Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Immobiliare di lusso, ecco dove trovare le proprietà più care

Secondo un recente report condotto da Engel & Völkers, un’agenzia che è specializzata (anche) nel mercato degli immobili di lusso, sono numerose le città italiane che possono offrire ai portafogli più ampi delle proprietà immobiliari di particolare pregio. Ma quali sono le città mediamente più care nel fortunato segmento degli immobili di lusso?

Stando a quanto emerge dall’analisi, la città più cara d’Italia per valore medio degli immobili di lusso è, intuibilmente, la Capitale: Roma può infatti vantare, in pieno centro storico e per immobili di alto pregio, un prezzo al metro quadro che può arrivare fino ai 20.000 euro al metro quadro. Da non sottovalutare, comunque, anche la prestazione di Venezia, che in questa speciale classifica si piazza al secondo posto: nella città lagunare, secondo i numeri che sono stati formulati da Engel & Völkers, un immobile di lusso può arrivare a costare fino a 15.000 euro al metro quadro. Al terzo posto, chiudendo uno speciale podio particolarmente scintillante, si trova invece Milano, con proprietà immobiliari di lusso che possono arrivare a costare fino a 13.000 euro a metro quadrato. A parziale sorpresa, il fatto che Milano sia costretta a condividere l’ultimo gradino del podio con Verona, altra città dove le proprietà immobiliari di maggiore pregio possono arrivare a costare fino a 13.000 euro.

Per quanto concerne le altre prestazioni degne di maggiore riferimento, non dimentichiamo certamente la presenza, al quarto posto, per Firenze che, grazie agli immobili di lusso presenti principalmente sul Lungarno, può contribuire alla classifica con valori che possono giungere fino a 8.200 euro a metro quadro.

Ad ogni modo, non tutte le valutazioni sembrano essere buone per la Toscana. Qualche mese fa un report condotto da LuxuryEstate, ha infatti sottolineato come in realtà i compratori esteri (e soprattutto quelli inglesi) starebbero gradualmente abbandonando il fascino del Chianti in favore di nuove mete, tendenzialmente collocate sul mare. Al di là di ciò, l’analisi di Engel & Völkers sembra essere piuttosto appagante per il capoluogo toscano che, forte di un fascino culturale molto forte, e grazie alla possibilità di poter offrire il giusto mix tra un buon livello di qualità della vita e uno straordinario livello di bellezza degli edifici, può permettere ai portafogli più ampi (ma non solo a quelli) di potersi permettere un posto in uno dei luoghi più incantevoli dello Stivale.

immobili lusso

Mercato immobiliare in Sicilia: segni di ripresa sempre più tangibili


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito