Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
,

Immobiliare Trentino Alto Adige, buoni i segnali di ripresa del mercat

Sono sicuramente molto positivi i segnali di ripresa del mercato immobiliare che provengono dal Trentino Alto Adige, una regione che può ora ben celebrare la sua posizione di significativa rappresentanza sul totale del territorio italiano, e una previsione di crescita del 10,1% delle operazioni di compravendita immobiliare nel 2018, rispetto a quanto non avvenga nel 2017. Attualmente, la regione rappresenta l’1,2% di tutto il mercato italiano delle transazioni immobiliari, con un numero stimato di 7.600 operazioni, contro le 6.900 operazioni dell’anno precedente.

Non è questo, comunque, l’unico dato di rilievo positivo che emerge dal Rapporto 2018 sul mercato immobiliare residenziale del



Trentino Alto Adige, realizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con Casa.it. Tra le tante statistiche di rilievo, infatti, si segnala come anche il trend dei prezzi medi nominali sia finalmente in crescita, con un rialzo delle quotazioni che è pressoché costante dal 2016 a questa parte, con una particolare propensione per le realtà maggiori e, in esse, Trento. Le stime di medio termine sono inoltre piuttosto confortanti: un simile trend dovrebbe infatti proseguire fino ad almeno tutto il 2020.

Ad ogni modo, non si parla certo di ritmi di grandissima eccezionalità. Il 2016 si è infatti concluso con un lieve calo (pur con una seconda parte che ha mostrato delle prestazioni più incoraggianti), mentre il 2017 è iniziato con una valida ripresa, per poi consolidare un + 0,1% in più rispetto all’anno precedente, contro una flessione dello 0,2% nello stesso frangente, per la media italiana.

Per quanto concerne il 2018, il Trentino Alto Adige dovrebbe garantire una spinta dello 0,5% in più rispetto ai prezzi dell’anno precedente, sovraperformando così la prestazione italiana del + 0,3%. Gli aumenti saranno comunque più consistenti, ancora una volta, nella città di Trento, dove già la crescita del 2017 è stata più notevole, all’1,4% nella zona semicentrale, mentre a Bolzano si registra ancora un calo dell’1,1%. Le previsioni per il 2018 parlano invece di una crescita del 2% a Trento e dell’1,2% a Bolzano, sempre in zone intermedie.

Soffermandoci per qualche istante su Trento, rammentiamo come nella città durante il 2017 ci sia stata una netta ripartenza del mercato, con uno sviluppo dei metri quadri residenziali compravenduti dell’8,9% rispetto al 2016, per 305 mila metri quadri. L’offerta è in aumento del 3,4%, e si è attestata a 396 mila metri quadri nel 2017.


Lombardia primo mercato residenziale d'Italia