Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Come pulire il giardino in primavera

Le piante morte, i fusti e le foglie che sporcano il vostro giardino non solo hanno un brutto aspetto, ma possono essere malsane per la sostenibilità della vostra area verde. Il materiale vegetale morto può portare malattie e funghi che possono finire per causare gravi problemi più avanti nella stagione.

Proprio per questo motivo, è bene cercare di prendere il coraggio a due mani, e abbracciare il proprio percorso di cura del giardino durante questi giorni. Ma come?

Sistemazione primaverile del giardino

L'inizio della primavera è un ottimo momento per la potatura. La potatura primaverile innesca una nuova crescita e aiuta a prevenire problemi di malattie... ma attenzione a non fare una potatura indiscriminata! Aspettate a potare quelli fino a quando le piante non hanno finito di fiorire e se non siete sicuri di cosa potare, domandate sempre a un esperto.

Quindi, procedete con il rimuovere pacciame invernale e altre protezioni: una volta che la temperatura inizia a riscaldarsi, è infatti possibile rimuovere qualsiasi pacciame invernale si può avere aggiunto sopra le vostre piante più sensibili al freddo. Dovreste anche rimuovere gli involucri di iuta, i paraventi, o qualsiasi altro tipo di protezione invernale che avete aggiunto ai vostri giardini lo scorso autunno.

Contrariamente a quanto pensano i più, però, non è necessario rastrellare tutte le foglie dalle aiuole. Le foglie sono in realtà un toccasana – a patto che non siano troppe! - per il vostro giardino. Le foglie agiscono come uno strato di pacciame per aiutare a tenere giù le erbacce, e anche nutrire il terreno. Basta dunque essere sicuri di spazzolare indietro eventuali spessi strati di foglie che sono seduti sulla parte superiore delle vostre piante. Se si desidera aggiungere pacciame al vostro giardino, si può semplicemente appoggiarlo proprio sopra le foglie.

Ricordate poi che i fiori annuali, come le petunie, le begonie, le calendule, i gerani, vivono solo per un anno in climi rigidi, e non ricresceranno dopo l'inverno. Quindi, dovreste estrarli dal terreno e gettarli nella compostiera. Sarà anche la giusta occasione per poter imparare a capire la differenza tra piante annuali e perenni.

Non c'è bisogno di essere troppo diligenti nella pulizia delle aiuole in primavera, basta essere sicuri di rimuovere i ciuffi spessi di foglie in modo da non rallentare la nuova crescita. Fate attenzione quando si pota intorno alla base delle piante durante la primavera giardino pulire pulire in modo da non tagliare accidentalmente nuova crescita.

Inoltre, non cercate di tirare troppo forte le foglie morte e gli steli dal terreno. Se si forza troppo, si potrebbe finire per tirare fuori nuove radici o la crescita delle piante nel processo. Se c'è resistenza quando si tenta di tirare, allora tagliatela.

Procedete quindi a tirare fuori tutte le piante vegetali morte che non si è riusciti a rimuovere lo scorso autunno. Cercate di rimuovere la maggior quantità possibile di detriti vegetali e radici delle piante, mentre ripulite le aiuole dell'orto. Inoltre, districate eventuali viti morte da tralicci e supporti di crescita.

Condividiamo altresì come la primavera sia un ottimo momento per fare un salto sulle erbacce del giardino, e tirarle prima che abbiano il tempo di stabilirsi. Le erbacce sono facili da vedere in primavera, prima che tutte le piante perenni comincino a riempirsi. Inoltre, dato che il terreno è bagnato in primavera, sono anche facili da estirpare. Una volta che avete finito di diserbare, coprite il terreno con uno spesso strato di pacciame per aiutare a impedire la crescita di nuove erbacce.

Oltre alla pulizia del giardino, ci sono alcuni altri compiti di pulizia di primavera.

Per esempio, lavate i vostri mobili da giardino. Sia che i vostri mobili da giardino abbiano passato l'inverno all'aperto o in magazzino, dategli sempre un rapido risciacquo con il tubo. Poi lavateli con acqua e sapone per rimuovere eventuali residui di sporco. Non si vuole che gli ospiti inaspettatamente seduti in giardino si siedano su mobili da giardino sporchi!

È evidente, inoltre, che su patii e portici, durante l'inverno, si possano accumulare molti più residui di quanto si possa immaginare. Dunque, tirate fuori la scopa e pulite i mucchi di foglie e altri detriti negli angoli e nelle fessure.

Quali strumenti usare

Numerosi sono gli strumenti che potete utilizzare per facilitarvi un po' il compito. Per esempio, potete procurarvi dei potatori a mano pesanti, che non sono i comuni potatori a mano, bensì dei dispositivi che renderanno agevole il lavoro di taglio attraverso steli spessi e rami. Un altro accessorio molto utile è rappresentato dal troncarami per rami e steli spessi, così come dal rastrello a mano, un pratico strumento da usare per rastrellare foglie e altri detriti intorno alle piante e agli steli. L'uso di un rastrello a mano piuttosto che solo le mani è particolarmente piacevole se non si indossano guanti, o se si sta pulendo intorno a piante spinose come rose o cespugli di crespino.

Procuratevi anche una sega a roncola, ottima per fare un lavoro veloce di taglio di piante perenni spesse come le erbe ornamentali. Quando avete finito di tagliare le piante perenni, potete girarla e usare l'estremità ad uncino per scavare nel terreno e sradicare facilmente le erbacce e l'erba.

Conclusioni

Siamo perfettamente consapevoli che prendersi il tempo di ripulire il giardino in primavera è faticoso, ma farlo renderà la manutenzione del giardino estivo molto più facile e vi permetterà di godere ancora di più della vostra area verde. Un giardino pulito è un giardino sano (e bello). E, quando si utilizzano gli strumenti giusti per fare il lavoro, rende la vita ancora più facile!

giardino

Pulizia del giardino d'estate: ecco come farla!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito