Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Opere e impianti nelle ripartizioni delle spese condominiali

 Il terzo comma dell'art. 1123 C.c. concerne il principio stabilito dal comma precedente, quale ulteriore specificazione, andando a prevedere l’ipotesi di opera o impianti che siano destinati a servire, non i singoli condomini in modo differenti, ma parti autonome in modo esclusivo.

La disciplina andrà applicata tutte le volte che un bene o servizio sono destinati a servire il condominio.

Per quanto riguarda la manutenzione e ricostruzione delle scale, prevista dall’art. 1124 c.c. tale norma è da considerarsi inderogabile. Riprendendo il co. 2 del 1123, la norma fa riferimento al differente uso del bene comune da parte dei condomini proprietario di ciascun piano. La scala, appartiene a tutti, per intero. Si vuole quindi evitare che vi siano conseguenze non eque dell’integrale riferimento alla destinazione, le quali si verificavano, ai danni dei proprietari degli altri piani. La norma prevede la seguente formula metà in ragione del valore e metà in misura proporzionale all'altezza, dando luogo ad una soluzione utile per risolvere il problema della difficoltà di calcolo, della differente utilità per i proprietari dei piani.

In merito, invece, ai soffitti e solai, si stabilisce che le spese per la manutenzione dei soffitti, dei solai, e delle volte, devono essere sostenuti in parti uguali.

L'art. 1125 c.c. stabilisce che le spese per la manutenzione dei soffitti, delle volte e dei solai sono sostenute in parti uguali dai proprietari l'uno all'altro sovrastanti. Vi è, dunque, una presunzione assoluta di comunione delle opere che servono per dividere le proprietà.

Per quanto riguarda le volte, soffitti e solai, in esse rientra tutto ciò che divide orizzontalmente le due proprietà e si trova stabilmente tra esse, con funzione di sostegno e copertura. Restano, dunque, escluse quelle parti che adempiono a funzioni meramente estetiche o ornamentali.

La norma, nella parte relativa alle spese è derogabile dall’autonomia privata. Quindi i condomini interessati possono effettuare un accordo su tale diritto e determinare chi debba sostenere la spesa.

Vivere in un condominio non è sempre facile, ci sono tante regole e obblighi da rispettare.

opere

Ripartizione delle spese condominiali


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito