Crea gratis il tuo profilo!

Ristrutturare casa: rinnovare parquet, la guida completa

Ristrutturare casa: rinnovare parquet, la guida completa

Abbiamo già parlato di come ristrutturare casa ma un punto che non viene sempre preso in considerazione è la necessità di rinnovare parquet che rappresenta una tra le parti più usate della nosta abitazione e che quindi deve essere periodicamente rinnovato o quantomeno protetto. Esistono molti tipi di parquet composti da vari tipi di legno. Anche se potrebbe sembrare un elemento di secondo piano ma anche il legno adoperato per la pavimentazione deve adattarsi bene con l'ambiente circostante in modo da creare una sorta di armonizzazione con tutti gli altri elementi della propria abitazione. Si deve quindi fare attenzione quando si andrà ad effettuare la scelta del migliore parquet per la propria abitazione.

Quali tipi di parquet esistono e quali sono le caratteristiche

Il parquet è uno di quegli elementi che vanno a caratterizzare la propria abitazione ma la cosa entusiasmante sta nel fatto che una volta che si prova non si riesce più a farne a meno. Questo elemento porta ad una serie di importanti caratteristiche che non possono sicuramente essere reperite in altri materiali adoperati comunemente per rivestire il pavimento della propria abitazione. Questi materiali sono isolanti, resistenti ed elastici caratteristiche molto importanti per non rischiare di ritrovarsi con delle parti dell'abitazione prive di pavimentazione. In buona sostanza questo elemento riesce a creare una perfetta compensazione anche nei casi in cui eventi esterni, vedi umidità e condenza, vadano a creare una serie di problemi alla pavimentazione. Sono presenti una serie di prodotti nel mercato ed ognuno di questi va a determinare particolari caratteristiche, vediamone alcuni:

  • parquet tradizionale: è un pavimento in legno pieno formato da travi con uno spessore minimo di dodici o tredici millimetri con un incastro di tipo maschio-femmina. Il prodotto è posato come legno grezzo e successivamente trattato con l'oliatura, la verniciatura, la spazzolatura e la ceratura;
  • parquet prefinito: è composto da una serie di strati con nella parte superiore il legno pregiato mentre negli altri tipologie di legno più tenero. I supporti laterali danno inoltre una certa stabilità al prodotto;
  • parquet industriale: è una tipologia molto particolare poiché offre un'ottima resa con un costo molto moderato;
  • parquet laminato: non è un vero e proprio parquet perché si parla di un'anima in vari tipi di legno tenuta insieme da fibre di resina. E' un'ottima soluzione se il pavimento è molto utilizzato o se si decide di non spendere molto denaro.

I colori disponibili per il parquet sono i legni rossi, legni chiari, legni scuri e legni bruni che possono essere molto interessanti per rendere la propria casa estremamente raffinata.

Come e quando rinnovare parquet e dargli nuova vita al pavimento

Il pavimento può essere un elemento architettonico molto importante ma purtroppo rischia di avere dei danni abbastanza seri per l'uso che se ne fa. Strisciare una sedia, la caduta di un bicchiere o la semplice operazione del camminare possono compromettere l'integrità del pavimento andando a creare maggiori rischi di infiltrazioni di liquidi all'interno del legno e diventando un elmento antiestetico per la casa. Ma anche le condizioni climatiche della casa possono influire pesantemente sul pavimento con una temperatura non inferiore ai quindi gradi e non inferiore ai venti con un'umidità interna tra il 45 ed il 60%. Queste particolari condizioni sono necessarie perché il legno tende a restringersi ed espandersi andando a creare dei problemi alla stabilità della Vi sono alcune tecniche importanti che devono essere sempre tenute in considerazione quando si decide di ripristinare la pavimentazione del proprio appartamento. Come prima cosa è necessario fare in modo da rendere la propria casa meno umida adoperando vaschette utili per questo particolare scopo ed applicare i feltri protettivi per le sedie ed i tavoli in modo da non dover rischiare di rigare ogni volta che adoperiamo il mobilio. Vediamo come risolvere i problemi al parquet:

  • i segni profondi possono essere sistemati velocemente con cera colorata venduta già con l'applicatore;

  • applicare vernici vetrificanti nelle aree in cui c'è un maggiore passaggio di persone;
  • la pulizia di mantenimento dev'essere effettuata almeno una volta al mese e serve non solo per pulirlo ma anche per chiudere qualsiasi spazio vuoto andandosi ad entrare in tutti gli spazi vuoti;
  • eseguire la lamatura dopo un certo numero di anni in modo da eliminare la parte usurata per poi procedere con il trattamento di finitura;
  • se si vanno a creare degli spazi tra le varie doghe è possibile, dopo aver tolto il battiscopa, rimuoverle per reinstallarle in modo appropriato;
  • per le ammaccature è possibile risolvere il problema adoperando un ferro da stiro con sotto uno straccio bagnato.

Comunque se non siete sicuri di ciò che state facendo è meglio, almeno per le operazioni più complicate, adoperare un tecnico specializzato.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: