Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Finlandia e Norvegia, ecco come sta il mercato immobiliare

Nel nostro consueto giro per il mondo, cerchiamo oggi di fare il punto sulla situazione del mercato immobiliare in Finlandia e in Norvegia, due territori scandinavi piuttosto consolidati sul fronte real estate.

Finlandia

In Finlandia il prezzo medio delle abitazioni è sceso leggermente dello 0,49% nel corso dell'anno nel primo trimestre del 2019, con un calo dello 0,56% nel quarto trimestre del 2018 e dello 0,54% nel terzo trimestre e aumenti annuali dello 0,61% nel secondo trimestre e dello 0,22% nel primo trimestre. Durante l'ultimo trimestre, i prezzi delle case sono scesi dello 0,43% su base trimestrale.

Per quanto concerne le ragioni della flessione, è facile ascrivere le determinanti al calo della domanda. Nel primo trimestre del 2019, le transazioni totali sulle abitazioni non nuove sono crollate del 25,6% a 11.297 unità, dopo un calo del 3% nel 2018, secondo quanto afferma l'Istituto statistico finlandese. D'altra parte, l'attività edilizia residenziale è mista. L'avvio dei nuovi cantieri di edilizia residenziale è diminuito del 3,3% a/a a 8.602 unità nel primo trimestre del 2019, mentre i completamenti dei cantieri già in essere sono aumentati del 5,2% a 8.777 unità.

Per quanto attiene uno sguardo all’economia, ricordiamo che la Finlandia ha sofferto per diversi anni di crescita del PIL molto bassa. Al centro dei problemi della Finlandia c’è stata l'incapacità di alcune grandi imprese, come Nokia, di competere. Tra il 1998 e il 2007, Nokia era responsabile del 20% di tutte le esportazioni finlandesi, ma a metà 2012 l’azienda era quasi fallita e il suo contributo al PIL finlandese era addirittura negativo. Oltre 40.000 lavoratori finlandesi altamente qualificati nel settore delle TIC si sono trovati disoccupati. A parte l'indebolimento dell'attività di Nokia, le esportazioni sono state colpite altresì dalla recessione economica in Russia, il principale partner commerciale della Finlandia. Tuttavia, oggi l'economia sta gradualmente migliorando, con il tasso di disoccupazione che è sceso al 7,1% nel primo trimestre del 2019, dall'8,8% dell'anno precedente.

Norvegia

Passiamo dunque ad occuparci brevemente della Norvegia. Dopo quasi otto anni di crescita ininterrotta, il mercato immobiliare norvegese si sta raffreddando bruscamente. L'indice nazionale dei prezzi delle case corretto per l'inflazione è aumentato di un timido 0,04% nel corso dell'anno fino al T1 2019, dopo un calo dell'1,05% nel T4 2018, dello 0,32% nel T3, dello 0,73% nel T2 e del 3,01% nel T1. Nell'ultimo trimestre, i prezzi delle case sono aumentati del 2,36% nell'ultimo trimestre.

Il rallentamento può essere in parte attribuito all'applicazione di regole più severe sui mutui ipotecari al 1° gennaio 2017, che si sono concentrate sul contenimento dei prezzi delle case a Oslo. Nel 2018, il numero totale delle vendite di immobili residenziali in Norvegia è sceso leggermente dello 0,6% rispetto all'anno precedente, secondo gli ultimi dati forniti dall'ufficio statistico norvegese. A Oslo, le vendite sono diminuite dell'1,2% rispetto allo stesso periodo.

In ambito economico, sottolineiamo come il prezzo medio spot del Brent in Europa nell'aprile 2019 sia stato di 71,23 dollari al barile, leggermente inferiore a quello dell'anno precedente e ben al di sotto del prezzo medio di 107,64 dollari al barile dal 2011 al 2014. Il calo dei prezzi del petrolio ha colpito la Norvegia negli ultimi anni, con una crescita economica di appena l'1,1% nel 2016 e l'1,4% nel 2018, dopo una crescita del 2% sia nel 2014 che nel 2015. Il petrolio è la maggiore industria del Paese, con oltre il 20% del PIL e circa il 47% delle esportazioni in valore.

Nel primo trimestre del 2019, l'economia norvegese è comunque cresciuta del 2,5% rispetto all'anno precedente, e in sviluppo rispetto all'1,9% del trimestre precedente. L'economia continentale, che esclude le attività petrolifere e i relativi trasporti marittimi, è cresciuta del 3,7% su base annua nel primo trimestre del 2019, in miglioramento rispetto alla crescita del 2,6% del trimestre precedente. Secondo il Fondo Monetario Internazionale (FMI), l'economia dovrebbe crescere del 2% quest'anno e di un altro 1,9% nel 2020.

helsinki

Mercati emergenti: comprare casa a Singapore, Filippine e Indonesia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito