Comprare casa all'asta giudiziaria con mutuo ecco l'iter necessario

Comprare Casa All'asta Con Mutuo

Ormai acquistare casa all’asta è un pratica molto comune, e tante persone approfittano dei prezzi inferiori al valore dell’immobile per risparmiare sull’acquisto della casa in un momento di profonda crisi economica. Non tutti però sanno che è possibile comprare casa all’asta con un mutuo e quindi escludono a priori la possibilità di acquistare casa tramite un’ asta giudiziaria

Infatti chi si rivolge alle aste lo fa per ottenere un appartamento, un ufficio o un locale commerciale in generale ad un costo decisamente più basso e spesso proprio a causa di una scarsa disponibilità economica.

Per questo motivo le banche hanno pensato a delle formule di mutuo su misura per le aste immobiliari, in questo modo è possibile accedere ad un mutuo per pagare la propria casa acquistata all’asta.

L’asta immobiliare non prevede delle normali modalità di acquisto quindi l’ABI, Associazione Bancaria Italiana, ha deciso di immettere sul mercato una serie di prodotti appositi che vadano incontro al possibile acquirente. Infatti a differenza degli acquisti tradizionali, per l’acquisto di un immobile all’asta attraverso un mutuo il problema fondamentale è che non si è a conoscenza del prezzo finale.

Come detto prima per acquistare un immobile è possibile ricorrere ad un mutuo, che si tratti di prima o di seconda casa e rispettivamente si potranno ottenere le stesse agevolazioni dei mutui tradizionali. Ciò che deve essere garantito all’acquirente dell’asta che richiede un mutuo è di ottenere l’importo nei tempi pattuiti per il pagamento del saldo.  L’erogazione del mutuo ovviamente è strettamente correlata alla vincita dell’asta e all’ottenimento dell’immobile. Vediamo nel dettaglio la procedura

Come richiedere un mutuo per comprare casa all’asta

E’ possibile ottenere un mutuo per acquistare un immobile all’asta ma la procedura è più complicata del normale. Per ottenere il mutuo è bene fare la richiesta in banca molto prima del giorno dell’asta, dato che per concludere l’istruttoria occorrono minimo 15 giorni. In primis bisognerà cercare l’istituto di credito adatto e disposto ad erogare il mutuo. Alcune banche sono convenzionate con i Tribunali affinché vengano limitate le spese aggiuntive e ti permettono di stipulare una pre-delibera con l’impegno di erogare l’importo solo se viene aggiudicata l’asta. Una volta determinato l’istituto di credito a cui rivolgersi bisognerà presentare una serie di documenti per poter procedere con la richiesta di mutuo per l’asta. 

Oltre ai documenti necessari per la richiesta di qualsiasi mutuo inerenti al reddito e alle garanzie, la banca richiede la documentazione dell’asta tra cui:

  • il bando di partecipazione all’asta;

  • la perizia del tecnico sull’immobile;

  • la relazione notarile preliminare.

La banca ci fornirà l’importo massimo finanziabile che dovrà essere pari all’80% del valore di perizia della casa, esattamente come ogni formula di mutuo. Nel caso il mutuo non fosse sufficiente a coprire il costo dell’acquisto, l’acquirente della casa all’asta dovrà coprire la restante parte con i suoi soldi o con un ulteriore prestito.

Se la banca approva la richiesta di mutuo essa garantisce, attraverso un contratto preliminare, l’erogazione del mutuo in caso l’acquirente si aggiudichi l’asta. Quindi l’importo verrà erogato solo se l’acquirente si aggiudicherà l’asta.

Per quanto riguarda i tempi, solitamente la banca si impegna a rispettare i tempi del Tribunale per la copertura dei pagamenti. 

Tra la fine dell’asta e il saldo è previsto un intervallo massimo di 90 giorni. Una volta ottenuti i due assegni utili a saldare il prezzo finale e gli oneri e le spese accessorie il giudice firmerà il decreto di trasferimento dell’immobile.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: