Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
(Agg. 10 Settembre 2020), Mirko

Infiltrazioni acqua dal tetto: tutto ciò che dovresti sapere

Le infiltrazioni acqua dal tetto possono essere un problema davvero serio perché vanno a creare delle criticità alla resistenza della propria abitazione. Bisogna sempre ricordare che non è mai consigliabile ignorare il problema perché in tal caso la struttura dell’immobile potrebbe peggiorare la situazione fino a conseguenze decisamente gravi. Il problema dell’acqua è rappresentato dal fatto che tende a compromettere la stabilità della stanza ma non solo perché ci potrebbe essere il distacco dell’intonaco con conseguente comparsa di muffa. Questo elemento può portare ad una serie di criticità per la salute soprattutto per l’apparato respiratorio. Col tempo, se non si procede con le operazioni di risanamento, queste infiltrazioni possono portare al cosiddetto sgocciolamento che avviene quando l’acqua comincia a gocciolare dal tetto. Ciò porta non solo ai problemi strutturali di cui abbiamo parlato in precedenza ma anche a danni ai mobili, libri e tutto ciò che è presente all’interno della casa.

Quali sono le cause delle infiltrazioni acqua dal tetto?

Sono molte le cause delle infiltrazioni perché è necessario tenere presente che vi possono esserci molti problemi che alla lunga possono creare dei danni molto seri. E’ necessario tenere presente che vi sono una serie di cause che potrebbero favorire l’accumulo di acqua sul tetto della propria abitazione. Non di rado succede che vi possano essere dei malfunzionamenti con elettrodomestici che usano l’acqua per un corretto funzionamento come, per esempio, la lavastoviglie e la lavatrice ma anche il frigorifero. In questo caso se non immediatamente bloccato si potrebbero creare dei ristagni anche abbastanza seri che vanno a creare i ristagni sul tetto. Non di rado è possibile che una causa di questi ristagni possono essere causati anche da un errore umano che potrebbe essere un rubinetto lasciato aperto. Ma le cause non si fermano qui perché se l’appartamento in questione si trova al piano terra si tende ad accumulare tutta l’umidità degli altri piani. È inoltre molto importante tenere presente che, per un problema di normale usura delle tubature, vi possono essere delle perdite che possono essere trovate unicamente con un’approfondita operazione di investigazione. Inoltre si deve tenere presente che un problema del genere potrebbe essere dovuto anche da un isolamento non particolarmente idoneo.

Cosa bisogna fare se nella propria abitazione si hanno dei problemi di infiltrazioni

Dopo aver parlato delle tante cause che possono andare a creare i ristagni d’acqua ma che devono essere il più velocemente possibile risolte in modo da poter mettere in sicurezza la propria abitazione. Se il problema deriva da malfunzionamenti dell’appartamento di sopra, il segno distintivo è la comparsa di macchie d’umidità sul soffitto, è necessario informare immediatamente il proprietario in modo tale che prima di tutto lui possa correre ai ripari ed evitare danni peggiori. Quindi è consigliabile chiamare un tecnico in modo che possa stabilire con una serie di controlli dopo i quali sarà necessario agire alle riparazioni. Purtroppo non sempre è possibile operare in questo modo quindi la scelta migliore è cercare di correre ai ripari e cercare di salvaguardare il più possibile ciò che si ha. La cosa migliore è cercare di togliere tutto ciò che si possiede dalle aree che possono coinvolte in questo problema. Quindi spostare i mobili che devono essere portati il più lontano possibile e se non possono essere mossi perché troppo pesanti è consigliabile adoperare una telo impermeabile in modo da poter tenere al riparo i mobili.

Infiltrazioni acqua da tetto: chi è alla fine che paga i danni?

Il problema dei danni cagionati dalle infiltrazioni devono essere risarciti e la legge italiana è abbastanza chiaro e non dà adito a nessun tipo di fraintendimento. Secondo, infatti, l’articolo 2051 del Codice Civile nel quale si afferma che il danno cagionato è sotto la diretta responsabilità dei danni che vengono cagionati da ciò di cui si detiene la custodia salvo i casi nei quali non si riesca a provare il danno fortuito. Se il danno invece è causato da perdite d’acqua condominiali sarà l’amministratore dello stabile a rivolgersi alla propria assicurazione. Nel caso in cui non vi fosse alcun contratto di assicurazione sarà l’amministratore ad indire una riunione di condominio in modo tale da poter deliberare l’inizio dei lavori straordinari e nel caso decide se vi sono gli estremi per procedere con la richiesta dei danni. Una volta che vengono definiti il problema e la causa sarà necessario provvedere al risarcimento. Il condomino, reo del danno, dovrà prima di tutto procedere con la sistemazione del problema quindi sarà necessario procedere al risarcimento per il condomino di sotto.

infiltrazioni acqua dal tetto

Impermeabilizzare casa: quali prodotti scegliere?

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito