Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Sempre più difficile ottenere un mutuo

E’ di questi giorni la novità in materia di mutui e prestiti che sta seriamente preoccupando l’intero settore immobiliare. La stretta dei creditori è sempre maggiore e sembra non lasciare vie di respiro alle famiglie italiane. La Banca BNL ha, infatti, deciso di chiedere ai propri clienti il certificato Inps.

La notizia per ora riguarda solo la BNL, tuttavia ciò che spaventa è che gli altri istituti di credito possano seguirla, concedendo un mutuo solo a chi ha i contributi versati.

Draghi ha cercato di effettuare numerosi appelli per risollevare il mercato immobiliare, permettendo alle famiglie di ottenere, finalmente i mutui tanto agognati, ma purtroppo, a nulla è valso il suo impegno.

Sembra assurdo che ora la banca possa decidere sul rilascio del mutuo in base ai contributi versati. La situazione è pericolosa. Un consumatore potrebbe non ricevere un prestito per un ritardo della stessa Inps, o del datore di lavoro. Insomma, il mutuo sta diventando sempre più un sogno per gli italiani. E questo cosa implica? Il potere d’acquisto cala, il mercato ne risente, il settore muore.

Le richieste delle banche divengono sempre più eccessive. Il lavoratore dipendente prima poteva semplicemente attestare l’anzianità di servizio, attraverso il datore di lavoro, l’ultima busta paga, la copia del Cud, come prova della propria anzianità di servizio.

Per quanto riguarda i lavoratori autonomi, questi dovevano invece presentare il Modello Unico, una copia del bilancio, le ricevute attestanti il pagamento delle imposte, la copia dell’estratto conto degli ultimi mesi.

La speranza è che gli altri istituti di credito non seguano la strada aperta dalla BNL. In caso contrario il futuro sarà sempre più oscuro.

Con la ripresa economica anche l'erogazione dei mutui dovrebbe aumentare progressivamente.

mutui

Le agevolazioni mutuo previste per le famiglie italiane

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito