Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Mirko

Mercato immobiliare londinese: il tracollo continua

La Union Jack non sembra essere così attrattiva da un pò di tempo a questa parte tanto che in quasi tutti i quartieri il mercato immobiliare londinese creando non poca inquetudine in tutti coloro che credevano che il mattone della capitale inglese non si sarebbe mai deprezzato. La situazione sembra essere molto grave tanto che nessun quartiere sia risultato indenne da questa tempesta iniziata ormai quattordici mesi fa. La cosa interessante e che vi sono una serie di concause a portare un vero e proprio disastro finanziario rendendo molto difficile prevedere quando e come sarà possibile uscirne. Naturalmente non tutto va per nuocere perché i nuovi investitori, anche piccoli, potrebbero riuscire a mettere a colpo qualche affare a sei cifre. Sembra che la politica di questo paese sta attraversando un periodo molto complicato non solo per la Brexit, con tutto ciò che sta portando ma anche per alcune leggi che stanno creando non pochi problemi al mercato immobiliare.

Quali sono i quartieri più importanti che stanno avendo problemi da questa crisi immobiliare?

La cosa interessante di questa crisi sta nel fatto che non sono i quartieri periferici ad avere un deprezzamento degli immobili che stanno dimostrando una buona stabilità nel valore riuscendo a mantenere abbastanza invariato il prezzo. A risentire molto di questa situazione sono stati i quartieri di lusso ovvero quelli più centrali e ricchi che perdono il 4% nei primi tre mesi di quest'anno ed il 5% rispetto a due anni fa. Si potrebbe pensare che vista la percentuale così bassa non sia molto grave ma si va a parlare di una piccola percentuale su un valore immobiliare decisamente cospicuo inoltre si deve tenere presente che il valore degli immobili fino al 2014 erano valutati più del 20 - 25% del loro valore effettivo. Se si va a snocciolare i quartieri è possibile scorgere dei nomi altisonanti come Chelsea, South Kensington, Westminster ed Hackney. Quartieri come Barking, Havering e Waltham Forest hanno ottenuto un aumento seppure abbastanza limitato. Si parla di quasi i due terzi degli immobili che attualmente stanno perdendo valore anche perché non ci sono più compratori e quelli che c'erano hanno deciso di fare un passo indietro lasciando scoperte posizioni sul mercato. Se si va a fare un'indagine sugli immobili venduti si scopre che sono 5532 le case vendute registrando un decremento del 18% rispetto all'anno scorso e del 25% rispetto a due anni, si parla quindi di un quarto di acquirenti in meno creando una serie di problemi. Ma si deve tenere presente che la situazione non è grave nel resto della Gran Bretagna.

Brexit e crollo del mercato immobiliare londinese

Brexit sta significando solamente un periodo convulso con una serie di problemi che stanno facendo vivere la nazione in una situazione di grande incertezza perché non si sa se alla fine il divorzio dall'UE ci sarà e con quale modalità accadrà. Si deve tenere presente che sia dal punto di vista economico sia da quello sociale. Un'uscita brusca potrebbe essere molto grave perché la chiusura delle frontiere aprirebbe vecchie ferite ancora doloranti nell'Irlanda del Nord sia perché la chiusura delle frontiere nella Manica potrebbe creare problemi molto seri alla società. Ciò porta ad una serie di incertezze che non fanno bene al mondo degli affari e degli investimenti. Secondo gli investitori è possibile che a breve ci saranno ulteriori ribassi tenendo presente che la caduta dei prezzi sta aumentando anche per nuove tasse messe a punto dal governo che vanno a colpire proprio gli immobili.

Il mercato immobiliare londinese oltre alle cadute sta offrendo anche molto opportunità

Caduta dei prezzi degli immobili e caduta del prezzo della sterlina sta creando un ottimo terreno di coltura per una ripresa che sebbene non può essere considerata vicina. Inoltre è interessante notare che sebbene vi siano dei pallidi segni di miglioramento questi sono decisamente inferiori dell'inflazione quindi a conti fatti non si può assolutamente parlare di un vero aumento del valore degli immobili. La caduta dei prezzi è stata fino ad ora drammatica ma si deve tenere presente che questo andamento andrà avanti almeno per tutto i 2020 riuscendo a rendere questa situazione abbastanza preoccupante. La Brexit, le tasse e le altre leggi che l'attuale governo sta mettendo a punto o quantomeno cercando stanno creando notevoli problemi per gli investitori. Si deve tenere presente inoltre che questa crisi potrebbe essere solo un primo passo perché da una parte gli investitori scappano dall'altra i possessori vedono perdere denaro mese dopo mese. Si deve pensare che anche un passo indietro sulla Brexit potrebbe non far tornare subito la situazione positiva.

mercato immobiliare londinese

Seconda casa: la guida completa per non avere problemi

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito