavia va anche detto che rispetto al primo, questo non potrebbe apportare un vero e proprio arresto per il mercato in questione.

In effetti, la crisi dell’anno precedente già ha visto una ripresa, elemento che sembra che durerà anche nei mesi successivi. Secondo gli esperti, il tutto dipenderà dal clima di ottimismo dei possibili acquirenti e dalla pandemia. Se infatti le vaccinazioni provvederanno spedite, questo potrebbe causare un certo ottimismo nelle persone, che potrebbero avere più spinta anche a spendere. Il timore però di altre ondate potrebbe anche, al contrario, scoraggiare i possibili compratori.

Un fattore molto importante però che non deve essere trascurato consiste anche nel bisogno delle persone di acquistare casa, bisogno che non ha mai subito un blocco vero e proprio, o che comunque non si è mai arrestato in modo drastico.

Secondo alcuni professionisti infatti i mesi successivi del 2021 saranno caratterizzati da nuovi investimenti e dalla presenz costante di timidi compratori, ma non sembrerebbe esserci un vero e proprio boom, a meno che non cambi il corso della pandemia.

Se infatti vi saranno numerose vaccinazioni e la maggior parte degli italiani si sentirà più sicura nei movimenti, ma anche più sicura dal punto di vista economico, il mercato immobiliare 2021 potrebbe subire veramente una forte crescita, soprattutto in vista dell’estate 2021. Questo però non è tutto.

Le altre considerazioni degli esperti

Tra le altre considerazioni degli esperti per quanto riguarda il mercato immobiliare, c’è anche da dire che secondo molti si deve avere prudenza. Questo elemento è di fondamentale importanza per i compratori, ma anche per coloro che cercano casa in affitto.

Stesso concetto anche per i venditori, in quanto ogni categoria dovrà attendere l’occasione giusta per cercare di capire quando possa essere il momento idoneo per fare il loro passo.

Il settore residenziale non sembra che avrà problemi, anche perché proprio la presenza della pandemia potrebbe spingere le persone a cercare case più grandi che possano ospitare un numero maggiore di membri della famiglia, o che permettano anche di avere più stanze a disposizione per svolgere smart working o lezioni scolastiche online.

Oltre a questo, tante persone cercano anche case con un maggior numero di spazi aperti, come balconi o giardini, oppure preferiscono ridurre le spese, vendere casa e cercarne una di minori dimensioni.

Altre famiglie invece si spostano verso case più vicine alla periferia, dove i prezzi sono minori e nello stesso tempo dove sono presenti più spazi aperti, magari anche un maggior numero di parchi dove si può andare a correre.

Insomma, quello che si cerca è un livello più elevato di confort.

Diverso invece il settore del turismo e degli immobili ad esso connessi, in quanto si tratta di una parte del settore immobiliare ancora in crisi, proprio perché vi è un forte arresto turistico.

Oltre a questo, secondo gli esperti è molto difficile dare delle previsioni precise, in quanto si dovrà vedere a mano a mano la situazione, valutandola soprattutto in base alle decisioni del Governo e anche in base allo status della pandemia, ma non solo.

A tutto questo si deve anche aggiungere l’andamento delle vaccinazioni, anche se sembrerebbe che la crescita già in atto sarà sempre maggiore. Oggi infatti sono anche presenti degli strumenti digitali che ad esempio consentono di vedere un immobile direttamente online, quindi garantiscono anche una velocizzazione nelle pratiche e permettono di svolgere alcune azioni anche a distanza.

Questo è un esempio per far capire che alcuni elementi digitali permettono in ogni caso di svolgere il lavoro, o comunque cercano di attutire le problematiche che possono esserci, quando non è possibile incontrarsi in presenza e occorre lavorare da remoto.

Un altro fattore importantissimo da valutare sarà poi l’accesso al credito: se questo infatti sarà semplice e favorevole per gli italiani, questi ultimi potrebbero trasformarsi facilmente in futuri compratori di case e quindi potrebbero anche investire nel mercato immobiliare.

In più si dovrà valutare anche un altro importante fattore: quello dei possibili acquirenti di origine straniera. Ad essere avvantaggiati invece sembrerebbero essere il mercato immobiliare Roma e il mercato immobiliare Milano, poiché si tratta di due grandi città in cui è presente sempre un’ampia fetta della popolazione che cerca affitti, ma cerca anche di acquistare case oppure le desidera vendere.

Tra l’altro, non appena anche le lezioni unviersitarie potranno riprendere in presenza al 100%, anche l’affitto di camere o case per gli studenti farà salire ancora di più la ripresa del mercato immobiliare 2021. Insomma, sicuramente si tratta di un settore in fase di rilancio, anche se la parola che meglio riassume la situazione è proprio “prudenza”. In effetti si tratta di situazioni che dovranno essere valutate con accuratezza e soprattutto che potranno dipendere da vaccinazioni, andamento contagi e anche da altri elementi che hanno a che fare con la pandemia ancora in corso. In genere però si può affermare che il mercato immobiliare non presenti un arresto, ma anzi una ripresa lenta, ma pur sempre una ripresa.

Mercato immobiliare 2021: le previsioni e gli aggiornamenti

Mercato immobiliare: le previsioni per l’Italia per i prossimi mesi

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito