Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Abitare sostenibile in Piemonte

“Abitare sostenibile in Piemonte” è il fondo immobiliare etico istituito dalla Regione in collaborazione con nove grandi nomi del sistema bancario (nello specifico parliamo di Compagnia di San Paolo, che interviene con una quota rilevante, Fondazione CR Cuneo, CR Asti, CR Torino, CR Biella, CR Fossano, CR Alessandria, Cr Saluzzo, Cr Vercelli) per rivitalizzare il mercato immobiliare e rendendo possibile l’affitto di una casa anche alle classi sociali e alle categorie più in difficoltà. Destinatari del progetto sono in particolare tutti i soggetti rientranti nella cosiddetta “fascia grigia” ovvero coppie di giovani, studenti, anziani, ragazzi e immigrati. Se ne parla come “i nuovi poveri”: con il reddito troppo alto per aspirare alla case popolari ma troppo basso per sostenere i canoni di locazione richiesti, specialmente nelle grandi città. Una percentuale in continua crescita che incontra notevoli difficoltà a sostenere una spesa immobiliare importante perché spesso in condizioni di precariato nel lavoro. L’investimento per il progetto di natura sociale sarà di circa 45 milioni: stimato intorno ai 2,5 milioni il contributo regionale. I contratti di locazione previsti saranno di due tipi: il primo di lunga durata tiene conto del reddito mentre il secondo è finalizzato ad un potenziale futuro acquisto (una quota mensile è infatti destinata al riscatto dell’immobile). In questo modo molte persone potranno finalmente avere una casa, un progetto che andrebbe ampliato in ogni comune italiano.

sostenibile

A Roma i notai hanno inaugurato Alia


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito