Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
(Agg. 10 Settembre 2020), Mirko

Mercato immobiliare Milano 2020: andamento, problematiche e previsioni

Il mercato immobiliare Milano 2020 rappresenta una grande opportunità per coloro che hanno deciso di acquistare un appartamento o metterlo in affitto. In questo periodo quando si parla di mercato immobiliare c'è sempre il problema della pandemia da Covid19 e la crisi economica da essa scaturita che sta aggravando quella già in essere. Nonostante tutto sembra che le cose stanno cambiando anche se in maniera quasi impercettibile ma è sempre necessario tenere presente che vi sono nuove tendenza che potrebbero creare dei veri e propri guasti al sistema immobiliare della città. Sembra infatti che il mercato immobiliare covid19 sia diventata una vera e propria realtà con sempre più persone che decidono, probabilmente stremati dal lockdown che abbiamo avuto a primavera, di spostarsi dalla città in campagna o comunque orientarsi su case che abbiano importanti spazi aperti come possono essere il giardino oppure la terrazza. Queste tendenze vanno a determinare, anche se solo in parte, l'andamento trimestre per trimestre e potrebbero influenzare le prospettive future della piazza milanese. Stiamo notando comunque che sebbene le vendite si siano abbassate molto il valore degli immobili non solo non stanno diminuendo ma in alcuni casi arrivano ad avere il segno più davanti. Come abbiamo sottolineato sovente in questa sede, le previsioni per il rimanente ultimo trimestre dell'anno corrente potrebbero non essere particolarmente positive ma ciò che va a modificare realmente questo andamento è il fattore umano poiché siamo noi che con un comportamento corretto possiamo determinare il nostro futuro rendendo la situazione più o meno positiva.

Il centro di Milano non è più una priorità perché la periferia diventa più bella

Chi ha a disposizione importanti somme di denaro sta cominciando a pensare all'autunno, stagione durante la quale si assiste ad un aumento delle malattie correlate al freddo ed alla vita in ambienti chiusi, essendo quel periodo un momento chiave per l'anno poiché ci si aspetta un aumento dei casi da Covid19. Quindi la necessità di avere un appartamento vicino al luogo di lavoro non esiste più visto che è possibile, grazie al telelavoro, portare avanti la propria professione direttamente da casa senza rischiare di contaggiarsi e contaggiare i propri cari. Inoltre c'è il superbonus110 che permette di effettuare lavori di restauro atti a migliorare l'efficienza energetica e la stabilità dell'immobile. Ciò significa che anche se la casa fuori le mura non rispecchiasse completamente i propri bisogni si potrebbero apportare tutte le modifiche del caso poco dopo l'acquisto. E' comunque chiaro che ci sveglieremo il primo gennaio del 2021 con una perdita del mercato immobiliare milanese di quasi sedici punti percentuali anche se per ora il valore degli immobili partono da quasi novemila euro a mq nel centro ad oltre tremila per le aree periferiche garantendo quindi un buon andamento. Ma ciò che adesso si sta guardando con grande attenzione è la zona dell'interland che potrebbe accogliere teoricamente, ma non troppo, circa duecentomila persone per un giro d'affari di poco più di quarantacinque miliardi di euro. Sicuramente la nuova frontiera che dovrebbe essere un segno molto positivo per tutti coloro che posseggono un immobile in quelle aree.

Quali prospettive per il mercato immobiliare Milano 2020?

Quest'anno sarà comunque abbastanza duro perché non ci si può aspettare di avere un miglioramento repentino della situazione ma se tutti seguiranno le regole del ISS allora il mercato potrebbe avere un esisto positivo nel medio-lungo periodo. Attualmente sembra che non ci sono buone aspettative anzi si dovrebbe assistere ad un andamento non particolarmente positivo con delle quotazioni che variano in base alle zone della città. Nella zona centrale di Milano le quotazioni dovrebbero rimanere abbastanza stabili mentre più ci si allontana maggiore è il decremento del valore degli immobili andando a registrare una perdita non inferiore a tre punti percentuali e sei punti per gli affitti. Ciò si tramuta in una perdita abbastanza consistente per coloro che hanno investito in questo settore. Il problema più grave è rappresentato dalla pandemia perché da sola è in grado di destabilizzare l'economia in tutti i suoi settori. Potremmo addirittura avere la possibilità di avere, oltre all'abbassamento del valore dei prezzi, degli sconti che possono arrivare fino ad un buon dieci percento. Ciò potrebbe essere molto utile per cercare di vendere appartamenti che altrimenti rimarrebbero invenduti. La situazione comunque potrebbe essere anche peggiore se non si provvederà per tempo a minimizzare il problema della pandemia on conseguenti lockdown e perdite in termini di economia e posti di lavoro rendendo tutto molto più complicato per coloro che hanno un appartamento da vendere o da affittare.

mercato immobiliare milano 2020

Quotazioni immobiliari: giù le vendite su i prezzi

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito