Aeroporto internazionale di Kansai, in Giappone

L’ aeroporto internazionale di Kansai è stato costruito in Giappone, vicino Osaka. Ha interessato un investimento di ben 15 miliardi di dollari ed è stato progettato da Renzo Piano. E’ stato consacrato come uno dei monumenti di ingegneria civile del millennio.

 La struttura è molto particolare ed affascinante. Si colloca, infatti, su un’isola artificiale di 4.37 km per 1.25 km. E’ stata progettata con una base per resistere ai tifoni che sono tipici di quest’area geografica del pianeta. L’isola si regge su un milione di pali di sostegno, attraversando 20 metri di mare e 20 metri di strato fangoso per poi destrutturarsi in 40 metri di roccia.

 L’opera è stata progettata dall’architetto genovese, dopo aver vinto un concorso internazionale. I lavori dell’isola sono terminati nel 1991, impiegando 10.000 operai. La terraferma è raggiungibile attraverso un ponte di 3.75 km.

 Il terminal dei passeggeri è, invece, tra i più lunghi del mondo. L’edificio è di quattro piani, il progetto ricorda il profilo delle ali di un aereo. Una struttura molto funzionale, progettata con Peter Rice e Tom Barker, che sono l’ingegnere strutturale e l’ingegnere impiantista del gruppo Ove Arup. Al fine di migliorare la circolazione d’aria attraverso la struttura, sono stati creati diversi ampi condotti che conducono l'aria condizionata verso l’alto su un lato del terminal. L’aria passa sul soffitto e viene raccolta attraverso diverse prese d’aria collocate sul lato opposto.

 Un progetto all’avanguardia in tutti i sensi che è in grado di stupire gli architetti ed ingegneri di tutto il mondo.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: