Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Mirko

Quotazioni immobiliari: facciamo una panoramica sul nostro paese

E' necessario parlare di quotazioni immobiliari per l'Italia perché il nostro paese per la sua natura possiede una serie di luoghi unici al mondo dove le normali regole del mercato non contano. Purtroppo però è importante notare che l'anno appena passato non ha ottenuto risultati particolarmente positivi cosa che ha creato delle problematiche a chi aveva già investito. Ad onor di cronaca è necessario tenere presente che l'andamento più che negativo è da definire stagnante poiché ci si sta trovando nella situazione di avere un investimento praticamente bloccato. Come vedremo tra poco, la situazione è dovuta non solo alla situazione economica, l'Italia è uno dei pochi paesi al mondo che ancora soffrono della crisi economica di oltre dieci anni fa, ma anche ad una sempre minore concessione di mutui da parte delle banche. Si parla quindi di una situazione decisamente complicata che potrebbe non riprendersi nei prossimi tempi. Sebbene comunque il tasso di crescita di questo mercato è praticamente azzerato vi sono alcune città che hanno ottenuto degli incrementi seppure abbastanza moderati. In questa guida andremo a vedere punto per punto come si sta evolvendo la situazione italiana in termini non solo di vendita ed acquisti ma anche per ciò che riguardano altri indicatori come, per esempio, il tempo di vendita degli immobili. In effetti sono presenti una serie di importanti indicatori che possono andare ad indicare l'effettivo stato di salute.

Quotazioni immobiliari: cinque elementi che possono essere rivelatori dell'andamento del mercato immobiliare italiano

Vi sono alcuni elementi che possono essere dei campanelli di allarme per un periodo non particolarmente positivo quindi non si può non prenderli in considerazione se si va ad analizzare il mercato immobiliare italiano. Vediamo quindi i cinque elementi da analizzare in modo approfondito: andamento prezzi, andamento residenziale, mutui erogati ed il tempo di vendita degli immobili. Bisogna tenere presente che se non si parlasse di crisi economica persistente ad oltranza non si potrebbe comprendere perché il valore degli immobili si è fermato dopo una continua ed inarrestabile discesa che ha portato il valore medio delle abitazione andando dai 1327 euro al mq del 2009 a soli 920 dieci anni dopo. Ma lo stallo sembra essere ancora in atto visto che l'anno scorso c'è stata una flessione dello 0.1%, che in tempi normali potrebbe sembrare non molto importante ma che con il pessimo andamento degli anni passati. Gli altri tre fatto sono tutto sommato positivi anche se non di molto in fin dei conti. E' necessario notare come l'andamento residenziale è in attivo di quasi sette punti percentuali mentre si va al 5% l'aumento dei mutui erogati mentre gli appartamenti di solito vengono venduti entro massimo nove mesi. Non bisogna farsi abbagliare dai segni positivi perché risultano essere non sufficienti per cambiare le sorti di una situazione pesantemente compromessa. Sempre per ciò che concerne l'andamento residenziale vi sono tre punti fondamentali da tenere in considerazione:

I dieci comuni italiani più quotati in assoluto

Come accennato in precedenza, per l'Italia vi sono molte eccezioni che potrebbero portare a quotazioni immobiliari che sono completamente slegati da quelli che possono essere gli andamenti nazionali perché comunque il nostro paese ha una serie di bellissimi luoghi quasi impossibile da trovarli in altre nazioni. Vediamo quindi quali sono le città con le quotazioni per mq più alte in assoluto:

  1. Portofino: uno tra i più caratteristici luoghi del mondo si trova nella bellissima costiera ligure in un posto davvero incantevole. La quotazione per mq di questa città è di 6703 euro ed è stabile, non sta aumentando né diminuendo;
  2. Capri: non ha bisogno di molte presentazione perché è da moltissimi anni una tra le mete più amate in assoluto dai turisti quindi non ci si deve stupire se ha un valore di 6665 euro per mq ma con una caduta del valore di oltre cinque punti percentuali;
  3. Forte dei Marmi: si passa dalla Campania alla Toscana per un'altra meta molto interessante visto che anche questa meta rappresenta un luogo privilegiato per moltissimi turisti ogni anno. La sua quotazione è di 5253 euro per mq anche se vi è stato un calo di 0.6 punti percentuali;
  4. Cortina d'Ampezzo: luogo molto importante per chi ama la montagna e gli sciare. La sua quotazione per mq è di 5075 euro è decisamente stabile;
  5. Anacapri: anche Anacapri è presente in questa classifica anche se il suo valore è di 5053 euro a mq con un calo di soli 0.49 punti percentuali.
quotazioni immobiliari

Mercato immobiliare svizzero: crescita ma con alcuni problemi

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito