Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
,

Quanto pesa una piscina nel valore di una casa?

La piscina è un elemento particolarmente importante per orientare il valore di un immobile. E non è certamente una rarità trovare, anche nella vostra città, una casa che possa disporre dell'accesso a una piscina, elemento di pregio per un appartamento che desidera poter annoverare ogni comfort anche fuori le mura. Ma quanto pesa la presenza di una piscina nel valore di una casa? Cominciamo con il ricordare che le piscine più economiche sono quelle fuori terra. Per quanto non siano considerate di lusso e di prestigio come le altre, hanno tempi di consegna e di installazione piuttosto rapidi. Inoltre, le moderne



strutture in acciaio e in materiali leggeri possono garantire comunque una estetica e una solidità davvero invidiabile: il loro prezzo oscilla mediamente tra i 2 e i 5 mila euro, escluse le installazioni e le imposte. Ad ogni modo, chi vuole una struttura maggiormente durevole nel tempo e di maggiore valore, cerca prevalentemente una piscina scavata nel terreno. Queste, a loro volta, possono essere suddivise nelle piscine "skimmer", che permettono di tenere l'acqua tra i 10 e i 15 centimetri sotto il bordo della piscina, che è provvista di bocchettoni che spostano l'acqua verso l'impianto di filtrazione e, quindi, nuovamente verso la piscina, e nelle piscine "a sfioro", che invece hanno l'acqua a filo con il bordo piscina, con un meccanismo di pulizia dell'acqua più costoso. Dunque, il costo di una piscina interrata può oscillare in misura notevole, spendendo tra un minimo di 10 mila euro a oltre 50 mila euro (e senza esagerare con i metri di estensione). Per quanto concerne la presenza delle piscine negli immobili italiani, e i relativi accessi, una recente analisi condotta da Immobiliare.it sottolineava come nel 34% degli annunci intermediati la piscina fosse privata, mentre nel 28% si trattasse di una piscina inserita all'interno del complesso residenziale, e nel 15% si trattasse ancora di piscina condominiale. Emerge inoltre come la piscina sia sempre di più un elemento in grado di condurre gli inserzionisti a una migliore valorizzazione dell'annuncio. Tornando sui prezzi, vi è naturalmente grande differenza tra gli immobili che hanno una piscina privata (più cari) e quelli che hanno invece una piscina condivisa (meno cari). Nel caso di piscina privata, il prezzo medio degli immobili si aggira in 1,5 milioni di euro (ma il motivo è da ricercarsi anche nel fatto che generalmente si tratta di ville o casali), mentre è di 450 - 500 mila euro il prezzo di un immobile con piscina in comune.

DNA Tower: la torre a forma di DNA