Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 10 Settembre 2020),

Quali sono le città europee con la maggiore crescita degli affitti

Il nuovo coronavirus si è abbattuto con particolare forza sul mercato immobiliare e, anche se per il momento non sono ancora pienamente note le conseguenze di questa condizione socio economica sul real estate, si può certamente ipotizzare che l’evoluzione dei prossimi mesi non saranno certamente ottimistiche.

Ad ogni modo, questo non significa che non si possa comunque guardare al recente passato, ricordando magari – sulla base delle recenti analisi statistiche – quali sono state le città europee con la maggiore crescita degli affitti nel corso del 2019.

Ebbene, forse con un pizzico di sorpresa, sono state le città di Barcellona e Vienna ad avere visto la più significativa crescita degli affitti nel corso del 2019, in contrasto con la lentezza della stessa attività in città più costose, in termini assoluti, come Londra e come Amsterdam.

Di fatti, il costo dell'affitto di un appartamento a Barcellona è aumentato del 9,6 per cento a 1.249 euro, mentre nel frattempo Vienna ha visto un massiccio aumento del 14,6 per cento del prezzo dei monolocali a 804 euro al mese. La ricerca è stata effettuata dall'International Rent Index della piattaforma di scambio di alloggi Housing Anywhere.

Djordy Seelmann, amministratore delegato di HousingAnywhere, ha dichiarato che "sarà interessante vedere se nel 2020 si raggiungerà un tetto massimo per le città europee più costose, e quali città più economiche raggiungeranno quelle più costose. La carenza di alloggi rimane certamente pressante come lo è stata negli anni passati".

Naturalmente, queste dichiarazioni sono state riportate prima dell’inizio della grave crisi pandemica e, dunque, probabilmente meriterebbero di essere aggiornate sulla base delle evoluzioni più recenti del mercato delle locazioni abitative.

Tornando allo studio, Londra, che è la città europea più costosa per l'affitto, ha visto il costo dei monolocali aumentare dell'1 per cento a 1.747 euro e il prezzo dei monolocali aumentare leggermente dello 0,3 per cento a 1.142 euro. La seconda città europea più cara, Amsterdam, ha visto un aumento del costo degli appartamenti con una camera da letto dello 0,5 per cento a 1.683 euro.

Come ricordato, però, tutte queste statistiche non potranno che essere oggetto di aggiornamento con i prossimi mesi, man mano che i primi impatti del coronavirus verranno contabilizzati sul mercato delle locazioni e delle vendite sul comparto abitativo.

Vedremo dunque quali saranno le evoluzioni in questo senso: vi terremo naturalmente informati, con le nostre periodiche panoramiche sull’andamento del mercato immobiliare europeo.


Affitti, i canoni sono in calo in tutta Europa