Mutuo acquisto e ristrutturazione: conviene davvero?

Mutuo Acquisto E Ris...

Le case di nuova costruzione hanno prezzi sempre più alti e solitamente sono di taglio più piccolo rispetto agli immobili costruiti qualche decennio fa, per questo motivo molte persone optano per acquistare un’immobile più datato e fare qualche lavoro di ristrutturazione. Per chi non ha la disponibilità economica per dare la caparra della casa e sobbarcarsi della spesa dei lavori di ristrutturazione, le banche hanno pensato ad un prodotto che possa andare incontro a questo tipo di situazioni; si chiama mutuo acquisto e ristrutturazione e ti offre la possibilità di richiedere un prestito per acquistare e ristrutturare un immobile con un unico finanziamento.

Cos'è il mutuo acquisto e ristrutturazione?

Il mutuo e ristrutturazione è un finanziamento diviso in due parti: una quota del mutuo è destinata all’acquisto e l’altra quota per i lavori di ristrutturazione; per il calcolo dell’importo quindi si andrà a sommare il valore dell’immobile e un preventivo di ristrutturazione; la banca erogherà l’importo in più tranche, al momento dell’acquisto e in base alla SAL (stato avanzamento lavori). Il vantaggio principale del mutuo acquisto e ristrutturazione è quello di non dover stipulare due finanziamenti distinti e di non dover sostenere i costi di apertura di due mutui. Oltre a questo vantaggio, il richiedente potrà sostenere un’unica rata e pagare i tassi di interesse per un unico finanziamento. 

Come funziona il mutuo acquisto e ristrutturazione

Spesso quando si richiede un mutuo per acquistare una casa può essere difficile ottenere un altro mutuo o finanziamento finalizzato alla ristrutturazione poiché, in base al reddito del richiedente, si mette in dubbio la capacità di sostenere due rate mensili importanti; con la richiesta di mutuo e ristrutturazione potrai richiedere un mutuo che soddisfi entrambe le esigenze e solitamente, i tassi di interesse sono più convenienti rispetto a quelli di un prestito personale.

La maggior parte delle banche al momento offre il mutuo acquisto e ristrutturazione in un’unica soluzione coprono al massimo l’80% della spesa con una durata che va dai 10 ai 30 anni ( 40 anni se sei under 36) ed è possibile scegliere tra tasso fisso e variabile.

Documenti necessari per richiedere il mutuo acquisto e ristrutturazione

Per richiedere il mutuo acquisto e ristrutturazione la banca chiederà una serie di documenti necessari a valutare il mutuo; tra i documenti inerenti all’immobile saranno richiesti:

Come ogni richiesta di mutuo verranno richiesti i documenti anagrafici del richiedente ( carta d’identità, codice fiscale), il certificato di residenza, lo stato di famiglia (in caso il richiedente sia sposato bisognerà portare anche l’atto di matrimonio). Per dimostrare poi i redditi il richiedente dovrà consegnare le ultime buste paga, i redditi risultanti dal cud, 730 0 modello unico e l’ultimo estratto del conto corrente.

Infine in merito ai lavori di ristrutturazione verrà richiesto il progetto con la descrizione dei lavori, un preventivo del costo totale del lavori e la SCIA.

Nel caso la richiesta di mutuo acquisto + ristrutturazione andasse a buon fine è possibile usufruire della detrazione degli interessi passivi e degli oneri accessori sul mutuo per un 19% fino ad un massimo di 2.585,28 euro a patto che la stipula del mutuo con il soggetto in possesso del diritto di proprietà avvenga nei sei mesi precedenti all’inizio dei lavori o nei successivi 18 mesi dall’avvio. Entro sei mesi dalla conclusione dei lavori, l’immobile dovrà essere adibito ad abitazione principale.

Offerte mutuo acquisto e ristrutturazione

Al momento nessuna banca fornisce la possibilità di richiedere un mutuo 100 acquisto più ristrutturazione, infatti quasi tutte in passato  offrivano la possibilità di richiedere fino all’80% dell’importo.

Al momento nessuna banca offre la possibilità di avere l’80% del valore calcolato per l’acquisto più un ulteriore credito per la ristrutturazione; attraverso i vari simulatori abbiamo visto che tutti i preventivi sottraggono l’importo richiesto per la ristrutturazione all’80% del valore della casa; per fare un esempio:

Se si richiede un mutuo acquisto casa e ristrutturazione per un immobile dal valore di 200.000€, l’importo finanziabile sarà di 160.000€ (80%); se la ristrutturazione avrà un costo di 30.000€ la banca ti offrirà un mutuo che prevede:

130.000€ per l’acquisto

30.000€ per la ristrutturazione

In questo modo il costo d’acquisto ed il costo per la ristrutturazione saranno inversamente proporzionali ma, sommati, non potranno superare l’80% del valore dell’immobile.

Considerato ciò, il mutuo acquisto e ristrutturazione non è in alcun modo conveniente al momento poichè in ogni caso bisognerà provvedere al 20% del valore dell’immobile + il prezzo della ristrutturazione.

Alternative al mutuo acquisto e ristrutturazione

Un prodotto innovativo della banca Intesa Sanpaolo è il Mutuo Up: questo tipo di mutuo ti da la possibilità di ottenere un mutuo per acquisto casa e in seguito chiedere  una quota aggiuntiva fino che va dai 3000€ fino al  10% in più dell’importo erogato entro il primo anno di mutuo senza giustificare la spesa; attraverso questo mutuo è possibile pensare di acquistare un immobile e in seguito chiedere l’ulteriore importo per provvedere al pagamento delle spese di ristrutturazione.

Le altre alternative al mutuo acquisto + ristrutturazione possono essere:

  • richiedere un mutuo integrativo oltre quello di acquisto e accendere un’ipoteca di secondo grado;
  • richiedere una surroga mutuo + un ulteriore mutuo o una sostituzione mutuo con un importo più alto;
  • chiedere un mutuo casa + liquidità;
  • richiedere un mutuo per l’acquisto e ricorrere al prestito personale per la ristrutturazione
Condividi questo articolo:

Articoli simili: