Come pulire pennelli e rulli in modo semplice e senza rovinarli.

Pulire pennelli e rulli dopo aver pitturato casa: ecco come fare.

L'acquisto degli strumenti di pittura giusti non è economico, ma un pennello di alta qualità può fare la differenza per il risultato del tuo progetto. Dopo aver investito in forniture per la pittura, ha senso che tu voglia che la tua attrezzatura viva per non essere utilizzata un'unica volta. Tuttavia, se non pulisci correttamente pennelli e rulli (o se lasci asciugare la vernice sui pennelli), potresti gettarli direttamente nella spazzatura.

Per assicurarti non solo di prendere l'attrezzatura giusta, ma anche di prendertene cura come un vero professionista ecco tutti i consigli per imparare come pulire i pennelli e rulli nel modo giusto.

Fase uno: investire in strumenti di pittura di qualità

Prima regola generale: scegli strumenti di buona qualità per farti sembrare un professionista esperto di vernici. Non solo pennelli e rulli di alta qualità ti aiuteranno a ottenere una finitura più liscia e professionale sulle tue pareti, ma dureranno anche più a lungo.

Scegli una spazzola con manico in legno e ghiera in metallo (la parte che collega le setole al manico), poiché è più probabile che le parti in plastica si sfaldino nel caso le usassi frequentemente. Quando invece dovrai valutare le setole, sembra controintuitivo, ma scegli pennelli con setole che si dividono sulla punta, le sue punte devono essere  divise o sfocate e devono risultare morbide al tatto; queste caratteristiche si traducono in una consistenza più liscia e linee più nitide; possibilmente scegli marchi con setole fitte realizzate con una miscela di nylon e poliestere, che si uniscono per un'eccellente durata e mantenimento della forma.

Per quanto riguarda i rulli invece, il trucco sta nell'associare la giusta lunghezza del manicotto con la trama del muro che stai dipingendo.  A seconda del tessuto di cui è fatto il manicotto, ogni rullo è adatto ad un tipo di pittura specifico; se sceglierai il rullo giusto la pittura risulterà abbastanza facile e permetterà di ottenere un risultato uniforme e omogeneo.

Dovresti anche investire in un vassoio per vernice resistente, robusto e scanalato sul fondo per aiutare a distribuire uniformemente la vernice sul rullo.

Fase due: prepara i tuoi strumenti per il successo

Ci sono alcune cose che puoi fare prima di dipingere per assicurarti di ottenere il massimo dai tuoi strumenti di qualità. Fai scorrere le mani sulle setole del pennello alcune volte per rimuovere eventuali peli vaganti che potrebbero entrare nella vernice, oltre a rivestire il vassoio della vernice con un rivestimento di plastica o un involucro per rendere la pulizia un gioco da ragazzi. Un altro trucco da professionista? Nastro da pittore, ma non nel modo in cui pensi. Prima della prima applicazione con un nuovo rullo, avvolgere l'intero rullo con del nastro adesivo blu, quindi rimuoverlo, questo permetterà di eliminare le fibre in eccesso ed evitare che si depositino  nella vernice o sulle pareti.

Passaggio tre: mettere in pausa correttamente

Se hai bisogno di fare una pausa, non dovresti semplicemente lasciare il pennello o il rullo in una pozza di vernice. Per i proprietari di case che utilizzano un rullo e un vassoio di vernice, basterà prendere un sacchetto di plastica standard e riporre tutto lì dentro: vassoio, maniglia del rullo con rullo e spazzole, poi assicurati di chiuderlo ermeticamente per tenere fuori l'aria.

Anche per le brevi pause di una o due ore ti conviene tenere pennelli e rulli all’interno di sacchetti di plastica; se invece vuoi riprendere dopo più di otto ore (es. il giorno dopo) ti conviene conservare i tuoi strumenti in frigorifero, ma prima di utilizzarli dovrai farli stemperare prima di riutilizzarli.

Fase quattro: pulire rapidamente pennelli e rulli

Dopo una giornata passata a verniciare è normale essere stanchi e aver voglia di staccare il prima possibile ma è necessario ripulire bene i pennelli prima di terminare del tutto il lavoro.

La vernice è infinitamente più difficile da pulire una volta che ha iniziato ad asciugarsi e potresti rischiare di rovinare del tutto i tuoi strumenti se aspetti alcune ore dopo per completare il lavoro. 

Come pulire i pennelli:

Usa acqua tiepida e un po' di detersivo per piatti delicato per pulire la vernice dai pennelli, passando delicatamente il sapone attraverso le setole finché l'acqua non diventa limpida.

Prendi un raschietto per pennelli per rimuovere tutta la vernice più rapidamente, incluso rimuovere eventuali frammenti di vernice essiccati vicino alla ghiera. Passa il raschietto attraverso le setole, quindi risciacqua sotto l'acqua tiepida e ripeti.

Una volta puliti, lasciare asciugare completamente all'aria pennelli e rulli prima di riutilizzarli o riporli. Mantieni la copertura originale con cui sono stati forniti i tuoi pennelli quando li hai acquistati, sono ottimi per mantenere intatte le setole e aiutare il pennello a mantenere la sua forma originale.

Come pulire i rulli di vernice:

Usando un multiutensile in metallo con un bordo curvo o una spatola, raschiare la vernice in eccesso dal rullo, sia nel barattolo di vernice che sopra un bidone della spazzatura.

Rimuovere la copertura del rullo dal telaio del rullo di vernice e sciacquarla con acqua tiepida. Se necessario, puoi aggiungere un po' di detersivo per piatti delicato, assicurati solo di risciacquare accuratamente in modo che il tuo prossimo progetto di pittura non inizi a formare schiuma. Il rullo è pulito una volta che l'acqua scorre limpida.

Lascia che il rullo si asciughi completamente all'aria, possibilmente in piedi in modo che un lato non si appiattisca.

Per pulire il telaio del rullo di vernice, usa acqua saponata e una spazzola con la raschietta (quella che non usi per i piatti o qualsiasi cosa legata al cibo), per rimuovere la vernice seccata. Risciacquare abbondantemente, quindi lasciare asciugare il telaio all'aria.

Vedi l'articolo: tinteggiatura interna 

Condividi questo articolo:

Articoli simili: