Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Acquista visibilità editando contenuti!
(Agg. 26 Luglio 2021),

Nuove costruzioni a Milano: mappa con prezzi e tutte le info

Forse sì, è davvero arrivato il momento di acquistare casa, ma qual è realmente la situazione del mercato immobiliare di Milano? È meglio rivolgersi ad abitazioni magari da ristrutturare o ad abitazioni che si trovano nei quartieri più centrali della città o è meglio rivolgere la propria attenzione alle nuove costruzioni Milano? Tutto dipende dalle proprie esigenze e dalle proprie necessità: la volontà di vivere in centro può anche giustificare la scelta di un locale di dimensioni più ridotte e al contrario l’esigenza di avere a disposizione un locale più grande, magari con giardino, può anche orientare la propria scelta di optare per nuove costruzioni Milano. Nei successivi paragrafi analizzeremo il mercato immobiliare di Milano, le ultime tendenze, i prezzi nuove costruzioni milano mettendo in evidenza anche una certa diversità in base alle zone e alle località della città anche considerando tutta una serie di agevolarono previste per chi sceglie una nuova costruzione. Quando si parla di nuova costruzione si prendono in considerazione tutti quelli edifici che prevedono di fatto la trasformazione del territorio, vale a dire lo sfruttamento di terreno edificabile per la costruzione di un manufatto che precedentemente non esisteva. Ma che cosa è cambiato dopo la pandemia? Nel 2020 i prezzi nuove costruzioni Milano sono aumentati di circa +1,8% (5.700 euro al mq) considerando anche che le nuove costruzioni rappresentano circa quasi il 20% dell’offerta totale. C’è anche da valutare l’effetto della pandemia che di fatto sta modificando la domanda sul mercato che viene sempre più orientata su abitazioni di dimensioni più grandi come ad esempio i quadrilocali, complice il nuovo ruolo dell’abitazione che si è riscoperta proprio nel periodo dell’improvviso lockdown dello scorso anno.

Nuove costruzioni Milano, le info

Dopo un calo generale del mercato immobiliare di Milano nel corso del 2020, adesso le cose stano cambiando di nuovo e il 2021 sembra portare dei segnali positivi che lasciano intuire una buona ripresa in particolare proprio per le nuove costruzioni Milano. In ogni caso anche nel 2020 il mercato delle nuove costruzioni sembra aver retto meglio alla crisi rispetto all’usato anche stando alle stime e agli ultimi sondaggi lasciando intuire una ripresa del mercato della compravendita con sostanziali differenze fra nuovo e usato. Sembra difficile poter tornare ai numeri degli acquisti per l’usato ai livelli pre pandemia, ma pare invece certo l’incremento degli acquisti delle nuove costruzioni milano. Le richieste maggiori infatti sono relative alla ricerca spazi esterni sfruttabili. Dal giardino al terrazzo, elementi che si trovano più agevolmente proprio all’interno delle nuove costruzioni. Ma volendosi orientare sull’acquisto degli immobili, quali sono i prezzi nuove costruzioni milano? A Milano nel corso del 2020, il numero delle compravendite di nuove abitazioni ha subito un calo abbastanza contenuto attestandosi al -4% rispetto all’anno precedente e con circa 5.570 transazioni. Ma nonostante la contrazione, i prezzi medi, pari a circa 5.700 euro al mq, sono invece aumentati del +1,8%. Il prezzo in ogni caso tende a variare più o meno sensibilmente soprattutto in base alle diverse zone della città e delle macroaree urbane in cui ci si trova. Nelle zone centrali della città il prezzo va da 8.500 a 10.200 euro a mq, arrivando addirittura a raggiungere i 16.300 euro. Nelle aree semicentrali si scende in una forbice di prezzo compresa fra 4.250 a 5.580 euro e nelle zone periferiche il prezzo medio va da 3.280 a 3.950 euro al mq. In ogni caso a Milano gli acquisti delle nuove abitazioni sono pari al 19,6% con una ricerca orientata soprattutto verso il trilocale (41%), seguito dal quadrilocale (27%) e infine dal bilocale (24%), mentre si ferma al 3% della domanda la ricerca del monolocali.

Mappa dei prezzi medi nuove costruzioni a Milano

Sembra certo che i prezzi nuove costruzioni Milano, in media sia aumentato in media del 15,1% rispetto all’anno precedente, ma ovviamente il valore degli immobili tende a essere estremamente diverso rispetto alla zona di riferimento legati anche alle periferie della città. Inaspettatamente, i prezzi nuove costruzioni milano in centro subiscono una live flessione a differenza invece delle costruzioni nella prima periferia sud di Milano (che registra un +5,5%), cui segue anche il quadrante est (+2,2%), e quello nord del centro (+1,6%). Crescita modesta anche per il settore Ovest (+0,3%). Si capisce insomma che gli acquirenti siano alla ricerca di nuove costruzioni Milano soprattutto verso le zone semicentrali e periferiche. Da un lato questo corrisponde alla riqualificazione zone periferiche e anche dalle nuove esigenze dei cittadini. Il quartiere Greco collocato nell’area nord-orientale della città, tra la Stazione di Milano Centrale e il quartiere Bicocca, famoso per l’omonima Università presenta un incremento del +17,2%. Seguono poi Corvetto (+16%), nella zona Sud-Est di Milano, la Zona Solari (+15%), Piazzale Udine, il quartiere Forlanini-Mecenate, Musocco-Villapizzone e infine la zona di Lambrate. Le zone più economiche fanno riferimento alle quotazioni delle nuove costruzioni Milano in zona Ponte Lambro (con 1.850 €/m²), ma anche a Missaglia, Graosoglio con cavoli addirittura inferiori (a partire da 1.500 €/m²).

Nuove costruzioni Milano, le agevolazioni

Ci sono poi tutta una serie di vantaggi di cui usufruire nel caso in cui si acquistino nuove costruzioni Milano come una percentuale particolarmente interessante dell’Iva agevolata pari a una percentuale del 4% o del 10%. In pratica in relazione alla costruzione di un nuovo fabbricato residenziale l’Iva che viene applicata alle fatture emesse dalle diverse imprese viene notevolmente ridotta. Se l'aliquota da pagare per l'acquisto delle materie prime e dei semilavorati, resta comunque pari al 22%, è pur vero che viene prevista un’aliquota del 4%, nel caso in cui ci siano realmente i presupposti per poter usufruire delle agevolazioni prima casa. In questo caso l’iva appare particolarmente ridotta nel caso in cui la nuova costruzione coincida con il solo fabbricato acquistato con i requisiti di prima casa, non si possiede nessun altro tipo di immobile all’interno dello stesso comune, e naturalmente se l'immobile non possiede di fatto le caratteristiche di casa di lusso. L’aliquota dell’iva passa al 10%, ridotta di circa la metà nel caso in cui non ci siano i presupposti per poter usufruire delle agevolazioni prima casa, ma l'immobile non è considerato di lusso, vale a dire non è censito nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, casi nei quali verrebbe applicata un’aliquota 22%. Per quanto riguarda invece l'aliquota da pagare per l'acquisto delle materie prime e dei semilavorati, l'unica applicabile è quella del 22%.


Nuove costruzioni a Milano: mappa con prezzi e tutte le info