Mansarda: errori da non fare durante l'arredamento

arredare una mansarda senza errori

La mansarda è quel tipo di abitazione che rapisce il cuore non appena la si vede. Il fascino dal tocco bohemien, un mix tra il pittoresco e il romantico con gli spazi piccoli e i tetti spioventi sono delle caratteristiche che accomunano questo tipo di spazi abitativi.

Con mansarda intendiamo quello spazio che sta direttamente sotto il tetto di un immobile, e che per questo motivo assume quella forma caratteristica. È sicuramente un tipo di abitazione che non si adatta a tutti quanti, soprattutto a famiglie numerose; però a differenza di quello che si tende a credere, le mansarde non sono piccole e anguste ma hanno la stessa metratura degli appartamenti sottostanti. Sembra più piccola a causa del tetto spiovente che delle volte rende lo spazio calpestabile minore togliendo anche un po’ di spazio all’illuminazione.

L’ atmosfera intima ha portato questo immobile ad essere molto richiesto sul mercato, tanto che gli affitti stanno crescendo notevolmente. Fattore che dipende da diversi motivi, in primo luogo è che la vendita o la locazione delle mansarde era vietata da molti comuni per via dell’abitabilità, in quanto in passato erano ripostigli e lavanderie. Adesso, con appositi investimenti di ristrutturazione concedono più facilmente il permesso. Complice di questo processo è anche la crisi, che ha dato una possibilità vantaggiosa a chi possedeva questo spazio inutilizzato di avere una stanza in più aumentando il valore complessivo dell’immobile, oppure guadagnandoci mettendola sul mercato.

Gli altri vantaggi?

  • Il prezzo sicuramente più economico e quindi più accessibile. Non a caso chi affitta questo tipo di abitazioni sono spesso giovani coppie o single;
  • Le possibilità di sfruttare tutti gli spazi con il giusto arredamento.

L’arredamento è la chiave funzionale di questo tipo di abitazione. Vediamo insieme i consigli e gli errori da non compiere.

Arredare una mansarda: considerare prima le caratteristiche e le normative.

Prima di parlare dell’arredamento bisogna fare un chiarimento sulle caratteristiche della mansarda poiché sono la prima cosa da considerare prima di avviare il progetto di arredo.

Proprio a causa delle forme particolari della mansarda con il tetto spiovente bisogna avere un occhio di riguardo nel disporre gli elementi di arredo considerando le diverse altezze e la loro disposizione. Particolare attenzione va data all’illuminazione e ai colori che richiedono un’accurata scelta per non rendere l’ambiente angusto e claustrofobico.

Tutte le mansarde hanno, in linea di massima, queste caratteristiche:

  • il tetto. È l’elemento che caratterizza tutte le mansarde: spiovente con un altezza che decresce dal centro verso le mura perimetrali. Questo fattore riduce lo spazio calpestabile rispetto alla vera metratura della casa. Per questo motivo se stai traslocando i tuoi mobili potrebbero non essere idonei, dovendo optare per acquisti ad hoc;
  • l’illuminazione. Ci sono mansarde che non hanno balconi altre invece che dispongono di grandi terrazzi. In entrambi i casi non saranno presenti grandi vetrate, dovendo sfruttare al meglio la luce naturale, rendendo fondamentale il giusto posizionamento delle finestre e della luce artificiale per non lasciare zone d’ombra. In caso di luce dall’alto è indispensabile l’utilizzo delle tende per regolarne la quantità;
  • il riscaldamento e il raffreddamento. L’ambiente piccolo e il contatto diretto con il tetto, rendono le temperature interne più influenzabili sia agli agenti esterni sia dalle componenti interne.

Per rendere vivibile un sottotetto bisogna rispettare alcune norme che si differenziano su base regionale, senza le quali lo spazio risulterebbe inagibile ad uso abitativo. La regolamentazione in maniera generale agisce sulle altezze e sull’illuminazione.

L’altezza minima dal suolo dei locali di una mansarda dal corrisponde a:

  • 2,7 metri per i locali a uso soggiorno e 2,4 metri per i locali di servizio.
  • Gli spazi con altezze inferiori, cioè le zone basse e non calpestabili devono essere chiuse con mobili o ripostigli.

L’illuminazione prevede l’attuazione di due parametri: il rapporto spazio/luce deve essere pari ad almeno 1/8 corrispondente alla proporzione tra dello spazio calpestabile del pavimento e quella delle superfici delle vetrate; il secondo riguarda la luce diurna, che per un fattore tecnico calcolato dal progettista, non può essere inferiore al 2%

Arredare una mansarda: gli errori da non fare

Vediamo quali sono gli errori da non fare durante l'arredamento di una mansarda.

La luce

Dopo quanto detto, la prima cosa da non sbagliare è l’illuminazione. Assicurati di non arredare le stanze con i grandi lampadari pendenti dal soffitto, spesso le dimensioni ridotte delle stanze non permettono grandi spazi quindi conviene scegliere quelle luci formate da strisce di led o faretti.

Se l’altezza del soffitto non lo permette, scegliete le luci da parete da disporre in pochi punti ma essenziali a garantire la copertura illuminata della superficie. Potrete anche utilizzare entrambe le soluzioni, soprattutto se la luce dall’alto ha un cono piccolo che non copre tutta la stanza.

In caso di abbaini, lucernari o finestre verticali si rendono necessarie le tende oscuranti, così potrai gestire la quantità della luce in entrata.

Impianto di riscaldamento e raffreddamento: coibentazione adeguata

La mansarda a causa della sua esposizione e della sua superficie è soggetta agli agenti atmosferici esterni e agli elementi interni che incidono sulle temperature.

Quello che non devi fare è:

  • Installare infissi con un basso grado di isolamento. Ti consigliamo di investire su infissi di alta qualità che mantengano una buona temperatura interna. Potrai ammortizzare i costi alleggerendo la spesa sulla bolletta, utilizzando con minore necessità l’impianto di riscaldamento e di climatizzazione.
  • Non avere un di riscaldamento o averlo non adeguato. Deve esserci una buona coibentazione dell’ambiente che mantenga le temperature interne adeguate in ogni condizione climatica. Ma potrebbe non bastare, perché in un ambiente piccolo anche gli elettrodomestici e le persone che lo abitano, creano variazioni di temperatura. È necessario avere elementi che possono riscaldare o raffreddare la mansarda in modo efficiente.
  • Di conseguenza, la coibentazione del tetto va verificata in quanto non essendoci locali al di sopra, lo scambio termico avviene direttamente tramite quell’elemento.
  • Acquistare le finestre del tetto di bassa qualità. Potrebbe essere un problema se le finestre hanno uno scarso isolamento dall’acqua, causandone le infiltrazioni. Punta sempre a prodotti di qualità.

I colori: tinteggiare una mansarda senza errori

L’illuminazione naturale e i piccoli spazi, possono essere aiutati dalla scelta dei giusti colori per tinteggiare le pareti. Renderanno l’ambiente più spazioso e più illuminato.

Evita assolutamente i colori scuri sia per il soffitto che per le pareti, renderanno l’ambiente angusto e oppressivo. Infatti le tinte troppo scure, come il blu notte o il nero, tendono a diminuire lo spazio. La luce viene del tutto assorbita finendo per creare zone buie che annullano l’effetto prospettico dell'illuminazione. Sarai costretto ad utilizzare la luce artificiale per gran parte della giornata, incidendo cui costi delle bollette.

Scegli i colori chiari, che in presenza di finestre, aiuteranno a catturare più luce esterna e la diffonderanno meglio riflettendola all’interno delle stanze. In più aiutano a ridurre la quantità di calore che passa attraverso la superficie.

I giusti mobili per una mansarda senza errori

Scegliere i giusti mobili per arredare una mansarda è forse uno dei compiti più difficili e scrupolosi nei quali ti potrai imbattere perché condizioneranno fortemente la vivibilità e la funzionalità dell’appartamento.

Se traslochi con dei mobili tradizionali a carico, sappi già che la maggior parte non andrà bene: armadi imponenti limitano lo spazio visivo, costringendoti a non avere scelta nel loro posizionamento se non dove il soffitto lo consente. Le ante da scegliere sono quelle a scorrimento perché ti permetteranno di sfruttare al meglio lo spazio disponibile senza intersecarsi con altri mobili o con le altezze. A meno che tu non scelga di progettarli su misura.

Importantissima è la scelta delle piante. Sapevi che curare le giuste piante da appartamento ti porta dei benefici? Le piante hanno un ruolo attivo sul nostro benessere, soprattutto in ambienti piccoli come la mansarda dove l'ossigeno tende alla rapida saturazione. In questo modo, scegliendo le giuste piante, potrai avere un rilascio giornaliero di aria pulita.

Infine l’elemento più essenziale e utile della casa: il letto. Comodo nelle sue dimensioni king, ma potrebbe risultare eccessivo per l’ambiente a disposizione, limitando lo spazio calpestabile dominando l’intera stanza. Consigliamo un modello matrimoniale a contenitore in modo da sfruttare al meglio lo spazio.

Occhio alle altezze! Un risveglio agitato e improvviso può sempre capitare, quindi posizionalo in maniera strategica assicurandoti di avere abbastanza spazio in altezza dove il soffitto non è troppo inclinato.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: