Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Giada

Mutuo prima casa: tutti i consigli utili

Per richiedere un mutuo prima casa è necessario non solo prestare attenzione a determinati requisiti, ma anche valutare attentamente diversi fattori. Di seguito una lista di consigli che possono essere d’aiuto per chi deve richiedere un prestito finanziario di questo tipo.

Mutuo prima casa: ecco i consigli principali da tenere in considerazione

Il mutuo prima casa giovani o il mutuo online prima casa richiedono, prima di essere richiesti, il fatto di prestare attenzione ad alcune considerazioni importanti.

Tra queste, sicuramente la necessità di valutare ogni singolo dettaglio della scelta. Non basta infatti chiedersi se sia effettivamente conveniente o no, ma occorre anche domandarsi se sia fattibile. Se poi si opta per una scelta definitiva, allora si deve in primis chiedere un preventivo online oppure di persona. Fare un calcolo delle rate provvisorio potrebbe essere utile per rendersi conto della cifra che si andrebbe a spendere.

Oltre a questo si consiglia di informarsi anche riguardo i possibili bonus che lo Stato mette a disposizione. Se alcune spese sono detraibili, sicuramente questo può essere un vantaggio.

Affrontare un mutuo casa 2021 o mutuo seconda casa o anche prima casa senza le opportune conoscenze e valutazioni significa svolgere un passo molto azzardato. In questo modo si potrebbero avere numerosi problemi, anche perché si incorre nel rischio di non poter affrontare le rate.

Tra gli altri elementi però occorre anche valutare differenti tipologie di offerte. In tal caso può essere utile adoperare un tool apposito che faccia da comparatore oppure usare un sito che svolga lo stesso ruolo e che in automatico sia in grado di confrontare i vari prezzi, tenendo conto delle proprie richieste.

Nonostante si possa avere fretta, ciò non giustifica il fatto di fidarsi della prima che capita sotto gli occhi, o magari del preventivo che si presenta come più basso. Si consiglia infatti di diffidare di somme eccessivamente convenienti e di chiedere a quanto ammonta il tasso di interesse, perché in tal caso proprio quest’ultimo potrebbe essere elevato.

In più mai fidarsi di istituti di credito non riconosciuti o che magari non ispirano fiducia. Insomma, meglio valutare bene ogni singolo elemento.

Non terminano qui però i consigli da tenere in considerazione, per poter fare una richiesta di mutuo prima casa che sia corretta e conveniente.

Gli altri fattori da valutare e a cui fare attenzione



Altro elemento che merita una certa attenzione è quello di non chiedere una somma eccessivamente elevata. In tal caso, le banche di solito si limitano a coprire l’80% della somma che serve per l’acquisto, ma a volte può capitare che accettino di consegnare proprio il 100% della cifra.

Tuttavia questa non deve essere eccessivamente elevata, anche perché si deve tenere conto di un altro importante dettaglio: la rata del mutuo dovrà essere suddivisa in modo tale che sia sempre di importo inferiore al 35 e al 40% del proprio reddito. In questo modo, se si hanno delle spese in famiglia, si potranno affrontare tranquillamente. In più, qualora l’importo richiesto superasse tale considerazione, l’istituto di credito potrebbe anche non accettare la propria proposta e quindi non concedere il mutuo.

Oltre a questo, prima di fare richiesta di deve consultare non solo il sito della banca che si vorrebbe scegliere, ma soprattutto consultare la lista dei documenti che l’istituto richiede. Quest’ultimo infatti è obbligato a fornire informazioni riguardo la documentazione e le varie condizioni che permettono di accedere al mutuo. Questo permette di capire tutti i requisiti e soprattutto anche di rendersi conto delle spese da affrontare.

In più si dovrebbe anche considerare una condizione particolare e chiedere se questa è possibile: si tratta dell’estinzione anticipata dell’importo. Questo significa che in alcuni casi è possibile estinguere le rate del mutuo che mancano, in modo anticipato. In questo modo è possibile anche risparmiare su tutti gli interessi che rimangono. È bene informarsi però a riguardo, perché non è detto che si possa rientrare in tale condizione. Basterà chiedere alla propria banca, se ciò è possibile.

Ulteriore consiglio che può essere utile è quello di valutare le eventuali assicurazioni da poter contrarre per il mutuo. Numerosi istituti di credito infatti permettono di stipulare delle polizze assicurative di diverso tipo, in modo che si possa avere una maggiore sicurezza e protezione da rischi sul mutuo.

Altro elemento che è necessario considerare prima di richiedere il mutuo è il tasso. Questo infatti può essere di diverse tipologie, come ad esempio quello variabile, fisso, ma anche misto e sarebbe opportuno chiedere il consiglio ad un esperto fidato, per capire quale può essere migliore quello da poter adottare, nella propria situazione. La lista dei fattori però non termina con tutti quelli elencati. Ce ne sono infatti anche altri da valutare.

Le garanzie e i rischi

Qualora non sia possibile offrire delle garanzie, si può ricorrere ad un garante. Questo infatti può essere un’ottima soluzione e la figura che fa da garante può essere un genitore o un parente. Ulteriori consigli però riguardano anche le valutazioni che concernono i possibili rischi.

Questi infatti possono portare la persona che contrae il mutuo prima casa a trovarsi in difficoltà con il pagamento. Una delle situazioni più gravi è quella in cui non si riesce a pagare una o addirittura più rate. È proprio in questo caso che entrano in gioco le polizze assicurative, se queste sono state stipulate già prima di contrarre il prestito finanziario. In caso invece questa soluzione sia assente, si rischia di essere segnalati dall’istituto di credito come “cattivi pagatori”.

Con la polizza invece si riesce a sospendere delle rate per un periodo di tempo determinato, ma non solo. In tal modo si evita anche l’aggiunta di eventuali interessi oppure sanzioni. In alternativa, ci sarebbe l’opzione della surroga oppure quello della rinegoziazione. Oggi, con tutte queste opzioni, è difficile che il mutuo venga concluso in modo forzato. Certamente, non si tratta di una scelta facile e una volta che viene presa, si deve cercare di pagare in tutti i modi regolarmente o si rischia comunque di avere delle problematiche non da poco. Per questo, i consigli da tenere in considerazione sono tutti di estrema importanza.

Mutuo prima casa: tutti i consigli utili

Mutuo ristrutturazione casa: le caratteristiche, come richiederlo

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito