Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Come andrà il mercato immobiliare italiano? Ce lo dicono 8 esperti...

Come si evolverà il mercato immobiliare italiano nel corso dei prossimi anni? A rispondere a questa domanda (che, invero, necessiterebbe di un ottimo veggente) è un gruppo di 8 esperti che il portale immobiliare Idealista ha scelto di consultare per cercare di comprendere quale sarà la strada che il real estate tricolore andrà ad assumere nei prossimi mesi e nei prossimi anni. Ne emerge un sostanziale ottimismo, per quanto cauto, a conferma del fatto che se da una parte lo sviluppo dei dati delle compravendite è buono, dall'altra parte non mancano gli elementi di incertezza e di aleatorietà (debolezza economica e instabilità geopolitica in primis). Ad ogni modo, scorrendo rapidamente le opinioni di tali esperti, si può ricordare come Emanuele Caniggia, chief executive officer di Idea Fimit, ponga l'attenzione al momento di grande volatilità e incertezza, e al conseguente rallentamento degli investimenti nel settore. Si aspetta mesi piuttosto dinamici per il mercato Vincenzo Albanese, amministratore unico di Sigest, che prevede altresì un mercato completamente rinnovato, in cui la qualità vincerà sulla quantità. Ancora, Alberto Cogliati di Engel & Volkers stima che il triennio sarà positivo per il settore, mentre Marzia Morena, presidente del network Rics, afferma la necessità di un nuovo approccio sempre più internazionale, che si attento a una domanda proveniente da un mercato sempre più globale. Marco Clerici, che di World Capital è managing director, prevede che il comparto più dinamico sarà quello degli hotel, mentre Roberto Busso, amministratore delegato di Gabetti, afferma che dopo otto anni di crisi finalmente si vede un orizzonte positivo per il settore. Ancora, il segretario generale di e-Valuation, Sandro Ghirardini, considera fondamentale per il futuro del mercato elevare la qualità della domanda, oltre a quella dell'offerta e dei servizi. Infine, secondo Vittorio Angeletti, presidente di Immobili e Imprese srl, il 20 per cento del settore residenziale non è reale su tutto il mercato immobiliare, con vaste aree del territorio italiano che sono ancora in sofferenza. Tuttavia, è comunque auspicabile un trend ancora positivo. Insomma, dalle "cronache" degli esperti arrivano le impressioni di un buon proseguo del mercato immobiliare italiano, pur in un contesto in cui le incertezze e i dubbi dovrebbero prevalere. Probabilmente, però, dopo l'estate la situazione sarà un pò più chiara, a beneficio di coloro che stanno ancora valutando se convenga o meno investire nel mattone.


Previsioni immobiliari 2016/2018: cosa accadrà?


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito