Impignorabilità prima casa: verità o mossa politica?

Impignorabilità Pri...

Si è sentito parlare in questo periodo dll’impignorabilità della prima casa, situazione rarissima in Italia; ma alcuni politici hanno pensato bene di prometterla durante la campagna elettorale al fine di accaparrarsi voti. 

Il pignoramento immobiliare è un problema reale e critico per molte persone, soprattutto in questo periodo di crisi economica e di pandemia mondiale.e anche solo l’idea che venga resa  la prima casa impignorabile potrebbe aver fatto sperare gli italiani.

Al momento l’impignorabilità della casa è possibile solo se si tratta di unico immobile di proprietà del debitore, non è accatastato come immobile di lusso e che faccia parte dei beni definiti essenziali. Queste condizioni però sono valide solo se il creditore è lo Stato ovvero l’Agenzia delle Entrate Riscossione; se il creditore è un ente privato, quindi una banca, come nella maggior parte dei casi, la casa è sempre pignorabile. 

Il pignoramento infatti avviene quando un debitore non riesce più a onorare l’impegno finanziario e il creditore avvia tutta la procedura esecutiva. 

In merito all’espropriazione immobiliare la legge è chiara:

Il pignoramento prima casa  è legittimo se:

  • è stata iscritta l’ipoteca e sono decorsi 6 mesi dall’iscrizione senza il saldo del debito
  • l’importo supera 120.000€

Quindi la prima casa è pignorabile?

Assolutamente sì, salvo che il debito non sia con l’Agenzia delle Entrate e si tratti dell’unico immobile di proprietà e che non sia ritenuto immobile di lusso.

Un altro motivo per cui la casa può essere pignorata è il debito con il condominio infatti la legge dice: “la prima casa non è pignorabile, salvo ovviamente per il mancato pagamento dell’eventuale mutuo ipotecario che grava su di essa e in caso di prolungata morosità nei confronti del condominio”.

Il partito politico Fratelli d’Italia asserendo che possedere un'abitazione è un passo fondamentale per costruire una famiglia destineranno maggiori risorse al Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa per le giovani coppie, una misura che indirettamente va a sostegno della natalità e aggiunge l’impignorabilità della prima casa salvo i casi di mancato pagamento del mutuo ipotecario, e a patto di essere in regola con gli obblighi condominiali. Infine aggiunge “lo sgombero immediato delle occupazioni senza titolo poiché la tutela della proprietà privata e la difesa della legalità sono sacrosante”, concludendo con: “ogni proprietario, affittuario, assegnatario di immobile, se subirà l’occupazione abusiva della sua casa, avrà lo Stato al suo fianco

Vedremo solo con il tempo se le parole dichiarate diventeranno legge.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: