Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
,

Lombardia primo mercato residenziale d'Italia

E’ la Lombardia il primo mercato residenziale d’Italia per importanza. Una nomina non certo a sorprese, ma che conferma come la regione settentrionale sia una delle principali locomotive (la principale) dell’immobiliare tricolore. A sostenerlo è il rapporto 2017 sul mercato immobiliare della Lombardia, che è stato recentemente presentato da Scenari Immobiliari proprio a Milano, con la collaborazione attiva di Casa.it. Ma quali sono i numeri che la Lombardia può portare in dote all’immobiliare italiano? Quali sono le tendenze per il mercato immobiliare del Paese?

Un quarto delle compravendite è lombardo

Secondo il già rammentato report di Scenari Immobiliari, il mercato immobiliare della



Lombardia
è primo in Italia con una dote di 123 mila compravendite residenziali stimate per il 2017, pari al 22,2% del totale nazionale. La crescita delle transazioni rispetto a quanto non fosse stato verificato nel corso dell’anno precedente è pari al 12,8%, dimostrando pertanto un incremento per 5 punti percentuali più rapido rispetto al 7,7% di media del trend italiano, già di per se positive.

La Lombardia passa così dalle 109 mila unità di compravendita del 2016, alle 123 mila che dovrebbe conseguire entro fine anno.

La prestazione delle altre regioni

E le altre regioni? Non mancano, anche altrove, delle ottime prestazioni. Dietro la Lombardia c’è infatti il Lazio, che però si ferma a 60 mila compravendite, meno della metà di quelle che sono state riscontrate in Lombardia, con una crescita che è di poco superiore alla media italiana, pari all’8% su base annua.

A loro volta, dietro Lombardia e Lazio si trovano Emilia Romagna e Piemonte (51 mila unità), davanti a Veneto (50 mila unità), Toscana (35 mila unità). All’ultimo posto, considerata anche la scarsa dimensione assoluta del mercato immobiliare regionale, troviamo invece la Valle d’Aosta, con 1,7 mila transazioni. Cresce anche il dato nazionale complessivo, con 520 mia transazioni del 2016 e, dopo, 560 mila transazioni per la fine del 2017.

Per il 2018, infine, Scenari Immobiliari ritiene che vi possa essere una ulteriore crescita del mercato immobiliare lombardo, con oltre 143 mila compravendite residenziali, pari al 16,7% in più rispetto al 2017, contro un incremento del 12,5% per la media italiana. Nel 2020, invece, il mercato immobiliare lombardo dovrebbe salire ancora, fino a sfiorare la soglia dei 200 mila transazioni (nel dettaglio, 192 mila transazioni).


Mercato immobiliare Lazio, previsioni positive per prossimo triennio