Certificazione LEED - Ecco tutto ciò che devi sapere

Certificazione Leed ...

Gli edifici costruiti qualche decennio fa consumano energia e risorse a un ritmo allarmante; negli ultimi anni si è compreso che è possibile fare di meglio. In un periodo sempre più attento ai consumi, all’inquinamento, alla produzione di rifiuti e all’utilizzo di materie prime, si sono sviluppate idee innovative per la salvaguardia del nostro pianeta: una tra queste è sicuramente la certificazione LEED.

Cos’è la certificazione LEED?

Il certificato LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) è un sistema di certificazione per edifici sostenibili sviluppato dal U.S. Green Building Council (USGBC). LEED fornisce una metodologia per valutare l'impatto ambientale degli edifici e fornisce una serie di criteri per la progettazione, la costruzione, l'operazione e la manutenzione di edifici sostenibili.

Ci sono diverse categorie di certificazione LEED, tra cui New Construction, Existing Buildings: Operations & Maintenance, Interior Design and Construction, Building Design and Construction, Homes e Neighborhood Development. Ciascuna categoria si concentra su specifici aspetti della progettazione e della costruzione di edifici sostenibili.

Per ottenere una certificazione LEED, gli edifici devono soddisfare determinati criteri in materia di efficienza energetica, acqua, materiali e risorse, salute ambientale interna, sostenibilità del sito, innovazione e design process. I progetti possono guadagnare punti in base a ciò che fanno per soddisfare questi criteri, e un numero minimo di punti deve essere raggiunto per ottenere ciascun livello di certificazione (Certified, Silver, Gold, Platinum).

LEED è diventato uno standard globale per la progettazione e la costruzione di edifici sostenibili, e il certificato LEED è diventato un'attestazione di qualità per gli edifici progettati e costruiti in modo sostenibile.

Storia della certificazione LEED

Nel 1989, un architetto lungimirante e attento all'ambiente di Kansas City ha involontariamente avviato un intero movimento attorno all'architettura sostenibile. Quell'anno, Bob Berkebile fece una petizione all'American Institute of Architects (AIA) per studiare come gli architetti potessero sostenere l'integrità della loro professione, ma progettare comunque edifici rispettosi dell'ambiente che rispettassero il pianeta - una mossa sicuramente coraggiosa a quei tempi. Il consiglio di amministrazione dell'AIA inizialmente si accigliò su proposta di Berkebile, ma un piccolo gruppo di architetti che sensibili all’argomento lo ha sostenuto, rilevando la convention nazionale dell'AIA quell'anno e approvando all'unanimità la risoluzione "CPR: Critical Planet Rescue".

La troupe ha formato un nuovo comitato - il Comitato AIA per l'ambiente (COTE) - che alla fine avrebbe collaborato con l'Environmental Protection Agency (EPA) per creare nuove linee guida per la progettazione architettonica sostenibile. Pochi anni dopo, quel comitato si sarebbe evoluto nell'US Green Building Council (USGBC), quella che oggi è l'organizzazione leader che promuove la sostenibilità nella progettazione, costruzione e gestione degli edifici. Nel dettaglio, infatti, la certificazione LEED è stata sviluppata dal U.S. Green Building Council, l'organizzazione non profit americana fondata nel 1993 per promuovere la costruzione sostenibile e incoraggiare gli edifici ad adottare pratiche più sostenibili. Il loro obiettivo era quello di costruire un ambiente sano e sostenibile per tutti.

Il processo di sviluppo di LEED iniziò nel 1993, quando il USGBC stabilì un comitato di progettazione per creare un sistema di valutazione delle costruzioni verdi. Il sistema originale è stato lanciato nel 1998 con il nome di "Leadership in Energy and Environmental Design Green Building Rating System" (LEED).

Il sistema LEED si è evoluto nel corso degli anni per tenere conto dei progressi nella tecnologia e delle pratiche dell'edilizia sostenibile, ma il suo obiettivo fondamentale rimane lo stesso: fornire una metodologia per valutare l'impatto ambientale degli edifici e fornire criteri per la progettazione, costruzione, operazione e manutenzione degli edifici sostenibili.

Il sistema LEED è stato il primo sistema di valutazione dell'edilizia sostenibile e ancora oggi è uno dei più diffusi e riconosciuti in tutto il mondo. USGBC ha continuato ad evolvere il sistema LEED attraverso l'aggiornamento di versioni successive, e adesso si chiama LEEDv4.

Obiettivi e requisiti della certificazione LEED

LEED è un sistema olistico che non si concentra semplicemente su un elemento di un edificio come l'energia, l'acqua o la salute, piuttosto guarda al quadro generale prendendo in considerazione tutti gli elementi critici che lavorano insieme per creare il miglior edificio possibile. L'obiettivo di LEED è creare edifici migliori che permettono di:

  • Ridurre il contributo al cambiamento climatico globale

  • Migliorare la salute umana individuale

  • Proteggere e ripristinare le risorse idriche

  • Tutelare e valorizzare la biodiversità ed i servizi ecosistemici

  • Promuovere il sostenibile e cicli materiali rigenerativi

Proprio per questo motivo, per ottenere una certificazione LEED gli edifici devono soddisfare una serie di criteri in materia di efficienza energetica, acqua, materiali e risorse, salute ambientale interna, sostenibilità del sito, innovazione e design process. I criteri variano a seconda della categoria di certificazione, ma in generale, per ottenere una certificazione LEED, un edificio deve:

  • Utilizzare energia efficientemente e generare fonti rinnovabili di energia
  • Ridurre l'utilizzo di acqua
  • Utilizzare materiali e risorse sostenibili
  • Promuovere la salute e il benessere degli occupanti
  • Mitigare l'impatto ambientale del sito e utilizzare la vegetazione
  • Utilizzare tecnologie innovative e processi di design sostenibili

Per ottenere i punti necessari per ciascun livello di certificazione, un progetto deve soddisfare una serie di crediti LEED specifici. Questi crediti sono raggruppati in nove categorie:

  1. Energia e Atmosfera
  2. Acque, Materiali e Risorse
  3. Salute Ambientale Interna
  4. Qualità delle Acque
  5. Sostenibilità del Sito
  6. Innovazione nella Progettazione
  7. Progetto Regionale
  8. Energia Rinnovabile

Di tutti i crediti LEED, il 35% dei crediti in LEED sono legati al cambiamento climatico, il 20% dei crediti ha un impatto diretto sulla salute umana, il 15% dei crediti ha un impatto sulle risorse idriche, il 10% dei crediti riguarda la biodiversità, il 10% dei crediti riguardano la green economy, il 5% dei crediti ha un impatto sulla comunità e il 5% dei crediti ha un impatto sulle risorse naturali. In LEED v4.1, la maggior parte dei crediti LEED è correlata al carbonio operativo e incorporato. 

 I progetti passano attraverso un processo di verifica e revisione da parte di GBCI e vengono assegnati punti che corrispondono a un livello di certificazione LEED: Certified (40-49 punti), Silver (50-59 punti), Gold (60-79 punti) e Platinum (80+ punti).

In generale, per ottenere una certificazione LEED è richiesto un impegno significativo in termini di tempo e di denaro, ma l'investimento può essere ripagato dall'incremento di valore degli edifici, dall'aumento dell'efficienza energetica e dall'attrazione di inquilini con una maggiore sensibilità all'ambiente

Come ottenere una certificazione LEED

Se vuoi ottenere un certificato LEED per la tua costruzione (può essere richiesta per qualsiasi tipo di costruzione) dovrai rivolgerti all’ USBGC o al GBC Italia; se invece hai bisogno di una consulenza in fase progettuale potrai richiedere l’assistenza di un esperto qualificato nel processo di certificazione LEED. Il consulente, in primis, dovrà scegliere la categoria più appropriata e compilare i moduli di iscrizione al programma LEED;  in seconda battuta sarà necessario compilare e presentare tutta la documentazione necessaria a dimostrare che la costruzione rispetti i requisiti richiesti dalla certificazione LEED. In seguito il progetto e la documentazione saranno sottoposti a verifica e valutazione; in base al punteggio assegnato, il progetto riceverà il livello di certificazione LEED (Certified, Silver, Gold, Platinum).  Inoltre, l'USGBC fornirà un'etichetta di certificazione LEED che il team del progetto può utilizzare per promuovere il progetto come edificio sostenibile.

Oggi ci sono quasi 100.000 edifici commerciali in 167 paesi in tutto il mondo che hanno ottenuto o sono in attesa di certificazione LEED. 

 Ricorda però che ti verrà richiesto di pagare una quota di certificazione fissa e una quota di registrazione per iniziare la tua certificazione LEED.

Quanto costa la certificazione LEED?

Il costo per ottenere una certificazione LEED può variare a seconda del tipo di edificio e della categoria di certificazione, nonché delle dimensioni del progetto e della posizione. I costi di base per la certificazione LEED includono le tariffe di iscrizione al progetto, le tariffe di verifica e di certificazione e i costi per il personale del progetto per preparare la documentazione e presentare la domanda di certificazione. L’iscrizione prevede il pagamento immediato di una quota fissa che oscilla tra i 5000€ ed i 6000€. In seguito bisognerà provvedere al pagamento della tassa di certificazione che viene calcolato successivamente alla consegna della documentazione; se la costruzione è inferiore ai 250.000 mq bisognerà calcolare una base fissa di circa 3000€ + una variabile in base ai metri quadri della costruzione.

Oltre alla spesa iniziale bisognerà poi considerare una quota di mantenimento annuale del progetto necessaria al rinnovo annuale. Nonostante i prezzi non irrisori,, molti proprietari e progettisti ritengono che i benefici a lungo termine di un edificio LEED, come l'aumento dell'efficienza energetica e l'attrazione di inquilini con una maggiore sensibilità all'ambiente, giustificano gli investimenti iniziali.

Esempi di edifici italiani con certificazione LEED

Ci sono molti edifici in Italia che hanno ottenuto una certificazione LEED.  Nella maggior parte dei casi, in Italia, come in tutta Europa, i certificati LEED stanno trovando posto nelle strutture pubbliche e commerciali ma si spera che in futuro le certificazioni LEED prendano piede anche per le costruzioni di tipo abitativo, proprio come negli Stati Uniti. Basti pensare che nel 2021, in Italia, si contavano solo 106 certificati LEED; ad oggi se ne contano più di 1200 tra certificati e quelli in via di certificazione.

 Ecco alcuni esempi di Certificazioni LEED Italia:

  • Il Palazzo della Regione Lombardia a Milano, è stato progettato per ottenere la certificazione LEED Oro e rappresenta un esempio di come il governo regionale stia promuovendo la sostenibilità negli edifici pubblici.
  • L'Università Bocconi a Milano, è stata progettata per ottenere la certificazione LEED Oro e include soluzioni per l'efficienza energetica, la gestione delle acque, l'utilizzo di materiali sostenibili, la sostenibilità del sito e la salubrità ambientale.
  • Il Centro direzionale di Intesa Sanpaolo a Torino è l’unico in Europa ad aver ottenuto la certificazione Leed Platinum (Leadership in Energy and Environmental Design) sia nella categoria “nuove costruzioni” sia nella categoria “gestione sostenibile dell’edificio”.

Questi sono solo alcuni esempi di edifici in Italia che hanno ottenuto una certificazione LEED, ma ce ne sono molti altri in tutto il paese che rappresentano un impegno per la sostenibilità e l'efficienza energetica.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: