Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 02 Agosto 2021),

Domotica per i condomini: ecco tutte le caratteristiche

La domotica per i condomini è sempre più diffusa e si tratta di una disciplina in grado di realizzare impianti particolari, dotati di elevata tecnologia.

Richiedendo infatti l’installazione di un impianto domotico, l’edificio su cui quest’ultimo viene inserito ottiene dei vantaggi. Tra questi, il fatto di diventare “intelligente”, cioè presenta delle funzionalità tecnologiche che non solo renderanno più pratica la vita dei suoi inquilini, ma soprattutto aumenterà la sicurezza e anche i confort.

Tale tipo di tecnologia può essere adottata anche ai condomini, ma anche a qualsiasi altro tipo di struttura, come quelle di tipo alberghiero e ricettivo. La maggior parte delle volte però sono le abitazioni private a richiedere un impianto domotico.

Domotica per i condomini: di che cosa si tratta esattamente

La domotica per i condomini si sta diffondendo sempre di più ed è sempre più richiesta. Un impianto domotico può essere controllato direttamente da un unico dispositivo, come ad esempio uno smartphone, o in alternativa da più dispositivi sempre di tipo tecnologico.

Si possono aggiungere infatti al cellulare anche i Tablet o telecomandi appositi. Per capire bene le caratteristiche della domotica condominiale si deve prima chiarire il concetto della disciplina in questione, per capirne gli elementi che la compongono.

Precisamente si tratta di un ramo della tecnologia molto particolare, che permette di controllare l’impianto di illuminazione, ma anche quello di riscaldamento, quello di comunicazione, di connessione e tutto ciò che riguarda il sistema elettrico della casa, direttamente da uno o più dispositivi.

Praticamente basteranno pochi click per accendere la luce in una stanza o regolare l’intensità delle lampadine, accendere o spegnere il riscaldamento o il sistema di raffreddamento e regolare anche in questo caso l’intensità, ma non solo.

A tutto ciò si aggiunge anche il fatto di poter controllare il risparmio energetico dell’abitazione. In più è possibile anche monitorare, con un impianto domotico, anche il sistema di allarme, in modo da controllarlo anche quando non si è in casa. Tutte queste funzionalità possono essere applicate anche ad un condominio e non solo ad un’abitazione privata.

Le altre caratteristiche della domotica condominiale

La domotica per i condomini viene richiesta soprattutto per la realizzazione di impianti riguardanti l’apertura automatica e la chiusura di cancelli, ma anche di sbarre e di serrande.

In realtà può riguardare anche la funzionalità di rendere automatica l’accensione o lo spegnimento del sistema di illuminazione all’interno del condominio.

Oltre a questo, sono diversi i condomini che richiedono con frequenza sempre maggiore di poter autoregolare il sistema di climatizzazione, sia estiva, sia invernale.

Da aggiungere a tutto questo ci sono anche gli impianti di videosorveglianza, che sempre più condòmini richiedono di rendere automatizzati. Certamente, c’è da dire che è necessario che l’assemblea condominiale approvi la decisione di rivolgersi ad un esperto in grado di montare impianti di domotica, anche perché altrimenti, qualora non ci fosse la maggioranza, tale decisione non potrebbe essere presa.

I vantaggi della domotica per i condomini

Un condominio può richiedere un impianto di domotica anche per quanto riguarda l’irrigazione del giardino. Per capire il vantaggio di questa richiesta, si può indicare prima di tutto il confort e la praticità, anche perché il sistema, essendo automatico, non richiederebbe l’intervento di alcuna persona. In più utilizzare questa particolare tecnologia per l’illuminazione del condominio o anche per i sistemi di allarme, significa aumentare la sicurezza dell’intero complesso di edifici.

Oltre alla praticità che impianti del genere sono in grado di apportare, si deve parlare anche della possibilità di rendere più agibili alcune azioni o movimenti delle persone disabili o anche degli anziani.

Importantissima poi anche un’altra funzionalità, sempre più richiesta dai condomini, che riguarda la possibilità di segnalare le fughe di gas, se dovessero essere presenti. Oltre a queste, il sistema domotico può indicare anche la presenza di incendi, di allagamenti o di altre problematiche.

Ulteriore vantaggio e anche funzione sempre più richiesta, riguarda i servizi di assistenza: questi possono essere di tipo medico o di vigilanza e il sistema può chiamarli in modo automatico.

Da aggiungere a questi vantaggi anche il fatto di poter far regolare all’impianto domotico anche il sistema di climatizzazione, che potrà essere regolato in base alla temperatura esterna.

Importante poi anche un altro fattore positivo per il condominio: ci sarà anche un certo risparmio energetico che il sistema si programma in modo da non superare un certo amperaggio e un certo consumo.

Altre caratteristiche e vantaggi degli impianti domotici per i condomini

Quando la domotica viene applicata ad un intero condominio, in questo caso si dovrebbe parlare di “building automation”, espressione più appropriata, che indica che l’impianto domotico viene applicato direttamente al sistema condominiale e non ad una casa privata.

Oltre ai vantaggi elencati precedentemente, si può affermare che un impianto di domotica per i condomini, oltre a garantire un certo risparmio energetico e quindi economico, garantisce anche la possibilità di richiedere delle detrazioni fiscali.

Precisamente, lo Stato assicura, se si seguono particolari requisiti richiesti, che il condominio potrà ottenere fino al 65% della spesa realizzata per l’installazione di impianto di domotica.

Certamente, è anche necessario sottolineare che la cifra da dover sostenere per poter richiedere l’installazione di un sistema di questo tipo, altamente tecnologico, è abbastanza elevata. I costi alti sono dovuti sia al fatto che sono presenti pochi professionisti che sono in grado di realizzare un’installazione del genere, sia al fatto che tutto diventa automatizzato.

Tra l’altro, più funzionalità si sceglie di rendere automatiche e maggiore sarà il costo dell’intero impianto. Certamente però è anche vero che il risparmio, in termini di consumo energetico, si potrà vedere nel corso del tempo. Oltre a questo, ci sarà una maggiore sicurezza, come accennato, e una maggiore praticità.

Altro vantaggio è il fatto che la spesa sarà ovviamente suddivisa tra le varie famiglie che abitano il condominio e di conseguenza questo potrebbe aiutare a spartire la cifra. Per questo l’ideale sarebbe che tutti i condomini fossero d’accordo oppure almeno la maggior parte, così che la spesa verrebbe ulteriormente suddivisa.

In ogni caso, come si è visto, i vantaggi derivanti dall’installazione di un impianto di domotica sono numerosi e questo tipo di tecnologia si sta diffondendo sempre di più.


Condominio 2021: le ultime novità tecnologiche