Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Prezzi case turistiche: calano quotazioni mare, montagna e lago

Il mercato immobiliare turistico continua a perdere terreno, almeno sul fronte dei valori immobiliari. A sostenerlo è l'ultimo dossier dell'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, che ha analizzato le compravendite aventi ad oggi le case vacanze intermediate dalle reti Tecnocasa e Tecnorete nel corso del primo semestre del 2017, tracciando poi il profilo dell'acquirente e il taglio preferito.

Prezzi case mare

Cominciando dalle case al mare, le prestazioni migliori per la prima parte dell'anno sono relative al mercato della Sicilia, che può garantire ai suoi investitori un incremento dei valori pari all'1,6%. Va invece male nel resto d'Italia, anche se le quotazioni dell'Emilia Romagna si avvicinano alla stabilità, con un passo indietro di soli 0,2 punti percentuali. In Campania la flessione dei valori immobiliare dello 0,4%, mentre in Sardegna e Liguria - altri due territori dove le compravendite delle case al mare sono discretamente dinamiche - i prezzi sono calati dello 0,5%.

Sono ancora più accentuati, inoltre, i ribassi dei prezzi delle case in Toscana, dove il passo indietro è del 4%, e in Veneto, dove la flessione è del 2,7%.

Prezzi case lago

Passando al lago, dallo studio Tecnocasa emerge come le quotazioni delle abitazioni nelle principali località lacustri sono in diminuzione dello 0,8%. Bene (o quasi) hanno fatto le quotazioni delle case sulla sponda veronese del lago di Garda, che hanno chiuso con valori sostanzialmente stabili, mentre la sponda bresciana ha perso lo 0,2%.

Prezzi case montagna

Il calo dei prezzi delle case di montagna nel primo semestre 2017 è stato pari allo 0,7%. Meglio della media fa la Valle d'Aosta, dove il ribasso è stato pari allo 0,5%, mentre il Piemonte è la regione nella quale la contrazione è stata più forte, con un passo indietro dell'1,5%.

Estendendo l'analisi temporale agli ultimi dieci anni, emerge chiara la drammatica contrazione dei prezzi degli appartamenti di montagna, lago e mare. Secondo quanto afferma l'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, infatti, la diminuzione più pesante dei valori immobiliari è nell'area di mare, con una flessione del 39,8%, mentre la contrazione nelle località di montagna è del 30,7%. Più contenuta, ma pur sempre grave, è la diminuzione dei prezzi delle case sul lago, con una contrazione del 27,4%.

Per Tecnocasa, ad acquistare le case vacanza sono soprattutto persone di età compresa tra i 55 e i 64 anni (30,4%), davanti a chi ha tra 45 e 54 anni (27,9%) e tra chi ha 35 e 44 anni (21,2%).

case

Immobiliare turistico, buoni dati dal report Nomisma


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito