Istruttoria Mutuo: come funziona, documenti necessari e spese

Istruttoria mutuo: cos'è?

Decidere di acquistare casa è un momento molto importante e non è una decisione che può essere presa senza la valutazione accurata della situazione economica e di tutti i dettagli che può prevedere la stipula di un mutuo con un istituto di credito. “Aprire” un mutuo è un impegno molto gravoso e oltre a dover considerare i costi delle rate e i tempi dovrai tener presente di alcune spese accessorie tra cui l’istruttoria del mutuo. 

Istruttoria mutuo: cos'è e a cosa serve

L’istruttoria mutuo è la parte iniziale del mutuo, ovvero la fase in cui la banca analizza i documenti per poter procedere alla valutazione di concessione del mutuo. Infatti attraverso dei precisi documenti, la banca, con la fase istruttoria, analizza la situazione economica e legale del richiedente e dell’immobile per garantire sicurezza e legalità del mutuo. Nel dettaglio la banca:

  • valuta la situazione economica  sia attuale che passata del richiedente per assicurarsi la possibilità del richiedente di restituire il debito ;

  • valuta la posizione giuridica dell’immobile verificando la legittimità della proprietà e facendo valutare da un perito esperto il valore dell’immobile;

  • valuta il valore dell’immobile e cerca corrispondenza con la somma richiesta che deve corrispondere all’80% del valore effettivo dell’immobile (Loan To Value);

Dopo aver fatto tutte le valutazioni del caso la banca può decidere di deliberare il finanziamento se ritiene che ci siano i presupposti per farlo. In questo caso i fondi verranno erogati e il richiedente disporrà del denaro richiesto iniziando così il mutuo.

Documenti per istruttoria mutuo 

Nel momento in cui ci si rivolge ad un istituto di credito per un mutuo la banca vi chiederà in primis dei documenti per poter analizzare la vostra situazione e capire se procedere con l’approvazione. Per tutte le valutazioni la banca chiederà dei documenti. 

Nello specifico, solitamente tutte le banche richiedono i seguenti documenti utili per la fase di istruttoria:

  1. dati anagrafici;

  2. documenti sul reddito: 

    • per i lavoratori dipendenti modello 730, modello Unico, CUD; 

    • per i lavoratori autonomi e

    • Spese istruttoria gratuite: alcune banche, anche se raramente, offrono questo servizio a costo zero; è bene però controllare le altre spese accessorie poiché spesso questa spesa viene comunque richiesta sotto un’ altra voce.

Quando si pagano le spese di istruttoria mutuo?

La spesa di istruttoria mutuo deve essere coperta solo nel momento in cui il mutuo viene approvato; se il mutuo viene respinto le spese d’ istruttoria per mutuo non erogato non sono dovute. Il metodo di pagamento più utilizzato per questa spesa accessoria è l’addebito sulla prima rata del mutuo; quindi la prima rata del mutuo avrà una cifra più elevata che comprenderà appunto la prima rata stabilita nel mutuo più le spese istruttorie. Alcune banche però, accettano anche di dilazionare il costo nelle rate del mutuo affinché non si affronti una grande spesa in un’unica soluzione.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: