Palazzi ricaricabili: cemento che accumula energia come le batterie

Palazzi ricaricabili: cemento che accumula energia

Il cemento, quel materiale grigio e freddo può finalmente essere visto con un occhio diverso. Bisogna ringraziare la Svezia, che ha ideato questo nuovo tipo di cemento, un cemento “ricaricabile”. Più precisamente dalla Chalmers University of Technology di Goteborg. Questo cemento è in grado di accumulare energia e tra i tantissimi impieghi che potrebbe avere, uno dei più rivoluzionari sarebbe proprio la possibilità di costruire veri e propri palazzi ricaricabili composti da pareti e pavimenti come se fossero delle giganti batterie ricaricabili.

Due ricercatori dell’università svedese sono riusciti ad aggiungere alla classica formula del cemento piccole quantità di fibra di carbonio per aumentare la conduttività del materiale e, proprio come nelle batterie, hanno inserito una rete in fibra di carbonio ricoperta da nichel e ferro.

Il risultato di tale invenzione con un pò di fantasia si è tradotto in un edificio capace di catturare e conservare l’energia e di utilizzarla nel momento del bisogno. L’energia catturata dall’edificio,  nell’immaginario,  è sicuramente quella rinnovabile, come il sole e il vento. La capacità di immagazzinare energia è pari a 7Wh per metro quadro ma gli scienziati sono convinti di aumentare questa capacità di almeno 10 volte di più.

Al momento sono stati progettati solo dei modelli in scala di questi innovativi palazzi ricaricabili affinchè riescano a rilasciare energia elettrica per alimentare i sistemi di illuminazione o la rete telefonica grazie a dei sistemi di accumulazione come i pannelli solari permettendo così di sviluppare edifici ad energia zero.

E quali sarebbero i vantaggi? Infiniti, infiniti vantaggi per un mondo che sta combattendo con impegno e dedizione tantissime problematiche ambientali che in un futuro non molto lontano potrebbero portare alla distruzione del nostro ecosistema. 

Purtroppo, nonostante la sensibilizzazione all’argomento e l’impegno, è difficile porre rimedio a decenni di errori e inconsapevolezza.

Proprio per questo motivo tantissimi studiosi sono alla ricerca di materiali innovativi e nuove fonti di energia affinché si venga a capo ad uno dei problemi più grandi del momento. 

Il cemento ricaricabile sicuramente è una delle scoperte più risolutive del momento che, oltre ad essere utilizzato nella costruzione degli edifici può avere tantissimi altri utilizzi: il cemento delle strade alimenterebbe l’illuminazione delle città, strutture per ricaricare dispositivi come pc, telefoni o addirittura le auto elettriche. 

 Il cemento ricaricabile è sicuramente il primo passo per una rivoluzione positiva e potrebbe davvero fare la differenza per la lotta contro l’inquinamento e la battaglia alla sostenibilità.

 

Fonte: https://www.focus.it/scienza/energia/palazzi-ricaricabili-cemento-futuro

Condividi questo articolo:

Articoli simili: