Caldaia a idrogeno -cosa è, come funziona e costi

Caldaia A Idrogeno -...

Negli anni di sensibilizzazione e di maggiore attenzione alla situazione ambientale, all’utilizzo di energie rinnovabili, all’inquinamento e al riscaldamento globale le aziende italiane hanno sperimentato metodi alternativi per ridurre le emissioni, gli sprechi e l’inquinamento; tra queste c’è la Baxi, un’azienda italiana di Bassano del Grappa, che nel 2019 ha iniziato a lavorare alla progettazione della caldaia a idrogeno.

Le caldaie domestiche infatti hanno un grande impatto sulle emissioni di CO2 e le aziende produttrici si impegnano nella ricerca di alternative che inquinino meno e, perchè no, che costino anche meno.

Dopo la sperimentazione della caldaia a idrogeno Baxi è stata inserita in un progetto pilota in Olanda: le caldaie a idrogeno sono state inserite in 12 case in Olanda. Si tratta di case storiche costruite agli inizi del 900 alle quali non è possibile apportare ristrutturazioni importanti a causa dei vincoli paesaggistici.

I tecnici Baxi analizzeranno le caldaie a idrogeno a impatto zero misurando i consumi, il rendimento e la qualità delle sue funzioni. La Baxi ha anche annunciato che la caldaia a idrogeno arriverà anche in Italia, ma solo dopo aver terminato l’iter normativo, quindi nel 2025.

 Anche la Bosch sta investendo nella sperimentazione delle caldaie a idrogeno; le caldaie Bosch al momento possono funzionare con il gas naturale e una miscela di idrogeno al 20%; dal momento in cui la rete di distribuzione del gas sarà trasformata in idrogeno, la caldaia potrà essere convertita all’utilizzo dell’idrogeno al 100% con delle piccole modifiche. Vediamo nel dettaglio cosa sono e come funzionano le caldaie a idrogeno.

Cos'è una caldaia a gas predisposta per l'idrogeno?

Una caldaia predisposta per l'idrogeno è un tipo di sistema di caldaie in grado di bruciare sia gas naturale che idrogeno per generare riscaldamento. La maggior parte delle nuove caldaie a gas naturale sono pronte per la miscela di idrogeno e possono funzionare fino al 20% di idrogeno.

Le caldaie predisposte per l'idrogeno non sono attualmente disponibili, ma sono in fase di produzione nuove caldaie che possono funzionare con una miscela del 20% di idrogeno e gas naturale. Una caldaia pronta per l'idrogeno, tuttavia, può essere modificata per aumentarla al 100% di idrogeno in futuro per aumentare ulteriormente l'efficienza energetica e l'unico prodotto di scarto derivante dalla combustione dell'idrogeno è l'acqua, rispetto al gas naturale che produce anidride carbonica.

Perché l'idrogeno?

Si prevede che l'idrogeno svolga un ruolo significativo nella decarbonizzazione dell'industria pesante e della rete di trasporti, e il governo vuole utilizzare l'idrogeno insieme alle pompe di calore ad aria e alle pompe di calore geotermiche per aiutare i proprietari di case a risparmiare sulle bollette energetiche e ridurre l'uso di combustibili fossili combustibili.

Questo perché il principale sottoprodotto della combustione del gas idrogeno è l'acqua, che rappresenta un modo per rendere più ecologica la rete del gas.

Uno dei vantaggi per i proprietari di case che installano una caldaia pronta per l'idrogeno è che consentirà una transizione graduale all'idrogeno quando verrà introdotto nella rete del gas, ciò significa che i proprietari di casa saranno in grado di evitare interruzioni causate dal cambio di cucine o caldaie.

Quanto costa una caldaia a idrogeno?

Al momento non esistono sul mercato caldaie ad idrogeno che lavorano al 100%; l'unica caldaia che lavora al 20% con l'immissione di idrogeno è HYDRO, la caldaia firmata VAILLANT che ha un prezzo che oscilla intorno agli 8.000 ma per l'acquisto è possibile usufruire dell'Ecobonus.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: