Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
(Agg. 04 Maggio 2021), Giada

Mercato immobiliare e domotica: l’andamento del 2021 e caratteristiche

Il mercato immobiliare 2021 e il settore della domotica possono andare di pari passo, per una serie di motivazione diverse. Tra le più importanti, il fatto che l’anno in corso risulta particolarmente famoso per i progressi rappresentati dalla tecnologia.

Quest’ultima infatti è sempre più presente nelle case e le rende vere e proprie “smart home”, ovvero “case intelligenti”, così come gli edifici per scopi differenti da quello abitativo.

La presenza di funzionalità tecnologiche nel settore immobiliare permette di aumentare di molto il valore dell’immobile, ed è questa la prima correlazione tra mercato immobiliare e domotica.

L’altra invece riguarda la diffusione sempre più estesa degli impianti domotici, infatti sempre più richiesti sia nelle abitazioni, sia negli uffici. Sembrerebbe infatti che l’andamento del mercato domotico immobiliare sia destinato a vedere un’ulteriore ascesa, cosa che continua da diversi anni.

Mercato immobiliare e domotica: ecco la stretta correlazione

Il mercato immobiliare e la domotica sono in stretta correlazione e prima di indicare qual è l’andamento del loro rapporto nel 2021, è opportuno capire perché. In un periodo di pandemia come questo, sebbene gli interessi delle case e le richieste siano cambiati e sebbene il mercato abbia visto una discesa e poi una ripresa, non mancano diverse famiglie che optano per il confort tecnologico.

Proprio per questo il settore immobiliare che comprende immobili che possiedono funzionalità domotiche è sempre più richiesto. La domotica infatti comporta una serie di vantaggi diversi che non si esauriscono solo con la possibilità di poter azionare, aprire, chiudere finestre, porte, accendere o spegnere sistemi di allarme, impianti di riscaldamento o elettrodomestici stando comodamente seduti.

Piuttosto, permette di rendere più semplice e agevole la vita di tutti coloro che hanno problemi di movimento o che sono anziani.

In questo modo il valore degli immobili in cui è presente un impianto di domotica riesce ad aumentare e il fatto che tali tipi di edifici siano sempre più richiesti, aiuta la domanda del mercato immobiliare a salire notevolmente.

Il settore immobiliare nel 2021 per quanto riguarda la domotica

Come già accennato, l’andamento del settore immobiliare quest’anno per quanto riguarda la domotica è in aumento. Certamente, durante il periodo della pandemia l’intero campo ha subìto dei rallentamenti, anche se la richiesta di abitazioni e di immobili da adibire ad uffici o sui quali investire è sempre alta, proprio perché tutti hanno un continuo bisogno di trovare una propria casa.

In più è la stessa richiesta, nel 2021, ad essere cambiata: si prediligono case soprattutto in posti tranquilli, lontano dai centri cittadini e più vicini alla natura, o per chi vuole rimanere in città metropolitane, la richiesta verte soprattutto su case con giardini ampi o grandi balconi.

L’andamento del mercato è cambiato anche dal punto di vista della domotica: se prima quest’ultima era già diffusa, ora lo è ancora di più, proprio perché si pensa che in caso di pandemia, possa aiutare il fatto di avere funzionalità tecnologiche in grado di facilitare il movimento a persone anziane che vivono sole oppure persone con problemi motori.

La domotica prende d’assalto il mercato immobiliare: ecco perché



Le cosiddette “case intelligenti” hanno aumentato la loro diffusione nel corso degli ultimi anni e in più, se inizialmente si potevano automatizzare solo determinati impianti, ora la maggior parte di quelli della casa o dell’edificio si possono controllare direttamente con un click e dal proprio smartphone o altro dispositivo.

In più sono numerosi gli studi effettuati da ricercatori che dimostrano come negli ultimi anni sia aumentata la domanda riguardante tali tipi di immobili, che non solo offrono un confort elevato, ma anche un certo risparmio energetico.

Quest’ultimo è un altro motivo molto importante che ha permesso al settore di crescere e in più di aumentare la richiesta sul campo immobiliare. Per capire bene il rapporto tra quest’ultimo e l’ambiente delle “case intelligenti”, può essere interessante conoscere come è vista nel mondo questa relazione.

La relazione tra la domotica e il mercato immobiliare nel mondo


Gli Stati Uniti sono sicuramente uno dei primi Stati al mondo in cui si vede una crescita più ampia di questo rapporto tra domotica e mercato immobiliare. Seguono poi anche nazioni come Cina, Giappone, ma anche altri Paesi dell’Europa e Australia.

Oltre a questo sembrerebbe che già durante l’arco di quest’anno, la domotica abbia permesso al settore immobiliare di guadagnare circa 25,3 miliardi di dollari. In Italia poi la domanda di case con funzioni domotiche sembrerebbe essere aumentata persino del 33% rispetto all’anno precedente.

Se si parla di mercato relativo agli immobili e di domotica però non si può evitare un concetto molto importante: quanto possa aumentare il valore dell’edificio che possiede funzionalità tecnologiche. Questo infatti è molto importante per capire l’andamento del mercato immobiliare.

Secondo alcuni studi effettuati da professionisti sembrerebbe addirittura che una casa possa aumentare il suo valore del 12% o addirittura arrivare a valere del 30% in più grazie all’impianto di domotica.

Il valore infatti sale non solo perché è un edificio “smart” e quindi dotato di confort, ma anche perché, come si accennava precedentemente, è capace di garantire un certo risparmio energetico e non solo.

Oltre a questi vantaggi infatti va considerato anche il fatto che si tratta di una casa che non invecchierà mai: piuttosto, edifici del genere saranno sempre più richiesti. Le funzioni poi possono sempre essere modificate o addirittura è possibile aggiungerne di nuove, adattandosi alle eventuali nuove invenzioni, confort e tecnologie. Si può quindi affermare, considerato tutti questi fattori, che il valore aggiuntivo che viene garantito ad un immobile “intelligente” rispetto ad uno standard va da una percentuale del 12% fino al 30%, come accennato.

Ovviamente il tutto dipende anche dal tipo di funzioni che è in grado di garantire l’immobile. Come si è visto, l’andamento del mercato immobiliare riguardante il settore della domotica ha visto un incremento e anche se per ora la crescita continua a rilento a causa della pandemia, in ogni caso le previsioni vedono un ulteriore aumento di richieste, soprattutto per i vantaggi che il campo domotico è in grado di apportare, in particolare per chi ha problemi di movimento oppure per chi è anziano.

Mercato immobiliare e domotica: l'andamento del 2021 e caratteristiche

Mercato immobiliare 2021: le previsioni, i consigli e i cambiamenti

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito