Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Compravendite in calo in Campania

La percentuale negativa, in Campania, supera di 9 punti la media delle regioni del Mezzogiorno e di 13 punti alla media italiana, e va a segnare un’inversione di tendenza rispetto al trimestre precedente con un incremento del 17,6% rispetto al terzo trimestre 2013.

Il dato supera la media delle regioni del Sud (del 15,1%), ma inferiore alla media italiana ( 19,4%). I dati sono stati pubblicati dal Centro Studi Ance Salerno sulla base della nota trimestrale dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate.

Andiamo, ora, ad analizzare nel dettaglio i singoli capoluoghi, raffrontando quarto e terzo trimestre 2013. L’unico dato peggiore è quello di Avellino (-23,2%); gli altri capoluoghi segnano una ripartenza delle compravendite: Benevento 23,7%; Caserta 22,9%; Napoli 24,4%; Salerno 28,9%. Positiva la dinamica anche negli interi territori provinciali: Avellino 12,8%; Benevento 3,1%; Caserta 12,2%; Napoli 26,1%; Salerno 8,5%.

Le variazioni che riguardano il quarto trimestre 2013 relativamente allo stesso periodo del 2012 parlano di un calo, nel settore residenziale, del -37,06% nei capoluoghi e del -20,5% nei territori provinciali, avente come unica eccezione la città di Caserta ( 14,6%).

Nello specifico: Avellino capoluogo -21,3%, Avellino provincia -11,8%; Benevento capoluogo -28,1%, Benevento provincia -24,7%; Caserta capoluogo 14,6%, Caserta provincia -10,6%; Napoli capoluogo -42,8%, Napoli provincia -26,5%; Salerno capoluogo -16,3%, Salerno provincia -11,8%.

Dinamiche simili sono state trovate dal Centro Studi dell’Ance nel settore non residenziale: nelle province negli ultimi tre mesi del 2013 sono registrati segnali di ripresa con un 31,3%, superiore alla media delle regioni del Mezzogiorno ( 22,8%), ma sensibilmente lontano dal 42,7% della media-Italia.

Nei capoluoghi le variazioni annuali (quarto trimestre 2013 rispetto al quarto trimestre 2012) per il non residenziale vedono una contrazione a Salerno del 29,5%. Al contrario Caserta capoluogo ( 64,2%). Se ci si riferisce ai territori provinciali, Salerno raggiunge un -17,2%. La ripartizione delle compravendite nel non residenziale viene confermato dal confronto delle percentuali riferite al quarto trimestre 2013 rispetto al terzo trimestre 2013. Tra i comuni capoluogo Salerno resta in campo negativo con -7,1%.

Per stare aggiornati leggete i nuovi articoli presenti nella categoria mercato immobiliare o nelle altre categorie.

compravendita

Mercato immobiliare di provincia in ripresa? Ecco la verità, città per città


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito