Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
(Agg. 10 Settembre 2020), Valentina

Mansarde abitabili: gli immobili più richiesti da arredare

Il sottotetto, nonostante la crisi economica, continua ad essere uno degli investimenti immobiliari più diffusi. Sarà il fascino delle abitazioni piccole sotto le stelle, ma l’acquisto di una mansarda è diventato di moda.

Abbiamo parlato degli errori da non fare durante il processo di arredamento di una mansarda, quindi oggi ci concentreremo sugli aspetti positivi e come dare valore ad un sottotetto.

Mansarde moderne: cosa chiedere prima dell’acquisto

Come ottenere da uno spazio angusto una mansarda moderna? L'arredamento e la luce giusta, sono la chiave del successo. Prima di intervenire con dei lavori per ristrutturare casa o ancora prima dell’acquisto, occorre informarsi bene sulla tipologia dello spazio e sulle sue caratteristiche.

In primo luogo bisogna verificare se l’abitazione è a norma con le altezze e con l'efficienza energetica. Se non seguono i requisiti richiesti dalla legge, si può procedere con i lavori di ristrutturazione, quest’anno incentivati dai bonus per le detrazioni fiscali:

È meglio quindi chiedere se l’immobile mansardato rispetti tutte le caratteristiche necessarie per essere abitabile. Se ti rivolgi ad una agenzia immobiliare è sempre consigliato chiedere:

Inoltre c’è da assicurarsi che il sottotetto in un condominio non sia di proprietà comune, quindi accessibile a tutti, ma sia privato, spesso di pertinenza dell’appartamento sottostante.

Una volta che si sono risolte tutte le pratiche progettuali e burocratiche, resta solamente una cosa: arredare la mansarda!

Mansarda come arredarla: gli stili e le soluzioni per ricavare più spazio

Arredare una mansarda è una fase progettuale estremamente importante. Consente di dare il giusto valore allo spazio, di creare effetti percettivi che aumentano la superficie calpestabile; soprattutto le scelte giuste contribuiscono a rendere l’appartamento arioso e non angusto e claustrofobico.

Così come i componenti di arredo e strutturali, di grande importanza è lo stile che si intende dare alla mansarda: unico, su misura e coerente tra gli ambienti.

Lo stile segue sostanzialmente il gusto personale, ma consigliamo di evitare quegli stili massicci e tradizionali che non consentono di vivere tutti gli spazi della casa.

Lo stile più gettonato per arredare gli spazi romantici e spioventi delle mansarde è spesso quello dell’arredamento semplice che punta alla sobrietà. Quelli più ricercati sono:

Non a caso questi stili hanno un comune denominatore: linee pulite. Uno stile essenziale che coinvolge mobili, colori chiari e luminosi per creare spazi ampi e vivibili. Sono regole applicate in diversi modi secondo lo stile scelto, ma lo scopo è quello di creare un ambiente confortevole e nello stesso tempo funzionale.

Stile minimal

Fondamentalmente è uno stile basico, spesso unito a quello contemporaneo e moderno per creare un certo dinamismo funzionale ed estetico.

Caratterizzato da linee essenziali e geometriche, se lo scegliete per arredare la vostra mansarda, dovrà essere coerente in tutti gli ambienti. Caratterizzato dai colori neutri e chiari, il bianco sarà la componente principale, o tenui come i colori pastello. Anche una scelta più di carattere è ottimale, giocando con i contrasti tra bianco e nero aggiungendo un solo colore, come il rosso.

In una mansarda in stile minimal i mobili dovranno essere scelti per la loro funzionalità, dalle linee sobrie, rette e dalle forme pure senza alcuna decorazione. I mobili sono spesso in toni chiari e bassi, le loro superfici dei sono lisce, così come i tessuti, e senza suppellettili in vista.

Stile contemporaneo

La geometria è la fonte di ispirazione che si trova alla basa dello stile contemporaneo. Ed è proprio l’elemento per cui è riconoscibile: in una mansarda contemporanea spesso ci sono linee non convenzionali che rendono le forme e l’arredamento i protagonisti dell’ambiente.

Non va confuso con lo stile moderno, a sua differenza, quello contemporaneo integra l’uso degli elementi naturali: pietra, metallo e legno dalle linee essenziali e dai toni chiari

Grazie alla fusione dell’estetica ricercata con la funzionalità, lo stile contemporaneo è quello più richiesto nell’arredamento, possiamo dire che è diventato il nuovo classico.

Stile moderno

Finiture lucide, vetrate e linee leggere. Sono gli elementi che caratterizzano una mansarda moderna.

La luce è l’elemento essenziale su cui ruota questo stile: viene sfruttata per creare ambienti super luminosi grazie alla sua riflessione sulla finitura lucida dei mobili ben posizionati e introdotta nell’appartamento tramite grandi vetrate.

I colori sono accesi, ma possono essere anche scuri: il grado di luminosità sarà abbastanza alto da mantenere la stanza luminosa.

L’arredamento è lineare, senza troppe pretese.

Stile di design

È sicuramente uno stile più personale. Si tratta di arredare gli spazi con mobili e oggetti di design che vengono ricercati con minuzia, rappresentando in maniera iconica gli anni della grande progettualità degli interni.

La grande difficoltà nel perseguire questo stile è trovare gli elementi funzionale ed estetici nello stesso tempo, infatti si prediligono i pezzi di design originale. Il risultato in una mansarda di design sarà uno stile leggermente eclettico che rispecchia la personalità di chi vive l’appartamento.

Stile nordico

Gli elementi inconfondibili dello stile nordico sono: linee semplici e geometriche, arredamento basico e sobrio, colori chiari e l’immancabile legno naturale.

La scelta di questo stile è legata alla filosofia di vita che si abbraccia, eliminare la superficialità e gli orpelli per una condizione più vera e profonda. L’arredamento, anche se semplice, è di qualità il che rende i mobili sempre attuali.

Arredamento mansarda: come salvare lo spazio

Indipendentemente dallo stile, l’arredamento di una mansarda dovrà essere progettato su misura. Solamente in questo modo sarà possibile vivere tutti gli spazi e renderli voluminosi.

Infatti in uno spazio ristretto non è possibile ricreare l’ambiente di una casa tradizionale. Bensì è meglio optare per:

  1. Armadi e contenitori sistemati negli spazi più bassi con le ante scorrevoli e a specchio per salvare lo spazio.
  2. Le finestre dovrebbero essere grandi, con lucernari e verande che permettano di allargare la percezione dello spazio con la vista dell’esterno.
  3. Dividere gli ambienti con pareti leggere, come listelli in legno, o in vetro per non perdere superficie calpestabile. Può essere un soluzione anche inserire mobili bassi e funzionali che oltre essere elemento di arredo hanno una funzione strutturale.
  4. Visto che uno stile essenziale è preferibile, è ottimale inserire un elemento che rompe questa continuità per non risultare monotoni. Un elemento che crei quell’effetto wow: come una grande pianta, o un tavolo particolare o, quando possibile, delle pareti diverse tipo in pietra.
  5. Infine, l’elemento più importante è l’illuminazione: tale da illuminare ogni angolo.

Quindi, se volete acquistare una mansarda, prima informatevi e pensate bene al progetto di arredamento: dormire sotto le stelle pur avendo un tetto sulla testa.

arredare mansarda

Mansarda: errori da non fare durante l'arredamento

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito