Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Come pulire la cucina in poco tempo

Di tutte le stanze presenti nella vostra casa, la cucina è probabilmente quella che ha bisogno di maggiori attenzioni quotidiane, insieme al bagno. Ma come si può ottenere una corretta pulizia della cucina senza perdere troppo tempo?

La prima cosa che vi consigliamo di fare è cercare di raccogliere tutte le “materie prime” che vi serviranno per poter pulire correttamente la cucina, come dei cestini, un piccolo contenitore che potrete utilizzare per riporre le cose che non appartengono alla cucina, il sapone per piatti, altri detergenti che si usano normalmente in cucina, una spugna, dello scrubber, dei guanti per la pulizia.

Come pulire la cucina in breve tempo

Chiarito quanto sopra, cerchiamo di procedere con ordine. La prima cosa che dovete fare è quella di cercare riordinare tutto l’occorrente e tutti gli accessori della cucina: sperare di trovare detergenti, strofinacci, spugne, ecc. non solo eroderà molto del vostro tempo, ma aumenta anche il rischio di distrazioni, tanto che vi potrà far dimenticare su cosa si stava lavorando!

In secondo luogo, se si dispone di un doppio lavello, e uno di questi ha un sistema di smaltimento dei rifiuti, utilizzate per pulire il lato senza smaltimento. Mantenere libero il lato con lo smaltimento dei rifiuti (un impianto sempre più diffuso in Italia) vi permetterà infatti di raschiare rapidamente gli avanzi nello scarico mentre lavorate.

Detto ciò, iniziate ad occuparvi nei piatti, ripulendoli dalla sporcizia principale con uno straccio. Quindi, ponete i piatti in maniera tale che siano immersi nell'acqua. Scegliete i piatti che danno più problemi di pulizia a voi e metteteli sul fondo. Riempite i piatti di grandi dimensioni come pentole e ciotole può con acqua calda e sapone. Mentre i piatti sono a mollo, potete preoccuparvi di pulire altre parti della cucina, passando ad esempio a eliminare la sporcizia dal pavimento, dal piano di lavoro e dagli altri angoli della stanza. Per il momento non preoccuparti di oggetti che sono fuori posto, o non appartengono alla cucina, ma concentratevi solo sulla spazzatura.
Passate quindi alla raccolta di tutti gli oggetti che non appartengono alla cucina. Mettete tutti questi oggetti in un cestino, ma non rimetteteli al loro giusto posto subito, ma fatelo solamente alla fine della pulizia della cucina. Procedete dunque a mattere via tutti gli oggetti che appartengono alla cucina ma non sono al loro posto. Anche in questo caso, non lasciatevi distrarre dal riordinamento di armadi, cassetti, e così via. Basterà rimettere gli oggetti al loro posto, almeno per il momento.

Una volta che i piatti sono rimasti in acqua sufficientemente a lungo per poter rimuovere con maggiore facilità lo sporco, aiutatevi con acqua e spugna per poterli pulire e, dopo averli fatti sgocciolare un po', asciugateli. Lavate quindi il piano di lavoro, gli elettrodomestici e il lavandino. Sciacquate spugne e stracci. Lavate tutte le superfici visibili.

Occupatevi dunque della spazzatura. Seguite i principi della raccolta differenziata, rispettando non solamente la differenziazione in ambito domestico, quanto anche il conferimento nei cassonetti stradali nei giorni e negli orari previsti.

Consigli per la pulizia della cucina

Chiarito ciò, potete sicuramente procedere alla pulizia della cucina in maniera più celere seguendo alcuni pratici consigli che renderanno il vostro lavoro più facile.

Innanzitutto, ricordate che più grande è la vostra famiglia, e più lungo presumibilmente l’intero processo. Tuttavia, avete in questo caso anche un vantaggio: più persone che probabilmente sporcheranno, significano anche più persone che sicuramente vi daranno una mano a ripulire. Cercate dunque di rendere la pulizia della cucina un affare di famiglia, coinvolgendo i membri più giovani della famiglia, e rendendoli responsabili di alcune attività che vi permetteranno di avere la cucina pulita in breve tempo.

Educate pertanto i vostri familiari a pulire e risciacquare i piatti dopo ogni pasto. Questo semplice gesto non richiede molto tempo, ma rende molto più facile il lavoro di lavaggio delle stoviglie. Cercate dunque di riempire il lavandino con acqua calda e sapone prima di iniziare la preparazione del cibo. Quando ciotole, taglieri, coltelli, e altre posate e oggetti si sporcano, sarà sufficiente lavarli rapidamente per evitare che il cibo si secchi e si attacchi.

Se poi non riuscite proprio a pulire la cucina con un po' di motivazione, provate a utilizzare un irrinunciabile strumento di supporto: la musica. Generalmente, molte persone dichiarano di trovare di grande utilità la possibilità pulire accompagnati da una colonna sonora preferita: considerato che si tratta di un approccio gratuito e privo di qualsiasi pregiudizio potenziale, val sicuramente la pena provare.

Tente infine conto che questa brevissima serie di suggerimenti è progettata per la manutenzione quotidiana, ma può anche essere utilizzata per una soluzione rapida e straordinaria. Cercate evidentemente di personalizzarla sulla base delle vostre esigenze e delle caratteristiche della vostra cucina, della vostra giornata e della vostra famiglia. Con un po' di impegno e qualche regola condivisa, i risultati saranno assicurati!

cucina

Come scegliere le piastrelle per la casa

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito