Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Crescono ancora le compravendite di abitazioni in Italia

Continuano a sommarsi i dati positivi sull’andamento del mercato immobiliare italiano. In particolare, secondo quanto dichiarano gli ultimi aggiornamenti compiuti dall’Osservatorio del monitor immobiliare, la ripresa del numero di compravendite ha acquistato sempre maggiore forza e nel corso del primo trimestre del 2016 le operazioni aventi ad oggetto una compravendita di immobile residenziale sono cresciute del 20,6 per cento rispetto all’anno precedente, raggiungendo un numero pari a circa 115 mila transazioni ponderate per la percentuale acquistata nel periodo.

Tra l’altro, a ulteriore commento di un dato già di per sé positivo, si noti come l’incremento delle operazioni di acquisto di abitazioni abbia trascinato al rialzo anche le operazioni di compravendite di immobili pertinenziali (box e posti auto), che si sono mosse in parallelo a quelle residenziali e, nel corso del primo trimestre del 2016, sono cresciute del 17,3 per cento rispetto a quanto non fosse stato possibile riscontrare nel corso dello stesso periodo dell’anno precedente.

A ulteriore conferma di quanto sia decisa la ripresa di questo comparto del mercato immobiliare italiano, si tenga anche conto del fatto che il rafforzamento della dinamica sopra esposta è stato confermato da più parti e, tra di esse, anche dalle più recenti rilevazioni Istat, che danno per il primo trimestre 2016 un aumento del 18,6 per cento nel numero delle compravendite di immobili ad uso abitazione e accessori rispetto a quanto non fosse stato possibile riscontrare nello stesso periodo dell’anno precedente, e un balzo del 10 per cento registrato invece nel trimestre precedente ( 8,6 punti percentuali di accelerazione).

Altro dato che conferma la ripresa positiva del mercato immobiliare italiano è anche l’analisi dell’andamento delle compravendite di immobili non residenziali (ad esempio, le unità ad uso commerciale, produttivo e terziario), anch’esse in miglioramento. I deboli segnali di ripresa che erano già stati osservati dagli analisti nel corso del 2015, infatti, già nel corso del primo trimestre del 2016 si sono fatti gradualmente più evidenti: il numero di compravendite non residenziali è cresciuto del 10,3 per cento rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, e mostra buone prospettive – su dati ancora provvisori – per quanto concerne il secondo trimestre che è più recentemente giunto a conclusione.

Il 2016 potrebbe pertanto, finalmente, andare in archivio con l’attestazione di una piena inversione di tendenza.

immobili

Prezzi in calo nel mercato italiano secondo le ultime rilevazioni Ista


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito