Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Trise: quanto costerà agli italiani?

Purtroppo in questi giorni non si fa altro che parlare di Trise, una nuova tassa che "colpirà" pesantemente ancora una volta il popolo italiano. Da diversi mesi non si faceva altro che parlare di questo ed ora la notizia è stata confermata dal Governo di Letta.

Il popolo italiano non era stato tassato a sufficienza, dppo IMU, Tares, TARSU e ICS ora viene proposta a partire dal 1 gennaio 2014 la TRISE, anche se molti non sanno ancora di che cosa si sta parlando. La cosa importante da sapere è quanto costerà questa nuova tassa nelle tasche degli italiani?

La TRISE è l'acronimo per Tributi sui Servizi comunali, quindi una specie di Service Tax, l'integrazione di questa nuova tassa dice addio alla Tares che si unisce in una sola imposta sia come tassa rifiuti che come quella su i cosiddetti servizi indivisibili: sicurezza pubblica, patrimonio artistici, manutenzione stradale e così via.

L’importo della TRISE sarà calcolando considerando la superficie calpestabile degli immobili e dovrà essere corrisposta ai comuni dagli occupanti l’unità immobiliare (anche se inquilini). Anche della Tasi dovranno farsi carico, sia pure in parte, gli inquilini dell’appartamento e sarà calcolata in base ad un’aliquota decisa dai singoli Comuni che partirà dall’1X1000 o, in alternativa, dall’importo di 1 euro per ciascun metro quadro della casa.

Ogni anno nuove tasse, se ne tolgono una dopo ne inseriscono un altra con un nome differente, in pratica le cose vanno sempre peggio.

Trise

IMU: tassa cancellata


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito